Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

I singoli stati europei decideranno se coltivare OGM

Frumento geneticamente modificato


Dopo quattro anni di dibattiti, un accordo tra ministri dell'ambiente sancisce la libertÓ di ciascuna nazione, ora si attende il passaggio al Parlamento Europeo

Dopo quattro anni di dibattiti ciascun stato membro dell'Unione europea sarÓ libero di coltivare o vietare in modo parziale o completamente, OGM sul proprio territorio.
Il testo approvato con un accordo politico dei ministri dell'ambiente dovrÓ tornare al Parlamento europeo per la seconda lettura.
Il ministro dell'ambiente italiano Galletti aveva twittato: "A Lussemburgo per consiglio dell'ambiente Ue, ribadisco no Italia a ogm.", ed una volta confermato l'accordo, ha scritto: "Su #ogm in ue vince la linea italiana.
Orgogliosi dell'accordo raggiunto. #LibertÓdiscelta per gli stati e l'italia dice no agli #ogm". "Chiedo a ogni Paese Ue un aiuto per arrivare a chiudere entro la fine dell'anno il dossier" sulla libertÓ di coltivare o meno OGM nella UE.

Redazione MolecularLab.it (13/06/2014 12:30:55)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: OGM
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy