Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Scienziata premiata per la ricerca sull'AIDS

Ricercatrice


La dott.ssa Ana Abecasis ha analizzato come la resistenza dell'HIV ai farmaci antiretrovirali e la mutazione del virus portano alla resistenza per alcuni ceppi

Il numero di donne nel campo della scienza, della tecnologia e dell'innovazione è tanto basso da destare preoccupazione. Tra le molte iniziative europee per affrontare questo squilibrio, c'è la L'Oréal Portugal Honour Medals for Women in Science, che ha premiato una scienziata finanziata dall'UE per il suo impegno nella ricerca sul virus dell'AIDS e la sua resistenza ai farmaci antiretrovirali.

La dott.ssa Ana Abecasis è una ricercatrice che lavora nell'ambito del progetto CHAIN ("Collaborative HIV and Anti-HIV Drug Resistance Network"), con un finanziamento di 13 milioni di euro (10 milioni dei quali sono stati erogati dall'UE). Il premio è sponsorizzato da un partenariato tra L'Oreal Portugal, la Commissione nazionale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) e la Fondazione per la scienza e la tecnologia.
Il premio, del valore di 20 000 euro, è rivolto a giovani detentori di un dottorato di ricerca al di sotto dei 35 anni di età che lavorano nel campo della salute e dell'ambiente in Portogallo.

Il progetto CHAIN è un approccio integrato su larga scala che ha lo scopo di combattere la resistenza ai farmaci anti-HIV nuova ed esistente. La rete pan-europea di monitoraggio e attività di ricerca di base si occupa: di monitorare come si sviluppa e si evolve la resistenza, di migliorare la conoscenza dei meccanismi dello sviluppo della resistenza e di fornire nuove e migliori strategie per valutare e limitare l'emergere e la trasmissione della resistenza ai farmaci anti-HIV.

La dott.ssa Abecasis, che lavora presso l'Instituto de Higiene e Medicina Tropical (IHMT) dell'Universidade Nova de Lisboa, ha analizzato come la resistenza dell'HIV ai farmaci antiretrovirali e la mutazione del virus portano alla resistenza per alcuni ceppi. La conclusione è che sono necessarie terapie più tossiche e costose a causa della resistenza. Inoltre, i dati hanno dimostrato che circa l'8 % dei pazienti cui viene diagnosticato l'HIV in Portogallo hanno ceppi della malattia resistenti agli antiretrovirali.

"Il premio è un ottimo incentivo per continuare la nostra ricerca e contribuisce a dare visibilità al nostro lavoro", dice la dott.ssa Abecasis. "Il team di CHAIN - continua - ha intenzione di studiare più a fondo come le mutazioni della resistenza ai farmaci sono trasmesse a malati di HIV non curati. In futuro, vorremmo capire gli schemi comportamentali associati alla trasmissione della resistenza ai farmaci", spiega la scienziata vincitrice della medaglia.

Redazione MolecularLab.it (06/05/2013)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: finanziamento, HIV, donne, ricercatore
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Dossier Aiuta la RicercaWorld Community Grid per aiutare la ricerca scientifica
Aiuta la ricerca scientifica!
Cancro, AIDS, SARS, malaria:
Il modo diretto e facile per lo sviluppo di nuove cure.
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy