Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

EuropaBio e la difficile armonizzazione della legislazione sulle staminali

Europa


L'associazione europea delle compagnie biotecnologiche, EuropaBio, ha avanzato dei dubbi sul fatto che possa esserci nell'Unione una posizione armonizzata sulla ricerca con le cellule staminal

L'associazione europea delle compagnie biotecnologiche, EuropaBio, ha avanzato dei dubbi sul fatto che possa esserci nell'Unione una posizione armonizzata sulla ricerca con le cellule staminali. Cio' comporta una disuguaglianza di condizioni per le compagnie che operano nel settore a seconda della legislazione nazionale.
La Commissione Europea, tramite il vicepresidente e commissario per le Imprese e l'industria GŘnter Verheugen ha presentato una proposta di Regolamento sui tessuti e le terapie avanzate che aspira a creare una legislazione comune nel campo biomedico tanto ampio e intricato come le terapie geniche, le cellule staminali o l'ingegneria dei tessuti, dove attualmente esiste un vuoto legale in ambito comunitario.
"Con questa proposta garantiamo il massimo livello di protezione della salute dei malati. Allo stesso tempo forniamo all'industria biotecnologica un quadro giuridico coerente nell'Ue che permetta l'innovazione, la crescita e la creazione di occupazione", spiega Verheugen.
Il problema delle cellule staminali di origine embrionale resta comunque aperto e secondo Heidi De Wit, presidente del gruppo di lavoro in terapie avanzate di EuropaBio, le istituzioni comunitarie non cambieranno la loro posizione attuale e continueranno a permettere che ciascuno Stato membro legiferi liberamente sulla possibilita' o meno di fare ricerche sulle staminali, in particolare su quelle embrionali. Il fatto che la questione venga affrontata con un Regolamento e non con una Direttiva e' la conferma, visto che il regolamento lascia ampio margine di manovra ai Governi nel recepimento, a differenza della direttiva che deve essere trasposta nelle leggi nazionali.
"Siamo molto lontani da raggiungere una armonizzazione in questo campo", commenta la De Wit che ritiene come la "mancanza di conoscenza ed esperienza" sia lo scoglio principale.

Fonte: Aduc (02/01/2006)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: europa, staminali
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy