Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Grande fiducia medici italiani nella ricerca


Dal 90% si a uso staminali embrionali

I medici sono i primi ad avere grande fiducia nella ricerca biomedica e biotecnologica e nei suoi risultati, ma non incondizionata. Il 66,8% e' convinto che si potra' ottenere la sconfitta delle malattie genetiche e delle altre patologie gravi, mentre solo il 21% pensa che lo sviluppo della ricerca portera' a discriminazioni sociali o non avra' effetti sul fronte terapeutico. Un atteggiamento positivo sembra abbracciare anche i temi piu' controversi: il 90,5% e' favorevole all'uso di cellule staminali embrionali a fini terapeutici. E' quanto emerge dall'indagine condotta dal Censis e dal Forum per la ricerca biomedica, presentata oggi a Roma. Sono stati coinvolti 1.000 medici della Penisola, per valutare il loro rapporto con l'innovazione tecnologica. Il 61% dei camici bianchi intervistati e' favorevole allo sviluppo della ricerca biotecnologica in tutti i campi, compreso quello contestato degli Ogm, a fronte del 38,4 % che propende per applicazioni limitate al campo della salute. Un compatto 91,2% dice no alla clonazione degli esseri umani, mentre il fronte si spacca su altri temi delicati: il 58% e' d'accordo sull'uso di cellule e organi di animali geneticamente modificati, il 68,7% si oppone alla clonazione animale, mentre la possibilita' di 'fotocopiare' gli organi umani e' accolta da un 54,9% di si' e dal e 45,1% di no.
Quanto al livello di conoscenza dei camici bianchi su questi temi, il 64,8% e' molto o abbastanza informato solo sull'uso delle staminali embrionali. Nonostante l'elevata fiducia nel progresso della ricerca biomedica e biotecnologica, per i medici e' necessario un punto di riferimento che imponga limiti, stabilisca regole e definisca responsabilita' di scelta su cio' che e' legittimo fare. Punto di riferimento che, per il 55,3%, e' un'autorita' pubblica super partes sul modello del Comitato nazionale di bioetica. Minori preferenze riscuotono gli stessi ricercatori (16,3%) e gli Ordini dei medici (12,2%) o associazioni di tutela dei cittadini e Referendum (3%). Solo il 9,8% dei medici attribuisce al Parlamento il ruolo di responsabile nelle decisioni sulla ricerca. Per il 59,4% e' lo Stato a dover finanziare la ricerca biomedica e per il 46,3% e' sempre lo Stato ad avere il compito di incrementare il proprio impegno in questo campo, seguito dal ministero della Salute (35,3%) e dagli Istituti di ricerca pubblici (22,3%). Per incentivare i fondi destinati alla ricerca, il 32,6% dei medici cita la destinazione dell'8 per mille, mentre il 28,9% indica la detassazione delle donazioni dei privati. Poco favore incontrano, invece, i vari strumenti di tassazione ad hoc: introduzione di ticket aggiuntivi sulle prestazioni sanitarie (6,1%) o sui farmaci (5,1%) e tasse aggiuntive (3,3%). Non devono essere i cittadini, dunque, a sobbarcarsi l'onere di finanziare la ricerca. I medici indicano la prevenzione tra i settori di ricerca piu' promettenti (26,2%) e su cui puntare maggiormente (33,3%). Al secondo posto l'innovazione nelle tecnologie diagnostiche (24%). La fiducia nella scienza e nella tecnologia e' radicata anche nella quotidianita' della pratica medica. Per i camici bianchi il vantaggio e' la capacita' di fare diagnosi piu' precise (63,7%) e precoci (31,9%), mentre solo per pochi la conseguenza dell'innovazione e' la deresponsabilizzazione dei medici nella diagnosi clinica (2%) e l'incremento dei costi sanitari (1,7%).

Fonte: AdnKronos (28/01/2005)
Pubblicato in Percezione e problemi biotech
Tag: staminali, Italia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy