Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Non democratiche le autorizazzioni per OGM


La Commissione respinge le critiche dei Verdi, che qualificano di non democratiche le autorizzazio

VerdiLa Commissione ha respinto le preoccupazioni espresse dal gruppo Verdi/EFA del Parlamento europeo, secondo cui il processo di autorizzazione dell'UE per gli organismi geneticamente modificati (OGM) Ŕ 'incompatibile con gli ideali democratici che l'Unione cerca di promuovere'.

Nel quadro del sistema vigente, noto come procedura di comitato, se il Consiglio non riesce a raggiungere a maggioranza qualificata la decisione di approvare o respingere una richiesta di autorizzazione per OGM entro 3 mesi, la responsabilitÓ della decisione passa alla Commissione.

Come nei pi¨ recenti casi di autorizzazione relativi a due diverse varietÓ di granturco GM, la decisione della Commissione poggia fortemente sulle valutazioni scientifiche condotte dall'autoritÓ europea per la sicurezza alimentare (EFSA). In entrambi questi casi l'EFSA aveva concluso che le varietÓ di granturco GM erano altrettanto sicure del granoturco tradizionale, e la Commissione aveva debitamente approvato le autorizzazioni.

Secondo il gruppo Verdi/EFA, il quarto maggiore raggruppamento politico del recentemente eletto Parlamento, solo nove dei 25 Stati membri dell'UE sono a favore della concessione di licenze per i nuovi OGM, mentre oltre il 70% dei cittadini europei sono contrari agli alimenti GM.

Nelle lettere inviate al nuovo Presidente della Commissione JosÚ Barroso e al Presidente del Parlamento europeo Josep Borrell, i Verdi affermano che: '[l]a Commissione ha tolto la moratoria dell'Europa sugli OGM ed ha, fino ad ora, approvato ciascuna nuova richiesta di commercializzazione degli OGM nell'UE che ha ricevuto'.

'Il fatto che la Commissione possa prendere tali decisioni in assenza dell'accordo del Consiglio e senza l'appoggio del Parlamento Ŕ incompatibile con gli ideali democratici promossi dall'Unione', proseguono le lettere.

Tuttavia un portavoce del commissario per la Salute e la tutela dei consumatori David Byrne ha respinto l'argomentazione della non democraticitÓ della procedura di comitato, ed ha dichiarato al Notiziario CORDIS: 'Non Ŕ la prima volta che viene avanzato questo argomento, ed Ŕ semplicemente pretestuoso.
Il processo legislativo usato Ŕ stabilito nel trattato ed Ŕ stato adottato dal Parlamento e dal Consiglio nella piena consapevolezza delle sue conseguenze'.

Nella loro lettera a Barroso, i Verdi lo 'implorano fortemente' di rivedere le procedure di comitato per renderle pi¨ democratiche, includendovi un ruolo politico significativo per il Parlamento europeo. Ma il portavoce di Byrne ha dichiarato: 'Non Ŕ possibile che ogni decisione tecnica subisca una procedura di codecisione della durata di due anni. Il processo decisionale si incepperebbe fino ad arrestarsi'.

Fonte: Cordis (29/07/2004)
Pubblicato in Ecologia e Ambiente
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati
  • News.
  • Blog.
-
-

 
Disclaimer & Privacy Policy