Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

L'integrità della ricerca è ben difesa nella maggior parte dei paesi europei

Ricercatrice sotto cappa


Procedure definite e linee di condotta chiare per ricercatori e organizzazioni permettono di evitare accuse di scorrettezze nel campo della ricerca

La maggior parte dei paesi europei hanno tutti gli strumenti per salvaguardare l'integrità della ricerca, questa è la conclusione cui è giunto un nuovo rapporto della Fondazione europea della scienza (FES).

Il rapporto, intitolato "Stewards of Integrity - Institutional approaches to promote and safeguard good research practice in Europe" ("Difensori dell'integrità - Approcci istituzionali per promuovere e difendere la buona prassi di ricerca in Europa"), fornisce una panoramica di come vengono affrontate le questioni di integrità della ricerca in 18 paesi europei.

Durante la stesura del rapporto, la FES ha esaminato associazioni culturali, organizzazioni che effettuano ricerca pubblica, agenzie di finanziamento della ricerca e altre organizzazioni centrali che si occupano delle accuse di scorrettezze nel campo della ricerca. Gli autori del rapporto erano interessati in particolare nei codici e nelle linee guida per promuovere la buona prassi di ricerca, nelle attività e nelle politiche delle organizzazioni che si occupano di integrità della ricerca e nelle procedure esplicite delineate per far fronte alle accuse di scorrettezze nel campo della ricerca.

Secondo quanto rilevato, la maggior parte dei paesi dispongono di meccanismi per promuovere la buona prassi nella ricerca.

"Non si può che essere contenti di vedere che nella maggior parte dei paesi le organizzazioni di ricerca si sono assunte la responsabilità di agire come "difensori dell'integrità", sviluppando codici di condotta chiari e stabilendo meccanismi forti per gestire le accuse di infrazioni," ha commentato il dott.
John Marks, vice capo esecutivo della FES, che ha fatto da supervisore alla stesura del rapporto.

Il rapporto rivela che i paesi usano un'ampia gamma di approcci per far fronte alle questioni di integrità della ricerca. Alcuni documenti sono di natura programmatica, poiché stabiliscono come ci si aspetta che si comportino gli scienziati. Altri esaminano i vari aspetti della buona condotta nella ricerca più dettagliatamente.

Alcune organizzazioni hanno codici regolatori chiari o linee guida che stabiliscono in modo chiaro le procedure per gestire le accuse di scorrettezze nel campo della ricerca e le sanzioni da applicare a coloro che sono riconosciuti colpevoli.

Sono relativamente pochi i paesi e le organizzazioni che dispongono di meccanismi espliciti per far fronte ai casi di scorrettezze nel campo della ricerca; dove esistono, spesso sono stati istituiti in seguito a gravi casi di scorrettezze nella ricerca.

Nel frattempo, molti dei paesi inclusi nel rapporto stanno in questo momento sviluppando e rifinendo ulteriormente le loro procedure. Ad esempio, un gruppo di lavoro in Austria ha raccomandato la creazione di corpi centrali per far fronte alle accuse di scorrettezze nella ricerca, mentre Regno Unito e Francia stanno organizzando workshop di politica con lo scopo di discutere i passi necessari per promuovere la buona prassi nella ricerca. A livello internazionale, il Global Science Forum dell'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) promuove lo scambio di idee su come affrontare le scorrettezze nel campo della ricerca, a livello della cooperazione internazionale della ricerca.

"Assistiamo ad una dinamica eccezionale nello sviluppo di strutture per l'integrità della ricerca," ha detto il dott. Marks. "Oggi sono sempre di più i paesi e le organizzazioni che si impegnano proattivemente nello sviluppo di strutture per incoraggiare l'integrità della ricerca. Sembra che gli sforzi per stimolare il dibattito sugli standard delle migliori pratiche, come il Global Science Forum dell'OCSE sull'integrità della ricerca e la conferenza mondiale sull'integrità della ricerca, stiano dando i loro frutti."

La FES, insieme ad altre organizzazioni, hanno adesso in programma l'organizzazione di un forum nel quale i responsabili della salvaguardia dell'integrità della ricerca possono scambiarsi idee ed esperienze e lavorare per lo sviluppo di standard armonizzati in tutta Europa.

Fonte: Cordis (01/09/2008)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: ricerca
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy