Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Scoperto in uomo virus scimmie simile a HIV


Si chiama spumaretrovirus il virus delle scimmie individuato per la prima volta nelluomo. Lo hanno scoperto ricercatori africani e statunitensi, che hanno assistito per la prima volta in un ambiente

Si chiama spumaretrovirus il virus delle scimmie individuato per la prima volta nell'uomo. Lo hanno scoperto ricercatori africani e statunitensi, che hanno assistito per la prima volta in un ambiente naturale alla trasmissione di un retrovirus dagli animali all'uomo. E' stato osservato cioe', e descritto sulla rivista The Lancet, un passaggio simile a quello che avrebbe dato origine all'Aids. Secondo gli esperti la caccia e l'abitudine di cibarsi di questi animali in Africa sta continuando a diffondere all'uomo varie forme virali, tra cui forse quelle da immunodeficienza delle scimmie (SIV), che in passato potrebbero essere state il tramite per la nascita dell'HIV, e di spumaretrovirus (SFV), come testimoniato per la prima volta in questo studio.
Per quanto non si conosca ancora l'entita' del rischio associato alla zoonosi (malattia infettiva animale trasmissibile all'uomo) di SFV, dichiara il coordinatore della ricerca Nathan Wolfe della Johns Hopkins University che ha lavorato con scienziati del Eitel Mpoudi-Ngole presso il Centro Medico Militare di Yaounde in Cameroon, queste pratiche cui le popolazioni rurali africane sono costrette per motivi di sopravvivenza potrebbero giocare un ruolo determinante nell'insorgenza di nuovi retrovirus umani.
Un ceppo di SFV, ipotizza l'esperto, potrebbe ad esempio determinare la nascita di una nuova emergenza infettiva per l'umanita' come in passato e' stato per l'HIV.
Lo studio che ha instillato il dubbio di questa nuova minaccia di malattie emergenti deriva dall'esame di 1800 persone in comunita' rurali del Cameroon, di cui 1100 hanno dichiarato di essere venuti in contatto con sangue o liquidi organici delle scimmie in seguito a pratiche di cacciagione e macellazione.
Mediante analisi del sangue gli scienziati hanno trovato che il sangue di 10 di questi individui aveva anticorpi contro tre tipi geograficamente distinti di SFV, acquisiti da mandrilli, gorilla e cercopiteco. Mandrillo e cercopiteco, sottolineano gli esperti, sono animali a rischio in quanto infettati spesso con SIV, virus 'cugino' dell'HIV.
Questi risultati dimostrano che i retrovirus passano normalmente da scimmie a uomo in Africa, diversamente da quanto supposto finora e cioe' che questo pericolo fosse circoscritto al personale degli zoo e dei centri di ricerca sui primati.
Cacciare le scimmie per loro e' una scelta obbligata, non hanno alternative per sfamarsi, denuncia Wolfe, ''se pero' pensiamo alle vite perse e ai miliardi spesi nel tentativo di combattere l'Aids - aggiunge - il costo di ridurre questo tipo di macellazione per prevenire un'altra pandemia sembra un investimento ragionevole''.

Fonte: Ansa (22/03/2004)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: hiv
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy