Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Anticorpi ricombinanti umani contro il tumore alla prostata

Prostata


La ricerca si basa sulla produzione di anticorpi umani diretti contro i marcatori del tumore e in grado di combattere il cancro

Nel campo della ricerca per la cura del cancro alla prostata, sono allo studio nuove armi. Oggi questo tipo di tumore è diventato per gli uomini la seconda causa di morte. Le forme più aggressive di questo tumore, infatti, spesso non vengono sconfitte da terapie chirurgiche, radioterapie e cure farmacologiche. Inoltre oggi non sono disponibile degli strumenti di diagnosi precoce che riescano a valutare il grado di aggressività del tumore. Ora, grazie a nuovi studi, si cercherà di produrre anticorpi ricombinanti umani in grado di sconfiggere i biomarcatori che causano il cancro. Questo è l'obbiettivo nel campo biotecnologico della ricerca, che è portato avanti dal gruppo di ricercatori del professor Marco Colombatti, del dipartimento di Patologia della facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Verona. Questa ricerca è stata possibile grazie agli oltre 100 mila euro stanziati dall'Associazione per le Biotecnologie in Oncologia.

Il gruppo di ricerca di Colombatti collaborerà inoltre con un gruppo di ricerca diretto da Silvana Canevari dell'Unità di Terapie Molecolari dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Grazie ad uno studio approfondito delle proteine delle cellule tumorali prostatiche, i ricercatori potranno individuare l'anticorpo adatto a dirigersi contro il Prostate Specific Membrane Antigen, una proteina che si trova nelle cellule cancerogene, e anche contro altri marcatori che potranno essere scoperti grazie alla ricerca.
Con l'utilizzo di avanzate tecniche di DNA ricombinante, i ricercatori, analizzando gli anticorpi prodotti dai pazienti, potranno scoprire dei nuovi biomarcatori. Ricercatori, patologi e medici potranno così lavorare insieme per mettere a punto nuove tecniche diagnostiche e nuove terapie.
La ricerca dello staff di Marco Colombatti si concentra sulla produzione di anticorpi umani capaci di combattere il cancro alla prostata in fase avanzata. Grazie alla disponibilità di più anticorpi ricombinanti diretti contro i biomarcatori del tumore prostatico, sarà possibile, infatti, mettere a punto nuovi trattamenti di immunoterapia passiva per la cura del tumore. Queste nuove tecniche e la ricerca permetteranno di fare dei grandi progressi nel trattamento dei pazienti affetti da tumore alla prostata. In tempi brevi i ricercatori riusciranno ad ottenere l'unico anticorpo ricombinante umano contro il "Prostate Specific Membrane Antigen" in tutta Europa che consentirà di condurre studi più precisi ed efficaci mirati all'applicazione in pazienti affetti da questo tumore, tra cui i pazienti terminali, che attualmente sono trattati con cure convenzionali.

Redazione MolecularLab.it (10/09/2007)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: anticorpi, prostata
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy