Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Studio Usa, speranze per antibiotico contro cancro fegato


Nei topi linibizione di un gene chiamato Myc riassorbe i tumori al fegato in quattro settimane. Lo rivela uno studio della Stanford University di Palo Alto pubblicato su Nature, che apre nuove sp

Nei topi l'inibizione di un gene chiamato Myc 'riassorbe' i tumori al fegato in quattro settimane. Lo rivela uno studio della Stanford University di Palo Alto pubblicato su 'Nature', che apre nuove speranze contro la malattia nell'uomo: basterebbe trovare un antibiotico capace di bloccare il gene Myc per sconfiggere la malattia. Dean W. Felsher, autore della ricerca, spiega che l'inattivazione di Myc 'cancella' le alterazioni cancerose delle cellule e le spinge a maturare assumendo caratteristiche e funzioni tipiche del tessuto sano. Le sue osservazioni indicano che ''le cellule malate cominciano a differenziarsi e gradualmente ricostituiscono un normale tessuto epatico, completo di dotti biliari funzionanti.
Un successo particolarmente importante - spiega lo specialista - perche' ottenuto con una forma di tumore al fegato, il carcinoma epatocellulare, praticamente incurabile''. Secondo l'esperto, anche i pazienti con neoplasie epatiche causate da un'eccessiva attivita' di Myc potrebbero essere curati con terapie che inibiscono questo gene. Lo studio e' stato condotto in topi modificati geneticamente in modo da 'iperattivare' il gene Myc nel fegato. Infatti, precedenti ricerche avevano rivelato che diversi tipi di tumore sono associati a un'intensa attivita' di questo gene. L'importanza del gene Myc nello sviluppo del cancro al fegato e' stata anche confermata dal fatto che l'interruzione della somministrazione di dossiciclina faceva ridiventare cancerose le cellule epatiche e, in circa tre mesi, riappariva una massa tumorale. Tuttavia, le cellule malate si trasformavano nuovamente in cellule sane non appena veniva ripresa la terapia antibiotica. Secondo i ricercatori, la scoperta di questo meccanismo 'on-off' nella regolazione della crescita tumorale apre le strade a cure alternative a quelle basate sull'asportazione o sulla distruzione del tessuto canceroso. Infatti, alcune forme di tumore potrebbero essere guarite da un nuovo tipo di terapia, diretta a regolarizzare e normalizzare le funzioni delle cellule 'impazzite'.

Fonte: AdnKronos (12/10/2004)
Pubblicato in Cancro & tumori
Tag: fegato
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy