Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Creato chip per gestire pacemaker a distanza


Controllare un pacemaker in tempo reale e a distanza sara possibile grazie a un chip a basso consumo energetico che invia una quantita di informazione di 10 volte maggiore dei chip oggi in uso consu

Controllare un pacemaker in tempo reale e a distanza sara' possibile grazie a un chip a basso consumo energetico che invia una quantita' di informazione di 10 volte maggiore dei chip oggi in uso consumando solo un quinto.
A metterlo a punto un'azienda canadese di Ottawa, Zarlink Semiconductor, che ha annunciato anche la volonta' di usare il chip per controllare la glicemia dei diabetici, dosando l'insulina con una pompa interna.
Secondo quanto riferito dal general manager Steve Swift, con questo chip i medici potranno tenere sotto controllo il paziente a chilometri di distanza.
Mediante un meccanismo di invio informazioni nelle due direzioni il minuscolo chip puo' non solo avvertire il medico che un pacemaker sta funzionando in maniera anomala o che il ritmo cardiaco del paziente non e' corretto, ma puo' anche servire da veicolo per inviare in tempo reale comandi al pacemaker e 'aggiustare il tiro' del ritmo cardiaco senza bisogno di ricoveri ospedalieri e, in casi critici, agendo come un vero e proprio sistema salva-vita.
Poiche' e' a basso dispendio energetico e quando non invia informazioni 'dorme' senza consumare affatto energia, il chip ha assicurato Swift, avra' una autonomia enorme e senza precedenti.
Per questo gli esperti stanno pensando di usarlo anche per controllare i dosaggi di insulina nei diabetici, togliendo ai pazienti questo compito spesso soggetto ad errori che provocano bruschi innalzamenti o abbassamenti della glicemia.
Il medico o meglio ancora dei sistemi informatici di monitoraggio continuo, tramite il chip, potrebbe cioe' 'dialogare' con un rilevatore di glicemia che a sua volta comandi una pompa inserita nel paziente per somministrare insulina.
Ma per il futuro gli scienziati canadesi hanno grosse prospettive per questo chip: usarlo per esempio per regolare telematicamente stimolatori muscolari su pazienti che hanno lesioni spinali o sono reduci da ictus e devono fare riabilitazione, oppure per avvertire i centri di emergenza che un individuo cardiopatico ha un infarto e localizzarlo con un sistema GPS.

Fonte: Ansa (01/06/2005)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: pacemaker, GPSdiabete, glicemia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy