Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Presto test umani per nuovi gel anti-Hiv


Gli scienziati britannici stanno programmando una sperimentazione a larga scala sugli uomini di due nuovi gel pensati per evitare ad uomini e donne il contagio con il virus che causa lAids.
I ge

Gli scienziati britannici stanno programmando una sperimentazione a larga scala sugli uomini di due nuovi gel pensati per evitare ad uomini e donne il contagio con il virus che causa l'Aids.
I gel, o microbicidi, agiscono come un preservativo invisibile e potrebbero offrire una protezione aggiuntiva contro il virus che ha infettato 40 milioni di persone in tutto il mondo.
Gli esperti di Aids stimano che anche una efficacia parziale dei microbicidi possa prevenire 2,5 milioni di morti per Aids nei prossimi tre anni.
'Abbiamo disperatamente bisogno di nuovi metodi per prevenire la trasmissione dell'Hiv', ha detto il professor Jonathan Weber, dell'Imperial College London, che sta lavorando al progetto.
I preservativi sono il miglior metodo per prevenire l'infezione da Hiv, ma non tutti li usano.
I microbicidi permetterebbero alle donne, che contano la metÓ delle nuove infezioni da Hiv in tutto il mondo, di proteggersi nel caso in cui i loro partner non usino il condom.
Gli esperti di Aids sostengono che i microbicidi, applicati prima del sesso, hanno una efficacia maggiore se usati insieme ad altri metodi di prevenzione dell'Aids e possono proteggere anche da altre malattie sessualmente trasmesse.
'Abbiamo bisogno di un prodotto che uomini e donne trovino culturalmente e personalmente accettabile, gratis o ad un costo molto basso', ha detto in una conferenza stampa Robin Gorna, del dipartimento per lo sviluppo internazionale britannico.
Sessante prodotti microbicidi sono in fase di sviluppo in tutto il mondo e 14 sono giÓ ai test clinici. Il programma di sviluppo britannico prevede di iniziare gli esami su essere umani di due microbicidi vaginali, Pro-2000 e Emmelle, sviluppati dalla societÓ britannica ML Laboratories.
Gli esami permetteranno ai ricercatori di vedere se i prodotti, che hanno avuto una provata efficacia negli esami di laboratorio e sugli animali, prevengono le infezioni sugli umani.
Circa 12mila donne saranno necessarie per i test condotti in Africa, dove risiede la maggioranza dei malati di Hiv/Aids.

Fonte: Reuters (24/03/2004)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: hiv
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy