Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Sclerosi multipla e gravidanza

Gravidanza


L'esposizione a Interferone beta fino a quattro settimane dal concepimento è relativamente sicura

E' oggi noto che l'incidenza della Sclerosi Multipla tra le donne in età riproduttiva è molto elevata: si stima che circa 2 milioni di persone al mondo ne soffrano, con frequenza due volte superiore nelle donne rispetto agli uomini. Fortemente sentita e diffusa è l'esigenza tra le pazienti, future mamme, in cura con Inteferone - un farmaco modificante il decorso della malattia - di conoscere gli effetti di tale terapia sulla gravidanza, i rischi legati all'esposizione del farmaco, la necessità o meno di sospendere il trattamento prescritto per il controllo della Sclerosi Multipla, o addirittura di sospendere la gravidanza, per scongiurare effetti sul feto esposto in utero.

Il gruppo di studio SM-SIN Società Italiana di Neurologia coordinato dalla professoressa M.P. Amato, neurologa presso il Dipartimento di Neurologia dell'Università di Firenze, ha condotto una ricerca per valutare l'andamento della gravidanza e le conseguenze per il feto dell'esposizione in utero a Interferone , valutando inoltre rischio di aborto spontaneo.


Le pazienti intervistate sono state suddivise in due gruppi: un gruppo costituito da pazienti che avessero sospeso l' IFN- a meno di quattro settimane dal concepimento e quindi considerate "esposte" al farmaco ed un gruppo rappresentato da chi aveva sospeso la terapia più di quattro settimane prima del concepimento o che non era mai stata trattata.

Sono state analizzate 396 gravidanze di 388 pazienti, e di queste, 88 sono state classificate come "esposte" (esposizione media 4,6+/-5,8 settimane). I dati hanno mostrato che in queste pazienti la terapia non ha provocato alcun aumento di aborto spontaneo (OR 1,08, CI 95% 0,4-2.9), mentre è risultata associata con valore significativo a un peso ( PS 113,8 p < 0.0001) e a una lunghezza inferiori alla nascita (PS-adjusted -1.102, p < 0.0001)

L'incidenza di aborto spontaneo nelle pazienti "esposte" si è collocato in un range sovrapponibile a quella della popolazione generale italiana in quello stesso periodo. L'esposizione a IFN e la necessità di parto con taglio cesareo sono stati i soli fattori predittivi di un parto prematuro. Nei nati dalle pazienti "esposte" non si sono registrate complicanze significative a carico del feto e, nel corso del follow up durato in media 2,1 anni, non sono state riscontrate malformazioni o anomalie dello sviluppo.

"In conclusione ha dichiarato il professor Angelo Ghezzi, Segretario Gruppo di Studio SM-SIN- l'esposizione a IFN fino a quattro settimane dal concepimento è relativamente sicura e ciò rappresenta un riferimento importante per i neurologi che seguono pazienti con sclerosi multipla che progettano una gravidanza". "Inoltre ha concluso Ghezzi - questo studio, condotto su un'ampia casistica e con la partecipazione di molti centri clinici italiani, rafforza i dati di osservazioni precedenti condotte su piccoli numeri e dimostra l'alta qualità della ricerca italiana."

Redazione MolecularLab.it (28/02/2011)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: interferone, sclerosi multipla, gravidanza
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Societ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy