Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Memoria raddoppiata agendo su meccanismo RISC

Drosophila melanogaster


Il meccanismo molecolare Ŕ stato studiato su moscerini

Creati moscerini con 'memoria da elefante': e' stato possibile manipolando un meccanismo molecolare che decide se trasformare un qualche evento in un ricordo fugace, che si dissolve in poco tempo, o in un ricordo duraturo, che perdura a lungo termine.
La scoperta di questo meccanismo e di come funziona, pubblicata sulla rivista scientifica 'Cell', si deve all'equipe di Shovon Ashraf della Harvard University ed ha risvolti importanti per i problemi di memoria nell'uomo, in quanto gli stessi attori molecolari che intervengono nell'insetto si ritrovano anche nel cervello degli esseri umani ed e' altamente probabile che il meccanismo di base si sia conservato nel corso dell'evoluzione degli organismi, dai piu' semplici ai piu' complessi come l'uomo.
Quando arriva uno stimolo dall'esterno, esso puo' divenire un ricordo che puo' dissiparsi poco dopo o consolidarsi nella memoria . Precedenti studi hanno dimostrato che il consolidamento dei ricordi richiede la produzione di molto materiale proteico a ridosso delle giunture di comunicazione (sinapsi) tra neuroni e richiede anche la formazione di nuove sinapsi.
Ma finora rimaneva pressoche' oscuro il meccanismo preciso alla base di queste fasi di consolidamento e sintesi proteica.
I ricercatori Usa hanno quindi studiato le basi biologiche della formazione dei ricordi nel moscerino della frutta, sottoponendolo a un lieve elettroshock contemporaneamente all'emanazione di un aroma. Il moscerino impara ad associare l'odore all'elettroshock e questo gli permette di mettersi al riparo dalla corrente ogni volta che sente l'odore, ricordandosene anche a distanza di tempo.
Gli esperti hanno studiato in dettaglio cio' che avviene nelle sue sinapsi in concomitanza dell'apprendimento dello stimolo trovando che durante la formazione del ricordo, quando nelle sinapsi dei neuroni dell'insetto vi e' attiva produzione di proteine, si mette in moto una cascata di reazioni molecolari. Il meccanismo, battezzato 'RISC', facilita la sintesi proteica che consolida il ricordo. Tra tutte le molecole che entrano in gioco durante questa fase, gli esperti hanno scoperto 'Armitage', un regolatore chiave che deve essere distrutto per favorire la formazione di un ricordo duraturo.
Manipolando il meccanismo RISC, che chiama in gioco molte molecole di tipo diverso, i ricercatori sono riusciti ad alterare la memoria a lungo termine dei moscerini arrivando anche a raddoppiarla o, viceversa, mettendo RISC completamente 'KO' gli esperti hanno creato moscerini incapaci di trattenere dei ricordi duraturi.
I ricercatori, inoltre, hanno ritrovato molte delle molecole coinvolte nel meccanismo RISC anche in altri animali, come i topi, e pure negli esseri umani. Questa potrebbe essere una prova che lo stesso meccanismo sia rimasto attivo negli organismi piu' evoluti e che un giorno, concludono gli esperti, si possa riuscire ad intervenire sulle nostre capacita' mnemoniche attraverso medicine che abbiano qualche componente di RISC come bersaglio d'azione.

Fonte: Ansa (13/01/2006)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: memoria, RISC, cervello
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy