Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Rhodococcus utile nella decontaminazione di terreni e acque dai pesticidi

Colonie Rhodococcus attorno cristallo di silicato


Uno studio dell'Istituto di ricerca sulle acque del Cnr identifica microrganismi in grado di metabolizzare i prodotti tossici utilizzati in agricoltura e risanare il suolo e le acque

Grazie ad uno studio realizzato dall'Istituto di ricerca sulle acque del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma (Irsa-Cnr), è stato possibile individuare alcuni gruppi di batteri in grado di eliminare dal suolo i residui velenosi dei pesticidi e, come precisa Anna Barra Caracciolo, ricercatrice Irsa-Cnr, "In particolare degli erbicidi triazinici, che sono tra i più utilizzati in Italia e nel mondo per il controllo selettivo delle erbe infestanti in diversi tipi di colture".
Uno dei principali fattori di contaminazione del suolo e delle acque sotterranee è l'utilizzo in agricoltura di queste sostanze che tendono a persistere nell'ambiente destando preoccupazione per la salute dell'uomo e degli ecosistemi.
Grazie ai microrganismi scoperti i ‘veleni' potranno essere rimossi dall'ambiente. Questi infatti sono in grado di utilizzare i pesticidi come fonte energetica. In tal modo un erbicida potrà essere definitivamente rimosso dall'ambiente grazie a una o più specie batteriche in grado di utilizzarlo come fonte di carbonio utile per la crescita.

Il ceppo batterico Rhodococcus wratislaviensis è risultato il più interessante grazie alla sua capacità di degradare e di mineralizzare l'erbicida terbutilazina e composti simili (terbutilazina, simazina e metaboliti), ed è il primo batterio noto per questa sua proprietà.
I composti triazinici sono tra quelli più frequentemente riscontrati nelle acque a concentrazioni superiori ai limiti di legge (0.1 mg L-1) quindi la scoperta di questo batterio in suoli ed acque può essere un indicatore per la valutazione del potenziale di attenuazione naturale presente negli ecosistemi contaminati da questo erbicida.
Inoltre questo batterio potrà esser utilizzato in opere di bio-risanamento di siti contaminati.

La ricercatrice del Cnr spiega "Le potenzialità di utilizzo dei batteri in campo ambientale sono praticamente illimitate e grazie a nuove tecniche molecolari basate sull'identificazione del DNA batterico che codifica l'acido ribonucleico ribosomiale (rRNA 16S) è oggi possibile individuare, riconoscere e classificare inequivocabilmente le comunità batteriche".
Lo studio dei microrganismi, in particolare batteri, e la loro classificazione, è stato per molto tempo limitato dalle esigue tecniche colturali ed analitiche disponibili. Queste han permesso sino ad oggi di identificare circa 3.000 specie, solo l'1-10 % circa di quelle esistenti.
Le nuove tecniche disponibili permetto una piu agevole identificazione e classificazione dei batteri. In particolare, la tecnica utilizzata dall'Irsa-Cnr si basa sull'identificazione dei batteri attraverso la ‘tecnica di ibridazione in situ' con sonde molecolari fluorescenti.
Si tratta il campione utilizzando brevi sequenze di DNA batterico ribosomiale (dette oligonucleotidi) legate ad un marcatore fluorescente ed altamente specifiche per il riconoscimento del gruppo di appartenenza. Si permette quindi alle sonde di entrare nelle cellule batteriche e di ibridarsi con le corrispondenti sequenze di RNA ribosomiale, se presenti. Se avviene l'ibridazione all'interno delle cellule batteriche è visualizzabile tramite un microscopio a fluorescenza un segnale luminoso che indica, inequivocabilmente, la presenza della specie o del gruppo batterico cercato".

Redazione MolecularLab.it (08/07/2008)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: triazina,, pesticidi,, Rhodococcus,, bioremediation,, inquinamento
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy