Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

L'ipertensione può aumentare il rischio di cancro

Medico controlla pressione arteriosa


L'alta pressione risulta correlata con una maggior probabilità di sviluppare una malattia oncologica, e da una maggior mortalità

Alcuni ricercatori in Europa hanno scoperto che l'ipertensione fa aumentare potenzialmente il rischio di sviluppare un cancro o di morire di questa malattia. I risultati sono stati presentati al recente Congresso europeo multidisciplinare sul cancro 2011 a Stoccolma, in Svezia. Si è trattato del più ampio studio di questo tipo per studiare il legame tra queste due malattie.

Gli studi precedenti, più limitati, hanno trovato risultati inconsistenti nella ricerca di un link tra la pressione arteriosa e il cancro. Il dott. Mieke Van Hemelrijck del Gruppo di epidemiologia del cancro presso il King's College di Londra nel Regno Unito e i suoi colleghi però hanno scoperto che una pressione arteriosa più alta del normale statisticamente era significativamente associata a un rischio di sviluppare il cancro più alto del 10 - 20% negli uomini e di un più alto rischio di morire della malattia sia negli uomini che nelle donne.

Hanno calcolato i risultati ottenuti usando valori medi di pressione arteriosa con sette gruppi di partecipanti in Austria, Norvegia e Svizzera. Gli esperti definiscono la pressione arteriosa media come la pressione arteriosa sistolica più la pressione diastolica, diviso due. La pressione arteriosa media per questo studio era di 107 mmHg per gli uomini e 102 mmHg per le donne. Il team ha diviso i risultati in cinque gruppi (o quintili); le persone che avevano la pressione arteriosa media più bassa erano nel primo quintile e quelli con la pressione arteriosa media più alta erano nel quinto quintile.

I ricercatori hanno scoperto che dopo una media di 12 anni di follow-up (escluso il primo anno), a 22.184 uomini e 14.744 donne era stato diagnosticato il cancro e 8.724 uomini e 4.525 donne erano morti della malattia.
I dati mostrano un aumento del 29% nel rischio generale di sviluppare qualsiasi forma di cancro tra gli uomini nel quintile più basso e quelli in quello più alto.

I risultati rivelano anche che più è alta la pressione arteriosa maggiore è il rischio di cancro orale, colorettale, dei polmoni, della vescica e dei reni, e di melanoma e di cancro della pelle diverso dal melanoma negli uomini. Mentre la più alta pressione arteriosa nelle donne non era statisticamente legata in modo significativo al rischio generale di sviluppare un cancro, era connessa a un maggiore rischio di cancro del fegato, del pancreas, della cervice e dell'endometrio e di melanoma.

Lo studio dimostra che gli uomini del quinto quintile avevano un rischio più alto del 49% di morire di cancro rispetto a quelli del primo quintile. Le donne del quinto quintile avevano un rischio più alto del 24% rispetto alle donne del primo quintile.

"Questo significa che abbiamo scoperto che gli uomini con una pressione arteriosa nel quinto più alto avevano un rischio assoluto di sviluppare un cancro del 16% rispetto a un rischio assoluto del 13% di coloro che avevano una pressione arteriosa media nel quinto più basso," spiega il dott. Van Hemelrijck. "Gli uomini del quinto più alto avevano un rischio assoluto di morire di cancro dell'8%, rispetto a un rischio assoluto del 5% per quelli del quinto più basso; e per le donne, quelle del quinto più alto avevano un rischio assoluto di morire di cancro del 5%, rispetto a un rischio assoluto del 4% nel quinto più basso," aggiunge.

"Il nostro studio mostra che la pressione arteriosa è un fattore di rischio per il cancro incidente negli uomini e per il cancro letale per uomini e donne. Sebbene le stime di rischio relativo e assoluto siano abbastanza modeste, questi risultati sono importanti dalla prospettiva della salute pubblica poiché una grande proporzione della popolazione in molti paesi occidentali soffre di ipertensione."

È necessario precisare che lo studio non è stato in grado di dimostrare che la pressione arteriosa è responsabile del più alto rischio di cancro.

"Non possiamo sostenere che ci sia un legame causale tra l'ipertensione e il rischio di cancro, né possiamo dire che la causa del cancro sia un fattore legato all'ipertensione," spiega il dott. Van Hemelrijck. "Si è però dimostrato che uno stile di vita sano con sufficiente attività fisica e un peso normale riduce il rischio di diverse malattie croniche. Per esempio, l'ipertensione è un fattore di rischio conosciuto per le malattie cardiovascolari e il nostro studio adesso indica che l'ipertensione potrebbe anche essere un fattore di rischio per il cancro."

Redazione MolecularLab.it (07/11/2011)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: ipertensione, cancro, pressione, onco
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy