Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Spin-off lussemburghese ottiene un aumento di finanziamenti per la ricerca neurodegenerativa

Anziano


Il governo lussemburghese intende finanziare un progetto di ricerca sulle malattie neurodegenerative che verrà condotto dalla prima vera «spin-off» dell'Università di Lussembur

Il governo lussemburghese intende finanziare un progetto di ricerca sulle malattie neurodegenerative che verrà condotto dalla prima vera «spin-off» dell'Università di Lussemburgo, Axoglia Therapeutics.

L'accordo, che destinerà al progetto 795 000 EUR di fondi governativi, è stato firmato il 18 luglio. Si prevede inoltre un contributo pari a 300 000 EUR da parte degli investitori privati.

Il progetto intende sviluppare una nuova famiglia di molecole innovative che possono essere impiegate per curare malattie neurodegenerative e le infiammazioni del sistema nervoso, come quelle che colpiscono i malati di Alzheimer.


«In qualità di ministro dell'Economia e, in questo caso particolare, in qualità di fondatore dell'«Associazione Alzheimer lussemburghese», è particolarmente importante essere in grado di sostenere un progetto così promettente», ha affermato Jeannot Kreck? dopo la firma dell'accordo.

Axoglia Therapeutics è stata fondata in seguito alla scoperta di una molecola particolarmente promettente da parte di alcuni ricercatori dell'Università di Lussemburgo che hanno collaborato con il Centro nazionale francese per la ricerca scientifica (CNRS) e l'Università Louis Pasteur di Strasburgo. Le proprietà della molecola hanno suggerito che essa potrebbe essere impiegata per curare malattie quali la sclerosi multipla, il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson.

Ad oggi gli scienziati non sono riusciti a trovare una cura per le malattie che colpiscono il sistema nervoso centrale. I medicinali prescritti dai medici hanno un effetto antidolorifico o rallentano la velocità di avanzamento della malattia. La molecola che ora verrà studiata da Axoglia Therapeutics sembra essere in grado di arrestare il peggioramento della malattia e perfino di riparare le parti già danneggiate del sistema nervoso.



Fonte: Cordis (23/07/2007)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: Alzheimer, neurodegenerativo, Lussemburgo, ricerca
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy