Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Fumatori con bpco rischiano tre volte in piu' tumore


Un fumatore che si ammala, nel corso della vita, di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) corre un rischio almeno tre volte maggiore di essere colpito da tumore al polmone rispetto ai fumatori c

Un fumatore che si ammala, nel corso della vita, di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) corre un rischio almeno tre volte maggiore di essere colpito da tumore al polmone rispetto ai fumatori che non sono affetti da questa patologia. A rivelarlo e' uno studio internazionale presentato all'ultimo congresso dell'America Thoracic Society tenutosi a Orlando (Florida), e al quale ha partecipato Leonardo Fabbri, direttore del dipartimento di medicina respiratoria dell'universita' di Modena e Reggio Emilia e chairman del progetto Gold Internazionale (global initiative on obstructive lung disease). Lo studio e' stato presentato oggi a Roma. Fabbri, presente questa mattina a una conferenza stampa sulla giornata mondiale della Bpco, in programma domani, ha illustrato i risultati dell'indagine: uno studio retrospettivo condotto sui dati raccolti dai medici di famiglia inglesi su 19.034 pazienti a cui era stato diagnosticato un tumore al polmone. In 3.117 pazienti (il 16,4% del campione) era stata in precedenza diagnosticata la Bpco, e in questi si e' riscontrata un'incidenza di tumori tre volte maggiore. ''Se il rapporto tra fumatori e non fumatori di sviluppare tumore al polmone e' di 20 a 1, il rapporto tra i fumatori affetti di Bpco e fumatori non colpitii da Bpco e' di 60 a 1. Questo ampio studio condotto nel Regno Unito richiama definitivamente l'attenzione sulla Bpco come principale fattore di rischio. Da qui l'importanza di controllare i pazienti che hanno fumato per anni, al fine di scoprire non solo la Bpco ma anche, in fase sempre piu' precoce, il tumore del polmone, e avere quindi maggiori possibilita' di cura''. La Bpco e' in continua espansione, sia nei Paesi industrializzati che in quelli in via di sviluppo. ''Entro il 2015 - aggiunge Fabbri - a causa dell'inquinamento atmosferico e dal fumo di tabacco la prevalenza della malattia aumentera' del 50% negli uomini e addirittura del 130% nelle donne.
Inoltre, una proiezione sulle variazioni di incidenza delle principali cause di morte vedra', nel 2020, la Bpco al primo posto. Il tasso di mortalita' nel mondo e' salito in trent'anni del 71%, mentre per le malattie cardiache si e' ridotto del 45% e per le malattie vascolari cerebrali del 58%''. ''La broncopneumopatia cronica ostruttiva - spiega Lorenzo Corbetta, vicedirettore della clinica di malattie dell'apparato respiratorio del Policlinico di Modena - e' attualmente la quarta causa di morte nel mondo, a pari merito con l'Aids ma, a differenza di esso, colpisce soprattutto nei Paesi industrializzati. In Italia le malattie respiratorie sono la terza causa di morte e, di queste, la Bpco riguarda il 50-55% dei casi. Si tratta dunque di una vera e propria emergenza che ha costi sanitari altissimi e che riguarda il 6-7% della popolazione italiana, tuttavia il 60-70% dei malati ignora di soffrire di questa patologia. Da qui - sottolinea Corbetta - l'esigenza di sensibilizzare e informare, anche perche' una diagnosi precoce puo' arrestare il progredire della malattia''. ''La broncopneumopatia cronica ostruttiva ha un decorso talmente doloroso - prosegua Corbetta a margine della conferenza - che stiamo cercando di proporre l'uso di morfina per alleviare la sofferenza dei malati terminali''. La Bpco ha un forte impatto non solo sulla salute e la qualita' di vita di chi ne e' colpito ma anche per i sistemi sanitari nazionali, in particolar modo quello italiano, dove il progressivo aumento della popolazione anziana e la difficolta' a gettar via il pacchetto di sigarette rendono questa patologia tra le maggiori priorita' sanitarie. ''Ed e' quando la malattia si riacutizza - spiega Corbetta - che i costi aumentano soprattutto a causa dei ricoveri. Inoltre quando progredisce si deve ricorrere a terapie sempre piu' complesse, che comprendono, nei casi piu' gravi, l'ossigenoterapia a lungo termine, la ventilazione meccanica e le terapie riabilitative. In media lo Stato spende, per ogni paziente, circa 1.300 euro l'anno, che pero' aumentano anche di molto nel paziente grave. A tutto cio' si devono poi sommare le giornate di lavoro perse''. Nonostante questi numeri, l'attenzione, in Italia, non e' tuttavia abbastanza alta. ''Da anni - afferma Maria Adelaide Franchi, presidente dell'associazione italiana pazienti Bpco - combattiamo per un'attivita' di informazione sempre piu' accurata non solo verso i cittadini ma anche e soprattutto verso le istituzioni''. ''La Bpco non si puo' curare - aggiunge Fabbri - ma e' fondamentale da una parte la prevenzione, dall'altra la ricerca di soluzioni che aumentino la qualita' di vita dei malati. Per questo, nella terza Giornata mondiale, chiediamo alle istituzioni di aiutarci a diffondere l'uso della spirometria, a garantire livelli di assistenza uguali su tutto il territorio, a organizzare corsi di formazione e informazione, e a inserire la Bpco tra le malattie croniche''. Un apporto fondamentale per il paziente puo' venire anche dalla riabilitazione. ''E' in grado di ridurre il decorso della patologia aumentando la sopravvivenza - spiega Sergio Bonini, direttore scientifico del San Raffaele Pisana di Roma - limitare i sintomi della malattia, migliorare la qualita' della vita e accrescere la capacita' di svolgere attivita' fisica''.

Fonte: AdnKronos (17/11/2004)
Pubblicato in Cancro & tumori
Tag: Bpco, fumatore, fumo, polmone
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy