Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Ibernazione per proteggere i muscoli


Il farmaco HIT può ridurre la necrosi dei muscoli scheletrici associata allipossia

Un fenomeno noto come precondizionamento ischemico (PI), nel quale il flusso sanguigno verso i muscoli viene ridotto e poi restaurato, si è dimostrato in passato capace di aumentare la funzionalità dei muscoli, specialmente nel cuore. Un nuovo studio pubblicato online il 6 giugno sulla rivista "Muscle & Nerve" esplora il collegamento fra l'effetto protettivo del PI nei muscoli scheletrici e la sostanza che induce il letargo in alcuni mammiferi.
Durante alcuni tipi di chirurgia ricostruttiva o vascolare, è talvolta necessario bloccare il flusso sanguigno, cosa che può causare un danno ai tessuti. Il problema potrebbe essere potenzialmente alleviato se una sostanza farmacologica potesse produrre lo stato di PI. Si ritiene che l'ibernazione o il letargo nei mammiferi conferiscano benefici cardiaci simili al PI, così l'ingegnere biomedico Jimback Hong dell'Università del Minnesota e colleghi hanno deciso di indagare se un pretrattamento con la sostanza chimica che induce l'ibernazione (HIT, hibernation induction trigger) avesse lo stesso effetto protettivo del PI nei muscoli scheletrici.
I ricercatori hanno rimosso tessuto muscolare da 77 maiali, sottoponendolo a ipossia (la riduzione del rifornimento di ossigeno) per novanta minuti e poi a riossigenazione per 120 minuti.
I muscoli sono stati poi divisi in diversi gruppi trattati con plasma di marmotte in letargo (HWP), plasma di marmotte attive d'estate (SAWP), HWP più naloxone (un antagonista dei recettori degli oppiacei), HWP più un bloccante del canale del potassio, e vari gruppi di controllo. Dopo trenta minuti, il gruppo HWP ha esibito una quantità di attività muscolare significativamente superiore agli altri, oltre a non presentare differenze con un gruppo di controllo non sottoposto a ipossia.
Dunque, concludono i ricercatori, "il precondizionamento farmacologico dei muscoli scheletrici per ridurre la necrosi associata all' ipossia può fornire benefici clinici quali un miglior tempo di recupero e minori complicazioni post-chirurgiche ai pazienti soggetti a un'ischemia prolungata".
Jinback Hong, Daniel C. Sigg, James A. Coles, Peter R. Oeltgen, Henry J. Harlow, Charles L. Soule, Paul A. Iaizzo, "Hibernation Induction Trigger Reduces Hypoxic Damage of Swine Skeletal Muscle". Muscle & Nerve, pubblicato online il 6 giugno 2005 (DOI: 10.1002/mus.20354).

Fonte: Le Scienze (12/06/2005)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: HIT, muscolo, ipossia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy