Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Entro un mese, un centro di controllo per l'aviaria

Uccelli migratori


Una iniziativa FAo e Oie

Sara' lanciato entro un mese un centro di controllo e gestione della crisi legata all'influenza aviaria voluto dalla Food and Agriculture Organization (FAO) e dalla Organizzazione Mondiale per la Salute Animale (OIE) e denominato 'FAO/OIE Crisis Management Center' . Lo ha riferito Ron DeHaven del Department of Agriculture s (USDA) Animal and Plant Health Inspection Service (APHIS) statunitense nel corso di una conferenza stampa a conclusione di un incontro con esponenti della FAO.
La USDA, ha aggiunto DeHaven, si e' impegnata per un finanziamento di 4,2 milioni di dollari per supportare il FAO/OIE Crisis Management Center, che sara' lanciato entro un mese con uno staff di oltre 40 persone, con base alla FAO di Roma e che a regime, entro otto mesi, vedra' coinvolti fino a 60 operatori con la proiezione di un budget triennale di 28 milioni di dollari.
Il FAO/OIE Crisis Management Center, ha spiegato Dennis Carroll, Senior Infectious Diseases Advisor, Bureau for Global Health della USAID, servira' per tenere sotto controllo la diffusione dell'influenza aviaria negli animali dei vari paesi del mondo e inviera' esperti nei paesi dove sara' rilevata la presenza di uccelli infetti.
Ad oggi ci sono state poche infezioni sull uomo e tutte dovute a stretto contatto con animali infetti, ha dichiarato Carroll; per evitare che il virus si diffonda e che muti divenendo pandemico, l'importante e' limitare al massimo il carico del virus negli animali, domestici e non.
L'attivita' di controllo e' necessaria sul mercato del pollame per evitare che siano trasportati e commercializzati da un paese all'altro polli infetti, a livello dell'avifauna selvatica vanno attivate attente attivita' di monitoraggio.
Per la popolazione, ha concluso Carroll, rimangono validi i consigli di sempre: e' sufficiente rispettare le normali norme igieniche, non toccare uccelli selvatici, cuocere la carne di pollo. Per coloro che vivono a stretto contatto col pollame, soprattutto in paesi poveri come l'Africa, servono immediate campagne informative sul pericolo.
Il centro di controllo aiutera' i singoli paesi a far fronte a queste stringenti attivita' preventive perche', ha concluso Carroll, la prevenzione e' oggi la principale arma a disposizione contro una pandemia e piu' il virus circola tra gli animali piu' si fa alta la probabilita' che muti divenendo pandemico.

Redazione MolecularLab.it (11/05/2006)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: aviaria
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy