Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Parkinson, fermata morte neuroni in ratti


La terapia genica potrebbe un giorno rappresentare la cura contro il morbo di Parkinson. Infatti in esperimenti sui ratti una proteina neuroprotettiva traghettata nel loro cervello con un vettore vi

La terapia genica potrebbe un giorno rappresentare la cura contro il morbo di Parkinson. Infatti in esperimenti sui ratti una proteina neuroprotettiva 'traghettata' nel loro cervello con un vettore virale ha evitato la morte ai neuroni altrimenti 'vittime designate' della malattia.
L'ha riferito Patrick Aebischer, dell'Istituto Federale di Tecnologia sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze 'Pnas'.
Nei ratti trattati la malattia non segue il suo decorso progressivo ma i neuroni dopaminergici rimangono protetti dalla iper-produzione, indotta dalla terapia genica, della proteina protettiva.
Il morbo di Parkinson, che colpisce circa il 2% delle persone sopra i 60 anni, e' una grave malattia neurodegenerativa che colpisce un gruppo di neuroni importantissimi per i movimenti muscolari, i neuroni 'dopaminergici', cosi' detti perche' producono il messaggero chimico 'dopamina'.
Nei malati la progressiva scomparsa di questi neuroni crea impossibilita' di movimenti, coordinazione, tremori.
Vi sono molte varianti del morbo ed alcune hanno un'origine genetica, ovvero colpiscono individui geneticamente predisposti, di solito con una ricorrenza all'interno di nuclei familiari e spesso con un'eta' di insorgenza piu' bassa che il morbo non ereditario.
Proprio grazie allo studio di queste forme di Parkinson familiari nel tempo molti gruppi di ricerca hanno identificato proteine colpevoli di indurre la malattia. Una di queste e' la 'alfa-sinucleina'. Nei malati e' difettosa per cui si accumula ed e' tossica per i neuroni. Poi c'e' invece la proteina 'parkin'. Questa nella forma sana protegge i neuroni dalla morte ed evita l'accumulo di molecole come l'alfa-sinucleina. In alcune forme di Parkinson ereditarie la parkin e' difettosa.
I ricercatori hanno iniettato nel cervello dei ratti un vettore virale innocuo che portasse il gene sano per la parkin e la forma difettosa dell'alfa-sinucleina.
L'iniezione della sola alfa-sinucleina malata lascia morire i neuroni degli animali mettendo in atto gli stessi danni cellulari visibili nei malati. Invece la contemporanea iniezione del gene per la parkin difende le cellule nervose dai danni indotti di questa molecola tossica.
Secondo i ricercatori la terapia genica a base di parkin farebbe da scudo alla tossicita' dovuta a altre molecole presenti nei malati ed e' ora tempo di cercare la tecnica migliore per trasferire il gene parkin al maggior numero di neuroni possibile e poi testare gli eventuali effetti collaterali di questa terapia.

Fonte: Ansa (01/12/2004)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: Parkinson, neuroni
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy