Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Identificato gene crescita del seno


Prosperoso e formoso, o tonico asciutto e muscoloso: tolto ogni velo sul seno di lei o sul petto di lui, ora che e stato identificato il principale gene che coordina a livello embrionale la crescita

Prosperoso e formoso, o tonico asciutto e muscoloso: tolto ogni velo sul seno di lei o sul petto di lui, ora che e' stato identificato il principale gene che coordina a livello embrionale la crescita e il numero dei seni. Due e solo due a differenza di altri mammiferi.
A darne notizia la rivista Genes and Development.
Secondo l'autore del lavoro, Alan Ashworth, Direttore del Breakthrough Breast Cancer Research Centre, Scaramanga - com'e' stato battezzato il gene in riferimento all'omonimo killer nel film di James Bond 'l'uomo con la pistola d'oro' che aveva tre capezzoli - potrebbe svelare tasselli importanti per la comprensione e la lotta al cancro al seno.
Durante lo sviluppo embrionale ogni organo si forgia sotto l'attento controllo di geni specifici che orchestrano la trasformazione delle cellule bambine in cellule mature di questo o quel tessuto.
Nel caso delle mammelle, negli umani, questo processo controlla la crescita di due mammelle ma questo sviluppo puo' andare storto portando alla formazione di piu' mammelle o capezzoli. Cio' avviene non di rado (in circa uno ogni 18 nuovi nati) ma non rappresenta un grosso problema, semplicemente vanno tenuti sotto controllo per stabilire che siano solo di natura benigna.
Gli esperti britannici attraverso prove di laboratorio hanno scovato il gene che tiene le redini di questo gran lavoro. Scaramanga, hanno poi scoperto gli esperti, produce la proteina NRG3, un segnale molecolare che dice alle cellule embrionali di divenire cellule del petto. Per confermare la loro scoperta i ricercatori hanno prodotto una versione sintetica di NRG3 dimostrando che, aggiunta a cellule embrionali in vitro, a sua volta e' capace di iniziare la formazione delle mammelle.
''L'aver identificato il gene ha dichiarato Ashworth rappresenta un reale avanzamento nella nostra conoscenza della formazione della mammella; studiandolo a fondo e capendo come funziona la proteina da lui prodotta si arrivera' a determinare passo per passo il normale sviluppo del petto e ad esaminare come cio' sia connesso con il cancro alla mammella''.
Infatti, ha aggiunto l'esperto, ''come questa e altre proteine controllano attentamente lo sviluppo delle cellule della mammella a livello embrionale, segnali inappropriati nei tessuti adulti da parte di queste stesse molecole potrebbero favorire lo sviluppo di un tumore''.

Fonte: Ansa (02/09/2005)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: NRG3, seno
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy