Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Metodo raddopia efficacia radioterapia


Ricercatori britannici hanno trovato il modo di aumentare lefficacia della radioterapia nella lotta al cancro con un trucchetto genetico che va ad infierire solo sulle cellule malate inducendole al s

Ricercatori britannici hanno trovato il modo di aumentare l'efficacia della radioterapia nella lotta al cancro con un trucchetto genetico che va ad infierire solo sulle cellule malate inducendole al suicidio.
Nei test di laboratorio la trovata ha permesso di raddoppiare l'effetto della radioterapia e negli intenti degli scienziati, riferiti in un articolo apparso sul Journal of Gene Medicine, e' gia' contemplata l'idea di allestire cicli di sperimentazioni della loro idea su pazienti nel brevissimo periodo.
Il successo e' stato raggiunto all'Universita' dell'Ulster presso Newtownabbey dove un'equipe capeggiata da David Hirst ha introdotto nei tessuti un gene 'killer' il cui grilletto scatta sotto la 'mano' dei raggi X usati nella radioterapia tradizionale.
Il gene, il cui compito e' di fabbricare un veleno per le cellule, e' un killer di professione che non sbaglia mira, infatti l'effetto voluto si riscontra solo nelle cellule tumorali e non si riportano danni nei tessuti circostanti. L'idea dei ricercatori e' molto articolata ed ha richiesto non poca creativita', sempre ben accetta contro una malattia complessa come il cancro: il gene killer, che produce ossido d'azoto, viene incapsulato in bollicine microscopiche di natura lipidica che poi sono iniettate nei tessuti.
Le micro-bolle 'scoppiano' sulla superficie delle cellule riversando il loro contenuto, il killer, all'interno. Qui lui, dotato di un interruttore che risponde ai raggi X, si attiva quando bombardato dalla radiazione e comincia a produrre ossido d'azoto. Questa e' una molecola importante per molte funzioni del nostro organismo, ma quando si concentra troppo nelle cellule diventa un veleno e le induce a suicidarsi.
Il trucco dell'interruttore, spiegano gli scienziati, e' indispensabile a far suicidare solo le cellule di cui ci si vuole sbarazzare, cioe' il tumore. La radioterapia classica, fasci di raggi X che mirano al cuore del tessuto malato, gia' di per se' combatte la neoplasia danneggiando il patrimonio genetico delle cellule tumorali. L'ossido d'azoto prodotto dopo l'entrata in azione del killer da' loro il colpo di grazia.
Testata in laboratorio su tessuti di cancro all'intestino e su fibrosarcoma, tumore del tessuto connettivo che comprende dalle ossa ai cartilagini ai muscoli, il metodo funziona raddoppiando l'efficacia terapeutica della radioterapia senza disturbare i tessuti sani circostanti, uniti ai campioni di laboratorio per provare la non tossicita' della procedura.
''Cio' significa - ipotizza Hirst - che gli oncologi potrebbero ottenere gli stessi risultati con dosi minori di radio'', che non e' un trattamento tra i piu' tollerabili per il paziente. ''Oppure - prosegue - potrebbero semplicemente rimanere sulle dosi standard di radio ottenendo pero' l'eliminazione di un maggior numero di cellule malate.
La trovata, che ha suscitato l'interesse di oncologi in altri centri di ricerca, potrebbe ulteriormente essere perfezionata con modifiche al modo di iniezione del gene killer, che potrebbe essere traghettato come nella terapia genica da un virus vettore, e potrebbe anche essere usata per rinforzare l'azione di chemioterapici.


Fonte: Ansa (21/06/2004)
Pubblicato in Cancro & tumori
Tag: radioterapi
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy