Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Varie
 Università, Orientamento, Lavoro
 Ecco alcune dritte per lavoro all'estero
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Università e Lavoro: Siti di Università - enti di ricerca e Lavoro Ultime notizie
Pagina Precedente | Pagina Successiva

Tag   lavoro    lavoro estero  Aggiungi Tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione
Pagina: di 11

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 29 marzo 2009 : 12:35:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
ho letto in alcuni siti di università americane che bisogna avere questi certificati anche un anno prima della domanda di dottorato,ma non so se ho capito bene


Mi sembra strano, anche perchè il certificato dura 2 anni. Certo forse per te è più conveniente farlo con qualche mese in anticipo così nel malaugurato caso in cui non lo passassi (non per portare sfiga eh!) hai tempo per rifarlo.

Citazione:
Inoltre a livello burocratico è sufficiente spedire la domanda con tutti i documenti che richiedono e basta?? O bisogna avere qualche contatto diretto magari tramite prof etc??


I contatti non guastano mai, ma se non ce li hai fa nulla, penseranno comunque loro a contattare il prof con cui hai fatto la tesi (il cui nome/indirizzo avrai messo nel CV immagino).

Citazione:
un'ultima cosa su cui sono un pò perplessa è riguardo le lettere di raccomandazione...dovrei andare dai miei attuali prof e dir loro "mi fa una lettera di raccomandazione per il phd negli usa?"


Sì. Forse è l'utilizzo del termine "raccomandazione" che ti lascia un po' perplessa, ma è semplicemente una brutta traduzione. La lettera di raccomandazione è a tutti gli effetti una lettera di "presentazione". Insomma, il tuo nuovo capo vuole sapere dal tuo vecchio capo se tu sei una persona valida oppure se è meglio lasciare perdere perchè l'ultima volta che hai preso in mano una provetta hai fatto esplodere il lab!
A seconda di dove vai potrebbero poi richiederti di fare un colloquio (che volendo si può fare anche via telefono/skype) e in alcuni posti di fare una presentazione del tuo precedente lavoro, anche se questo di solito si fa per i postdoc.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

phoebe28
Nuovo Arrivato



3 Messaggi

Inserito il - 29 marzo 2009 : 12:54:36  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di phoebe28 Invia a phoebe28 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ok grazie mille per le info!!
Torna all'inizio della Pagina

biotool
Nuovo Arrivato



97 Messaggi

Inserito il - 29 marzo 2009 : 17:43:08  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di biotool Invia a biotool un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao ragazzi!
scusate le banalità delle domande: come si traduce perito chimico in inglese (o diploma di perito chimico) da inserire nel CV?

secondo voi se si manda il CV ad aziende in Italia non è opportuno inviarlo in inglese?

grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 29 marzo 2009 : 17:51:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non credo ci sia una vera e propria traduzione, potresti lasciare la dicitura italiana con una spiegazione in inglese fra parentesi es:

"Perito chimico" (chemistry specialist, Italian high-school diploma).

Oppure dire qualcosa tipo:

High school diploma with specialisation in chemistry.

---

Mandando il CV in Italia io personalmente manderei CV in inglese e lettera di accompagnamento in italiano, ma non credo che il CV in italiano ti farebbe perdere punti.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

stjarna
Nuovo Arrivato



1 Messaggi

Inserito il - 06 aprile 2009 : 22:57:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di stjarna Invia a stjarna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Salve a tutti, sono una laureanda in Biologia applicata alla ricerca biomedica (veramente agli sgoccioli!)..come la maggior parte dei miei colleghi biologi cerco di chiarirmi le idee su un impiego futuro, in particolare sto programmando un trasferimento in svizzera italiana.
Premettendo che non intendo iscrivermi ad una scuola di specializzazione in italia (es. chimica clinica), quali sono i requisiti per poter essere assunti in ambito ospedaliero in svizzera? ho spulciato i siti delle varie uni losanna, basel, berna..ma nn si parla di scuole di specializzazione e simili; qualcuno sa darmi qualche consiglio in merito? grazie dell attenzione


Torna all'inizio della Pagina

jdannunzio
Nuovo Arrivato

paz

Prov.: (CH)
Città: Vasto


6 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2009 : 11:41:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jdannunzio Invia a jdannunzio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao a tutti,
Sono uno studente di Biotecnologie (specialistica) che vorrebbe fare la tesi in Olanda, da discutere poi qui in Italia.
Parlando con diversi prof. ho capito che dovrei fare un erasmus "placement".
Spulciando i Link da voi indicati precedentemente ho trovato moltissime offerte di PhD student, che non fanno però al caso mio visto che i tempi per fare una tesi vanno da 4 a 9 mesi al massimo.
Avete qualche conoscenza a riguardo?
Thx

Jhonny
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2009 : 13:08:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non devi cercare offerte di PhD (=dottorato) ma di MSc (Master of Science) o Master thesis o qualcosa del genere.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Ayla
Utente Junior

guardiano

Città: Wageningen


573 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2009 : 13:32:06  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Ayla Invia a Ayla un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Allora, per fare l'Erasmus ti devi innanzitutto rivolgere alla tua università (ufficio stage, erasmus ecc.) e vedere quali "flussi" hanno verso l'Olanda (ti consiglio di contattare poi il prof responsabile del flusso per maggiori info).
Una volta fatto il concorso erasmus (che però per quest'anno potrebbe essere già scaduto) ti devi mettere in contatto con l'Uni all'estero e fare tutta la burocrazia del caso. Per alcuni atenei la scadenza per partecipare all'anno accademico successivo è ad aprile, quindi forse dovrai aspettare un anno!
Il motivo per cui i link di questo post sono per lo più per dottorati è perché, come dice il titolo stesso, sono dritte per il LAVORO all'estero, e in certi paesi (come in Olanda) il PhD è un lavoro a tutti gli effetti.
Se ti dovesse andare male (perché è troppo tardi), non disperare: potrai sempre fare domanda per il progetto Leonardo una volta laureato, o per altri progetti di scambio per fare uno stage di alcuni mesi.
Buona fortuna
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2009 : 14:52:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dimenticavo che puoi anche guardare su http://www.findamasters.com/

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

jdannunzio
Nuovo Arrivato

paz

Prov.: (CH)
Città: Vasto


6 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2009 : 21:07:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jdannunzio Invia a jdannunzio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ok grazie mille x le info.
Torna all'inizio della Pagina

caramella
Utente Junior




127 Messaggi

Inserito il - 10 maggio 2009 : 11:41:45  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di caramella Invia a caramella un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Oppure puoi fare come ho fatto io: vai in giro a chiedere ai professori del tuo ateneo se hanno contatti all'estero, dove, con quali professori e in che ambiti di ricerca, e se ci sia la possibilità di svolgere progetti di tesi all'estero. In questo caso però non risulteresti come studente erasmus e quindi dovresti provvedere tu stesso alle spese per mantenerti oppure cercare di ottenere una borsa di studio (il che, in Italia, scordatelo... sarebbe meglio che tu chiedessi al tuo ipotetico supervisor all'estero che ti indirizzi verso enti e organizzazioni che possono darti una borsa di studio).
In questo caso non è mica tardi.. Buona fortuna!
Torna all'inizio della Pagina

davidet
Nuovo Arrivato



44 Messaggi

Inserito il - 03 luglio 2009 : 07:19:46  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di davidet Invia a davidet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Perche` quelli che sono in UK non fanno un report su tale paese?
ciao
Torna all'inizio della Pagina

summerina
Nuovo Arrivato



1 Messaggi

Inserito il - 11 agosto 2009 : 20:23:30  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di summerina Invia a summerina un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao,scusate ma la mia è una domanda molto più generale.Io vorrei lavorare all'estero ma credevo che a differenza dell'italia fosse molto più facile trovare lavoro anche solo con laurea di 5 anni senza il phd..con il dottorato non si dovrebbe insegnare nelle facoltà?a me interessa in generale fare ricerche,qual è la differenza lavorativa con e senza dottorato all'estero?grazie...
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 18 agosto 2009 : 11:44:24  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Se vuoi diventare ricercatrice avrai la vita più facile avendo un PhD, sia perchè impari molto facendolo, sia perchè ti si aprono molte più offerte di lavoro.

Nulla ti vieta ad ogni modo di lavorare in un lab senza avere un PhD.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Kalos
Nuovo Arrivato




13 Messaggi

Inserito il - 23 agosto 2009 : 21:31:16  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Kalos Invia a Kalos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ragazzi un paio di domande:
sono veramente attratto dall'opportunità di lavorare come ricercatore all'estero ma purtroppo l'unica lingua che maneggio è l'italiano.
Ho 18 anni e ho appena finito il liceo classico (ergo inglese nada)...secondo voi meglio lasciar perdere la ricerca all'estero se non si sa l'inglese?
per andare all'estero basta un inglese "base" che cercherò di costruirmi da me durante i 5 anni di studio universitario (3 di laurea+2 di specialistica) che ho intenzione di fare in italia per poi trasferirmi?
Vi prego, massima sincerità. Sto in crisi.
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 10:25:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Ho 18 anni e ho appena finito il liceo classico (ergo inglese nada)...secondo voi meglio lasciar perdere la ricerca all'estero se non si sa l'inglese?


Hai ancora 5 anni di università... sono più che sufficienti per imparare!!! Una vacanza-studio in Inghilterra potrebbe essere ad es. un ottimo e divertente modo di imparare la lingua.

E comunque la lingua si impara... io quando sono arrivato qui non parlavo una parola di francese, ora dopo meno di un anno parlo e scrivo senza troppi problemi

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Kalos
Nuovo Arrivato




13 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 10:54:42  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Kalos Invia a Kalos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mettiamola così:
-non mi spiacerebbe affatto fare ricerca
-non mi spiacerebbe andarmene dall'italia
L'unico mio turbamento è la lingua straniera da conoscere affinchè ti accettino in qualche laboratorio straniero.
Ad esempio, per andare in Francia, che lingua era richiesta? sempre l'inglese?

Chik ne approfitto per farti un'altra domanda, anzi 2:
- conviene prendersi triennale e specialistica in italia e poi trasferirsi oppure far ela triennale in italia e andare direttamente all'estero?
-all'estero, un ricercatore con laurea quinquennale, non dico che guadagni cifre esorbitanti, ma fa una vita decente? Gusto per sapere anche se ciò non influenzerà la mia scelta, la ricerca è una passione che ho sempre avuto.
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 13:58:13  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
L'unico mio turbamento è la lingua straniera da conoscere affinchè ti accettino in qualche laboratorio straniero.

Come prima cosa guardano se sei capace. La lingua poi si impara e, come dicevo, hai tutto il tempo per farlo.

Citazione:
Ad esempio, per andare in Francia, che lingua era richiesta? sempre l'inglese?

In lab puoi parlare in inglese senza (troppi) problemi. Però quando vai dal panettiere scordatelo... e GFPina ti può raccontare storie più paurose sulla Finlandia!!!

Citazione:
conviene prendersi triennale e specialistica in italia e poi trasferirsi oppure far ela triennale in italia e andare direttamente all'estero?

Se non mastichi per nulla l'inglese doversi fare tutte le lezioni (e gli esami) in inglese potrebbe essere dura, ma con buona volontà si fa tutto. Personalmente tuttavia io sono convinto che il metodo di insegnamento dell'università italiana in media sia migliore di molte università di paesi anglofoni (parlo ovviamente di università "medie". Chiaramente se vai in posti un po' più "posh", tipo Cambridge, allora è tutta un'altra storia).

Citazione:
all'estero, un ricercatore con laurea quinquennale, non dico che guadagni cifre esorbitanti, ma fa una vita decente? Gusto per sapere anche se ciò non influenzerà la mia scelta, la ricerca è una passione che ho sempre avuto.

Ovviamente dipende da dove vai. Una grossa differenza è che all'estero anche come ricercatore senza posto garantito vita natural durante riesci senza troppi problemi ad avere un mutuo... in Italia invece è molto più dura. Personalmente ti posso dire che qui la qualità di vita è abbastanza alta e si vive senza troppi problemi (chiaro, non ho la villa con piscina, ma non è che me la aspettassi!)

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

GFPina
Moderatore

GFPina



8329 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 15:01:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di GFPina  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di GFPina Invia a GFPina un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da chick80

... io quando sono arrivato qui non parlavo una parola di francese, ora dopo meno di un anno parlo e scrivo senza troppi problemi

Ulalalà, très bien alors nous pouvons écrire en Français!

Citazione:
Messaggio inserito da chick80

In lab puoi parlare in inglese senza (troppi) problemi. Però quando vai dal panettiere scordatelo... e GFPina ti può raccontare storie più paurose sulla Finlandia!!!


No chick80 vuole solo spaventarti! Io sono in Finlandia da tanto quanto chick80 è in Francia ma... ho imparato tante belle paroline in Finlandese che però non so mettere assieme! Va beh il Finlandese è abbastanza complicato, ma i Finlandesi ne sono consapevoli (e sono anche 4 gatti), quindi sanno praticamente tutti l'Inglese e la vita qua non è poi così difficile!
Tieni conto che il tecnico di laboratorio è qua da 11 anni, spostato con una Finlandese e con 2 figli e... non parla una parola di Finlandese ma continua imperterrito a parlare Inglese (in realtà siamo tutti convinti che lo capisca, ma faccia finta di non capire!).
In laboratorio parlano tutti tranquillissimamente Inglese, in realtà i miei bei problemi li ho con personale di servizio che non capisce l'Inglese... ma cerco di cavarmela in qualche modo! Al di fuori del labo, dal panettiere ci puoi andare tranquillamente e parlare Inglese, è più complicato fare la spesa al supermercato e leggere gli ingredienti... io sto imparando lo Svedese in compenso!
Ovviamente qua nessuno si aspetta che tu per venire a lavorare qua sappia il Finlandese, ovviamente parlo di laboratorio!

Comunque in sostanza concordo appieno con quanto dice chick80!
Tieni presente che comunque l'Inglese è la lingua scientifica, quindi lo "devi" sapere! Poi una volta che sai quello vai tranquillamente dappertutto, e le altre lingue nel caso si imparano sul posto (a parte il Finlandese!)

Citazione:
all'estero, un ricercatore con laurea quinquennale, non dico che guadagni cifre esorbitanti, ma fa una vita decente? Gusto per sapere anche se ciò non influenzerà la mia scelta, la ricerca è una passione che ho sempre avuto.

Anche qua la vita è più cara, ma lo stipendio è più alto, quindi si vive decentemente!

Citazione:
Messaggio inserito da chick80

(chiaro, non ho la villa con piscina, ma non è che me la aspettassi!)

Beh quando ce l'avrai fammi un fischio che vengo a trovarti!

Torna all'inizio della Pagina

Kalos
Nuovo Arrivato




13 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 21:12:10  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Kalos Invia a Kalos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie ragazzi.
Avrei un'altro dubbio...
dopo la triennale in biotecnologia quale specialistica mi consigliate proseguire nella ricerca (che non sia clonazione ma altro..).
Che altri tipi di ricerca "posso fare"?
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 22:03:21  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Come già detto molte volte, scegli la specialistica con gli esami che ti intrigano di più. La specialistica non ti bloccherà per nulla qualsiasi ambito di ricerca tu voglia prendere.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

GFPina
Moderatore

GFPina



8329 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 22:12:58  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di GFPina  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di GFPina Invia a GFPina un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Kalos

Grazie ragazzi.
Avrei un'altro dubbio...
dopo la triennale in biotecnologia quale specialistica mi consigliate proseguire nella ricerca (che non sia clonazione ma altro..).
Che altri tipi di ricerca "posso fare"?


Direi che hai veramente tutto il tempo per pensarci con calma, inizia a scegliere la triennale, imparerai molte cose e avrai le idee più chiare su che scelta fare. Alla fine nessuno puoi dirti cosa fare, ma farai quello che ti piacerà di più. Quindi inizia a frequentare la triennale e intanto guardati intorno per le specialistiche, tempo per decidere ne hai.
La "ricerca" non è certo "la clonazione"


Torna all'inizio della Pagina

Kalos
Nuovo Arrivato




13 Messaggi

Inserito il - 24 agosto 2009 : 22:19:45  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Kalos Invia a Kalos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Pina potresti passare in sezione Biotec?
Vorrei approfondire un attimo la questione della ricerca anche con te possibilmente.
Grazie.
Torna all'inizio della Pagina

RNA world
Utente Junior

dna



370 Messaggi

Inserito il - 29 agosto 2009 : 12:26:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di RNA world Invia a RNA world un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
MI inserisco in questa discussione...

quando si va a fare un'interview all'estero per un phd, come funziona?

Il candidato deve ovviamente leggersi un pò di articoli del prof. con cui va a parlare, ma di solito di cosa si parla? il prof. da cosa capisce che potresti essere la persona giusta per entrare nel suo gruppo?

grazie
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11486 Messaggi

Inserito il - 29 agosto 2009 : 13:31:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dipende.
Le ultime 2 interview che ho fatto sono state una via Skype e una per telefono (ero in NZ... non troppo comodo spostarsi in Europa per un'interview!)

Essenzialmente (soprattutto in una delle 2, che è durata circa 1 ora e mezzo) abbiamo parlato di scienza pura e semplice. Io gli ho spiegato il mio progetto di PhD, lui mi ha parlato della sua ricerca e ci siamo fatti domande a vicenda. E' stato molto interessante in realtà.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 11 Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-14 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina