Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Nel 2007 in Italia la sperimentazione in fase 3 del vaccino anti-cocaina

Ragazzo


Il vaccino stimola la produzione di anticorpi specifici finalizzati a bloccare l'effetto gratificante della sostanza

Nicolette Ebsworth di Celtic Pharma, azienda detentrice del brevetto del vaccino anti-cocaina (cocaine addiction vaccine TA-CD), questa mattina al Cocaina Workshop di Verona ha confermato che i risultati dello studio in fase 2B del vaccino hanno fatto osservare una riduzione significativa del comportamento di autosomministrazione di cocaina nei vaccinati: l'effetto placebo (gruppo di controllo formato da pazienti in terapia metadonica) incide al 35%, mentre la riduzione dell'uso nei vaccinati (gruppo sperimentale) Ŕ superiore al 50%. Sembra quindi essere efficace. Ma prima che possa partire, nel 2007, la sperimentazione in fase 3, Ŕ necessaria una sperimentazione in fase 2B "allargata".
Il vaccino TA-CD agisce stimolando la produzione da parte dell'organismo di anticorpi specifici, finalizzati a bloccare l'effetto gratificante della sostanza, che resterebbero in circolo nel soggetto vaccinato almeno 6 mesi.
Sono comunque necessari degli approfondimenti che possano rispondere ad alcuni quesiti.
Ad esempio Ŕ necessario chiedersi se la riduzione di frequenza e intensitÓ di assunzione pu˛ considerarsi un valido obiettivo clinico del vaccino, rispetto alla completa eliminazione dell'uso. O ancora: quanto incide la motivazione dei consumatori di cocaina al trattamento? Quanto conta il sostegno psicologico (ad es. trattamento cognitivo comportamentale) alla farmacoterapia? E come si comporta il vaccino se il soggetto Ŕ dipendente da pi¨ sostanze?.
"Sono proprio questi gli approfondimenti che si renderanno necessari in una prossima fase di ricerca che deve considerare la complessitÓ dei fattori in gioco" ha sottolineato Giovanni Serpelloni, direttore del Centro di Medicina Preventiva di Verona che ha ospitato l'incontro.
Giovanni Serpelloni ha anche consigliato prudenza riguardo all'ipotesi giÓ circolante fra gli addetti ai lavori di un possibile trattamento del cocainismo con metadone, in quanto al momento non sono disponibili studi sull'argomento.

Fonte: Marco Mozzoni (02/01/2007)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: cocaina, TA-CD, dipendenze
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy