Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Patogeni ed evoluzione dei geni HLA


LimmunitÓ avrebbe dato forma alla diversitÓ dei genotipi HLA

La grande diversitÓ fisica che l'evoluzione ha forgiato negli esseri umani Ŕ sotto gli occhi di tutti, ma per quanto riguarda i geni che esibiscono la maggiore diversitÓ a livello di DNA, essa sembrerebbe dovuta a un processo completamente invisibile: l'immunitÓ.
I geni che codificano per le proteine HLA (Human Leukocyte Antigen) sono fra i pi¨ diversi nel genoma umano, e gli scienziati hanno avanzato numerose ipotesi per spiegarne il motivo. In uno studio pubblicato sulla rivista 'Current Biology', Franck Prugnolle e colleghi dell'UniversitÓ di Cambridge presentano nuove scoperte a sostegno della teoria per cui la forte diversitÓ dei genotipi HLA negli esseri umani ha avuto origine, in gran parte, dai differenti tipi di specie patogene incontrate dalle diverse popolazioni umane nel mondo.
Le proteine HLA di classe I sono fondamentali nel riconoscimento degli antigeni - frammenti di proteine estranee derivate da patogeni invasori - e nella loro presentazione sulle superfici delle cellule.
Le proteine HLA e gli antigeni che presentano vengono riconosciute da cellule immunitarie specializzate, suscitando una risposta immunitaria che combatte le malattie. Ma perchÚ i geni HLA sono cosý diversi? Numerosi fattori potrebbero contribuire, ma l'ipotesi principale Ŕ che gli stessi patogeni ne siano i responsabili. Studi precedenti avevano suggerito per esempio che gli individui con determinati genotipi HLA fossero pi¨ suscettibili (o resistenti) a certi patogeni rispetto ad altri. Se differenti versioni delle proteine HLA possono influenzare il modo in cui il sistema immunitario gestisce un particolare patogeno, allora in teoria i geni HLA si dovrebbero evolvere per fronteggiare in maniera pi¨ efficace di vari antigeni incontrati. Questa teoria Ŕ chiamata PDBS (pathogen-driven balancing selection).
Gli autori dello studio hanno messo alla prova l'ipotesi PDBS analizzando sequenze di HLA di 61 popolazioni umane di tutto il mondo, e confrontando il grado di diversitÓ con il numero di differenti patogeni noti nella regione geografica di ciascuna popolazione. Anche se parte della diversitÓ Ŕ dovuta alla storia migratoria delle popolazioni, i risultati mostrano una significativa correlazione fra la diversitÓ di HLA e la ricchezza 'locale' dei patogeni. Dunque la teoria PDBS sombrerebbe corretta.
F. Prugnolle, A. Manica, M. Charpentier, J. F. GuÚgan, V; Guernier, F. Balloux, 'Pathogen-Driven Selection and Worldwide HLA Class I Diversity'. Current Biology, Vol. 15, pp. 1022ľ1027 (7 giugno 2005). DOI 10.1016/j.cub.2005.04.050.

Fonte: Le Scienze (12/06/2005)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: hla, antigeni, immunitÓ
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy