Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Avviato database sulla biodiversità

Cascata


Con appena un paio di click si potrà scoprire se una specie è diminuita, cosa succede se cambia il clima o la qualità dell'acqua o quali fattori ambientali sono importanti

Il primo nodo nazionale dell'Infrastruttura pan-europea su e-Science e tecnologia per i dati e gli osservatori della biodiversità, LIFEWATCH, comincerà presto a funzionare in Svezia e preparerà un database liberamente consultabile delle specie del paese. Il Consiglio svedese della ricerca ha assegnato 36 Mln SEK (3,75 Mln EUR) in finanziamenti a questo schema e ognuno dei 7 partecipanti al progetto aggiungerà altri 10 Mln SEK (1 Mln EUR).

Il più ampio progetto pan-eurpeo LIFEWATCH è attualmente nell'anno finale della sua fase preparatoria. Per i 3 anni della sua esecuzione ha ricevuto 5 Mln EUR in finanziamenti nell'ambito dell'azione Infrastrutture di ricerca del Settimo programma quadro (7PQ). Riunisce 29 partner, compreso il Consiglio svedese della ricerca, il Museo svedese di storia naturale e l'Università di Gothenburg.

Tutti e tre parteciperanno all'implementazione del contributo svedese a LIFEWATCH, insieme al Centro svedese di informazione sulle specie presso l'Università svedese di Scienze agrarie (SLU), le Università di Umea e Lund, l'Istituto svedese di meteorologia e idrologia (SMHI) e il Comitato svedese della pesca.
"La parte svedese costituisce ad oggi il primo nodo in Europa cui siano state assegnate delle sovvenzioni e si pensa che sarà uno dei fondamenti dell'intera struttura europea," dichiara il professor Lars Borjesson del Consiglio svedese della ricerca.

LIFEWATCH, nell'ambito della grande iniziativa europea per costituire infrastrutture di ricerca in vari campi della scienza, raccoglierà informazioni sullo stato delle specie animali e vegetali di tutta Europa. Comprenderà un sistema di osservatori marini, terrestri e d'acqua dolce e darà alla comunità della ricerca accesso comune a dati collegati e distribuiti provenienti da database e siti di monitoraggio. Inoltre, fornirà strutture computazionali in laboratori virtuali con strumenti analitici e di modelli nonché supporto e formazione per gli utenti.

L'impegno di riunire le miriadi di dati e informazioni in un formato comune ha lo scopo di facilitare le analisi e sarà molto prezioso per i ricercatori, gli analisti ambientali e le autorità governative.

"Con appena un paio di click si potrà scoprire direttamente se una specie è diminuita o aumentata, cosa succede se cambia il clima o la qualità dell'acqua o quali fattori ambientali sono importanti per le specie dei boschi in Gotaland," dice il professor Ulf Gärdenfors della SLU, che coordinerà il progetto LIFEWATCH in Svezia. Se va tutto secondo i programmi, il database svedese comincerà a funzionare fra tre anni.

Fonte: Cordis (29/07/2010)
Pubblicato in Ecologia e Ambiente
Tag: Lifewatch, biodiversita, database
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy