Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Boncinelli, piu' siti dedicati a malattie rare


Creare piu siti specializzati che parlino delle cosiddette malattie rare: patologie che colpiscono un numero limitato di persone e che, proprio per questo, sono spesso escluse dai grandi canali dell

Creare piu' siti specializzati che parlino delle cosiddette malattie rare: patologie che colpiscono un numero limitato di persone e che, proprio per questo, sono spesso escluse dai grandi canali dell'informazione. E' l'appello dello scienziato Edoardo Boncinelli, direttore della Scuola internazionale superiore studi avanzati di Trieste, in occasione della tavola rotonda 'L'informazione in sanita' nell'era di Internet' organizzata dal'Agenzia Ansa per la presentazione del 'Progetto sanita' Italia'.
''Sarebbe estremamente utile - ha detto Boncinelli - fornire, su siti e rubriche, oltre ad un'informazione generalista, anche notizie4 qualificate riguardanti il pianeta spesso sottovalutato delle malattie rare''.
Si tratterebbe, secondo l'esperto, di una ''azione umanitaria'', ma anche di garantire un trattamento di parita' tra i pazienti: ''Le persone colpite da queste particolari patologie, infatti, sono in numero limitato, ma il fatto che anche l'informazione sia in questo settore limitata puo' determinare conseguenze gravi, impedendo ad esempio a questi pazienti di venire a conoscenza degli eventuali progressi compiuti, o di averne notizia troppo tardi''. Meglio ancora, ha aggiunto Boncinelli, ''sarebbe poi se, attraverso il sito, fosse possibile anche un filo diretto con un consulente specializzato, per garantire un contatto umano con il paziente. Sarebbe - ha concluso l'esperto - davvero un servizio di enorme importanza''.
Le malattie rare hanno una frequenza inferiore a 5 casi ogni 10 mila abitanti, ma sono moltissime: nel mondo, oggi, ne sono classificate circa 6.000 e in Italia sono 2 milioni i bambini che ne sono affetti (pari al 10% di tutti i casi di malattia in eta' pediatrica). Si tratta di malattie in gran parte di origine genetica, molto poco conosciute anche dai medici e poco studiate. Per questo, sono anche ridotte le terapie e, quando queste esistono, spesso comportano l'uso di farmaci orfani: che cioe' non produce nessuno perche' poco remunerativi. La conseguenza e' che, spesso, si impiegano anni anche per arrivare solo ad avere una diagnosi della patologia.


Fonte: Ansa (17/02/2005)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: malattie rare, rare, rara
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy