Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Usa: Senato e House stanno per approvare la legge sulle cellule staminali embrionali


La legge che favorirebbe la ricerca sulle cellule staminali embrionali probabilmente verra’ approvata alla fine del mese di marzo dalla Camera e dal Senato, ma i democratici sono incerti se andra olt

La legge che favorirebbe la ricerca sulle cellule staminali embrionali probabilmente verra’ approvata alla fine del mese di marzo dalla Camera e dal Senato, ma i democratici sono incerti se andra' oltre il gia’ anticipato veto del governatore repubblicano Mitt Romney.
Il portavoce della House, Salvatore F. DiMasi, ha fatto sapere alle donne del gruppo Hadassah (di fede ebraica) che “alla fine del mese mi piacerebbe che la legge fosse sulla scrivania del governatore”. Il presidente del Senato, Robert E. Travaglini e’ sicuro del risultato e ha dichiarato, per la prima volta, che se la legge sara' approvata egli vorrebbe fare ulteriori passi avanti, con proposte piu’ ambiziose per devolvere fondi statali all’industria (infatti la legge in discussione non prevede fondi statali da devolvere alla ricerca).
Il Senato ha la maggioranza necessaria –due terzi- per superare il veto del governatore, e Travaglini auspica che i gruppi di pressione alla House aiutino i legislatori ad avere la medesima maggioranza. DiMasi non fa sapere se i due terzi ci sono gia’, ma Daniel E. Bosley, che ha presieduto il comitato di controllo sulla legge, si aspetta una agevole approvazione.
I democratici hanno una schiacciante maggioranza in entrambi gli organi istituzionali, cio’ significa che la linea politica del partito riuscira’ a superare il veto.
Ma l’opposizione non cede. Soprattutto la Chiesa Cattolica Romana si oppone fortemente, perche’ ritiene che metta in pericolo l’embrione umano e conduca alla clonazione.
Contemporaneamente sono molti i deputati e senatori che ammettono di avere bisogno di piu’ tempo per comprendere le implicazioni morali e etiche della proposta.
La ricerca sulle staminali e’ diffusa in Massachusetts, e la nuova legge consentirebbe di produrre embrioni umani clonati per la ricerca, embrioni che non potranno mai essere impiantati nell’utero. Obbiettivo dei legislatori e degli industriali e’ di incoraggiare l’industria nel loro Stato, diventando competitivi rispetto alla California, che ha stanziato 3 miliardi di dollari per questo tipo di ricerca.
Il governatore ha ovunque criticato la legge, perche’ a suo dire “incoraggia quella ricerca meglio conosciuta come clonazione terapeutica, ossia incoraggia la produzione di embrioni e dopo li distrugge per avere le cellule staminali”.
Ma Shawn Feddeman, addetto stampa di Romney, ha precisato che non e’ certo che il governatore esercitera' il suo potere di veto sulla legge, dichiarando: “Il governatore ha assunto una posizione di principio, ma non possiamo prevedere il testo di legge che alla fine sara’ inviato sulla sua scrivania”.
I senatori Jack Hart e Bosley, che presiedono la commissione preposta ad esaminare il testo della legge, prevedono che molti emendamenti saranno discussi prima che il testo arrivi al voto finale. Per esempio, i parlamentari stanno considerando di aggiungere un provvedimento che crei una banca statale per la raccolta del cordone ombelicale, cosi’ da incoraggiare la meno controversa ricerca che usa il sangue del cordone come risorsa per le cellule staminali.
Daniel Avila, direttore per la politica e la ricerca alla Massachusettss Catholic Conference (organo definito anche il braccio armato della chiesa), ha dichiarato che l’organizzazione ha cercato di dialogare con quanti piu’ possibili parlamentari per creare dubbi, e molti si sono rivelati impreparati per affrontare un tema cosi’ difficile.
Pilot, il giornale ufficiale della arcidiocesi di Boston, ha pubblicato un editoriale contro la proposta di legge, in quanto favorirebbe la clonazione umana, ma Travaglini ha risposto chiarendo che la clonazione umana e’ espressamente vietata nel testo della legge.
La senatrice democratica Harriette Chandler, che ha partecipato alla presentazione della proposta, si augura che gli sforzi fatti dalle donne aiutino l’approvazione della legge, facendo superare i due terzi dei voti favorevoli necessari per superare l’eventuale veto del governatore. “Le donne –ha dichiarato- sono preparate e conoscono il nocciolo di questa proposta. Esse hanno capito che si sta parlando di una legge che chiarisce lo status della ricerca sulle cellule staminali embrionali, cosa che la legge attualmente in vigore non fa”.

Fonte: Aduc (23/03/2005)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: legge
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Societŕ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy