Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Fisiologia
 Origine della schizofrenia
 Nuova Discussione  Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

digoberta
Nuovo Arrivato



10 Messaggi

Inserito il - 19 dicembre 2009 : 20:35:41  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di digoberta Invia a digoberta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti sono schizofrenica da sedici anni,e ho allucinazioni uditive,dalla mia esperienza e sono disposta a descriverla dettagliatamente,io ho elaborato la teoria che nel cervello ci sia posto per un centro di coscienza secondario che comunica con il dominante ossia,il paziente stesso.So da mie personali letture che nella schizofrenia i due emisferi scambiano tra loro,sostanze chimiche e secondo la mia teoria anche pensieri.Infatti,diciamo nei dialoghi con le voci che sono di tipo botta e risposta,io ho notato l'intelligenza delle stesse e inoltre le voci alla proposta di immagini e ricordi personali,descrivono verbalmente il ricordo,e dal loro cilindro hanno tolto fuori nozioni,nomi di persone dimenticati da me.Tutto questo mi ha fatto pensare che la schizofrenia possa essere una comunicazione tra emisferi,una telepatia endogena,insomma di uno il recessivo che sovrasta il dominante,ossia il destro contro il sinistro.Ci sono stati nel mio caso anche interferenze a livello corporeo.Voglio assicurare che non ho bisogno di pareri medici,sto portando la mia testimonianza,solo per avvalorare una teoria.In fondo per quanto le ricerche sul cervello possano essere avanzate,la testimonianza di chi ha il guasto può dare,indicazioni valide al meccanico.Assicuro che nonostante il mio male,sono perfettamente capace d'intendere e volere e sono capace di sostenere una conversazione,in fondo ho studi filosofici alle spalle,molto utili peraltro ad affrontare un male come il mio.D'altronde se io avessi ragione,come potrei dimostrare la mia teoria,se non per argomentazioni? Non potrete mai sezionare tessuti,fare esami al cervello o vivisezionare cavie da laboratorio,bisogna descrivere le modalità di manifestazione dei sintomi e serve la testimonianza di un essere umano per farlo.

digoberta
Nuovo Arrivato



10 Messaggi

Inserito il - 07 gennaio 2010 : 18:58:42  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di digoberta Invia a digoberta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scusate,se mi rispondo da sola,ma mi chiedo,perchè nessuno sembra intenzionato a darmi risposte o opinioni.Non vorrei che l'essermi,rivelata,come affetta da un male,di tipo psichiatrico,getti su di me una cattiva luce,che penso nasca dal pregiudizio.Fa specie,che scienziati o aspiranti tali,si fermino alle apparenze o a idee preconcette,potrei anche avere ragione,sull'argomento che ahimè e non per mia volontà,conosco,così bene.Ho anche il sospetto che l'avviso ai naviganti,di non dare pareri medici,sia rivolto al mio caso,che di pareri,ne ho chiesti di scientifici e non d'altro tipo.Trovo tutto questo,sommamente ingiusto,da parte vostra,comunque,la strategia del silenzio,funziona,complimenti a voi,al vostro senso dell'obiettività scevra da pregiudizi e alla vostra apertura mentale di larghe vedute.
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 07 gennaio 2010 : 19:32:10  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ma no, non dire così, spero proprio che qui non ci siano persone con questo tipo di pregiudizi.
A volte bisogna solo aspettare per ottenere una risposta, ad es. il tuo messaggio mi era sfuggito perchè l'hai scritto quando ero in vacanza...

Purtroppo devo essere sincero: non so darti una risposta. La tua domanda è ottima, ma non ha certo una semplice soluzione.

Ad esempio, tu dici che gli emisferi scambiano "pensieri", ma come si generi esattamente un pensiero nessuno lo sa esattamente. Si tratta di scambi di sostanze chimiche (i cosiddetti neurotrasmettitori), ma come da lì si passi al livello "superiore" di "pensiero", ahimè non credo sia così semplice da spiegare.
E' in generale il problema che riguarda tutto quello che raccogliamo nel termine di "coscienza".

Sarebbe interessante parlare con qualcuno che studia questi argomenti, non so se ci sia qualche esperto di queste cose che frequenta il forum, io purtroppo non ti so dire più di tanto.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

digoberta
Nuovo Arrivato



10 Messaggi

Inserito il - 09 gennaio 2010 : 18:16:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di digoberta Invia a digoberta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mi scuso per lo sfogo,grazie per avermi risposto.Probabilmente la mia tesi non può nemmeno essere dimostrata,ho paura che dovrebbe semplicemente essere creduta.Il male può essere descritto e non è facile comunicare le sensazioni e ciò che si prova.Intanto dirò che la cosa comincia quando meno te lo aspetti,io ero normale prima e dopo uno stress,in un periodo d'isolamento,ho cominciato a sentire delle voci che mi chiamavano per nome,le voci infine hanno cominciato a dichiarare la propria identità,affermando di essere personaggi diversi,tutti giustificavano il fatto che di loro,solo la voce fosse udibile,entità divine,fantasmi,telepatia,tutte bugie insomma,ma comunque queste bugie erano dette bene,ogni personaggio aveva le sue ragioni e le sue spiegazioni da dare,è questo a me è sembrato segno d'intelligenza.Le voci sono a volte più di una e hanno timbri diversi,maschili e femminili,la varietà può essere molto ampia e i rumori indistinti,i ronzii elettrici la amplifica per tipo di suono e volume,le voci parlano una alla volta,a volte una voce finisce la frase iniziata da un'altra,a volte ne sento due alla volta dire la stessa frase e sono invasive e interagiscono con il mio pensiero,ad esempio,un pensiero che nemmeno io ho chiaro in mente,viene espresso dalle voci verbalmente,prima che lo faccia io. Ho sentito descrivere i miei ricordi verbalmente,mentre io ricordo per immagini.La controparte,ha ricordato,lei non io,nomi di persone e nozioni da me dimenticate senza che io mi concentrassi o semplicemente mi accingessi a ricordare.Le voci possono risultare,vicine o lontane,sono suoni distinguibili da quelli reali,e possono passare da un orecchio all'altro.Quando ascolto le voci,lo sforzo della concentrazione mi provoca dolore alla tempia e alla parte sinistra della fronte.Inoltre,in certe occasioni,in condizioni di mancanza di sonno,quando la voce pronunciava delle parole,io ho percepito movimenti minimi ma evidenti delle labbra e della lingua e una volta senza un perchè,mi si è storto il polso destro per tre volte,a volte sento che la respirazione e il diaframma sfuggono momentaneamente al mio controllo.Al risveglio,le voci sono fortissime,più che in qualsiasi altra ora del giorno,e commentano i miei sogni.La convivenza con le voci,che prima era di tipo parassitario,a mio danno, è diventata simbiotica.Per contrastare il male ho usato farmaci che hanno funzionato parzialmente,ma io sono riuscita a trovare il modo di estrometterle per la maggior parte del giorno,la maggior parte dei giorni,perchè se l'attenzione viene concentrata e deviata su altro,un dialogo un attività,l'ascolto di radio o tv,le voci spariscono del tutto.Ho avuto,periodi di due,tre mesi,passati completamente senza voci,con dosaggi minimi,30 gocce di haldol,o del tutto senza medicine.Una delle componenti della malattia,è il pensiero che esiste,a volte quando mi sono completamente dimenticata di loro,le voci tornano,solo perchè mi ricordo di loro.
Torna all'inizio della Pagina

byte
Nuovo Arrivato

0818_da_fakestudent86



52 Messaggi

Inserito il - 09 gennaio 2010 : 21:20:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di byte Invia a byte un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao ho letto il tuo post, sono una "semplice persona" di 31 anni interessata a ciò che riguarda l'introspezione personale.
Dico a priori che non ho alcuna nozione in campo medico, faccio da due mesi il corso d'infermieristica, figurati...neanche iniziato una materia che possa riguardare minimamente questo.
La tua risposta alla tua domanda è interessante, riflette contemplazione, intuizione, creatività. Ma sai quanto me che tutto quello che non finisce per essere empirico non è accettato in occidente.
Quello che sento di dirti, quello che proverai sicuramente anche tu è di continuare a parlare, cercare "la risposta" purché si scongiuri il disaggio o lo si trasformi in qualcosa di buono per te. Leggendo il tuo appello quello che mi è restato impresso, è lo stato amplificato dello scorrere dei tuoi giorni, costellato da certezze (non so se buone o non buone)che ti danno conferma che puoi gestire questa situazione distraendoti. Hai anche detto che i medicinali t'hanno supportata al 50% mi chiedo se poterne parlare al di fuori di questo blog ti potrebbe sollevare dai momenti pressanti dovuti anche in parte alla necessità di condividere e non chiuderti in te stessa. ci sarebbero tanti modi per cominciare, senza necessariamente essere soddisfatti o disillusi di ciò che veramente si sta cercando, l'importante è capire e poi aggiungo io non prendersi troppo sul serio.
le persone generalmente rifuggono dal parlare pre-concettualmente dei propri bisogni..dico che invece è la chiave per confrontarci e ampliare una realtà che resta per troppo tempo nascosta priva di sorgenti che potrebbero allargare i nostri modi di vedere e pensare.
Adesso passo, non so se per te sia stato utile, digoberta, Ciao
Torna all'inizio della Pagina

digoberta
Nuovo Arrivato



10 Messaggi

Inserito il - 10 gennaio 2010 : 17:40:43  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di digoberta Invia a digoberta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sei gentile byte,ma io la fase di gestione del disagio l'ho superata,la mia introspezione,secondo me ha dato frutti importanti e degni di essere comunque comunicati,non so quanto siano accettabili le mie tesi,che io supporto con dati empirici che può esperire solo chi ha il mio male e nessun altro e se lo scambio di pensiero tra emisferi nella schizofrenia è un dato verificabile empiricamente,sarà qualcuno che ha i mezzi della scienza a dirlo.
Torna all'inizio della Pagina

pigreco1972
Nuovo Arrivato

giapponesina



82 Messaggi

Inserito il - 10 gennaio 2010 : 18:15:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di pigreco1972 Invia a pigreco1972 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Cara Digoberta,
credo che il silenzio alla tua domanda, non sia dato da una discriminazione, ma dalla profonda e triste ignoranza che ancora oggi vi è sull'origine della schizofrenia.
Mio marito è uno psichiatra, ed ancora oggi si avvilisce che poco o niente è stato scoperto sull'argomento.
Al momento ci sono solo i farmaci, la pazienta e la forza di voi pazienti e l'affetto di chi vi sta vicino.
Posso dirti che ho conosciuto molti schizofrenici in terapia, e tutti mi sono sembrate delle persone molto in gamba, sensibili, intelligenti, spesso dei veri fuori classe.
La tua ipotesi scientifica è affascinante, ma ovviamente necessita di essere verificata tramite la sperimentazione e non credo sia cosa semplice.
Spero che in un futuro tu non debba mai avere l'impressione di sentirti sola.
Spero anche che presto si troverà una risposta alla tua interessantissima ipotesi.
Torna all'inizio della Pagina

digoberta
Nuovo Arrivato



10 Messaggi

Inserito il - 11 gennaio 2010 : 09:08:35  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di digoberta Invia a digoberta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie pigreco per la tua solidarietà e speriamo bene per le mie tesi.
Torna all'inizio della Pagina

ukitel
Nuovo Arrivato



78 Messaggi

Inserito il - 11 gennaio 2010 : 11:57:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ukitel Invia a ukitel un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Premesso che non ho conoscenze riguardo l'argomento...

Una RMN funzionale del cervello durante le allucinazioni?
Insomma se le voci vengono alternativamente dai 2 emisferi, o c'è un'attività alternativa degli emisferi, questo dovrebbe essere visibile durante le allucinazioni uditive...
Immagino sia già stato visto comunque, quindi potresti reperire i dati.

Inoltre hai una base di partenza: i farmaci. Se funzionano, anche parzialmente sai quanto meno quali sono le zone coinvolte del cervello.
Torna all'inizio della Pagina

digoberta
Nuovo Arrivato



10 Messaggi

Inserito il - 13 gennaio 2010 : 09:34:07  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di digoberta Invia a digoberta un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie ukitel,ma non posso essere io a fare la raccolta dati non sono una scienziata,ho messo a disposizione la mia esperienza di malata,perchè immagino che per cercare la zoluzione al male stesso,qualcuno più esperto e più preparato di me,tenga presente la mia ipotesi e la verifichi o la pensi possibile e la sostenga.
Torna all'inizio della Pagina

cetty87
Nuovo Arrivato



1 Messaggi

Inserito il - 23 aprile 2011 : 12:59:11  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cetty87 Invia a cetty87 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao roby sono nuova nel sito e sinceramente mi sono interessata subito ad avere notizie più approfondite su di te....sto facendo la tesi proprio sui disturbi schizofrenici.
io sono qui quando vuoi contattami.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina