Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Tumori, scoperta proteina che ferma crescita glioblastoma

cervello


Proteine BMP agiscono su proteine di membrana e bloccano la moltiplicazione delle staminali tumorali


Scoperto il meccanismo che blocca lo sviluppo delle cellule responsabili del glioblastoma, il tumore cerebrale pi¨ frequente nell'uomo e ancora incurabile.
Lo studio Ŕ stato realizzato dai ricercatori dell'Istituto Scientifico Universitario San Raffaele e dell'UniversitÓ degli Studi di Milano-Bicocca, in collaborazione con l'Istituto Neurologico Besta la University of Queensland (Australia), la StemGen Biotech e la John Hopkins University di Baltimora (Usa), potrebbe portare a una nuova terapia per il glioblastoma -- forma di tumore al cervello altamente aggressiva e maligna, in grado di crescere rapidamente -- che arrivi ad attaccare solo quelle cellule, non numerose, che sono la vera causa del cancro, ossia le cellule staminali del tumore.
Anche se Ŕ presto per una sperimentare sugli esseri umani, gli scienziati hanno analizzato staminali tumorali trattate con particolari proteine che hanno cessato di moltiplicarsi.
Le stesse proteine sono state in grado di bloccare la crescita di glioblastomi umani in piena espansione, prolungando enormemente la sopravvivenza delle cavie usate per la sperimentazione.
Lo studio sarÓ pubblicato domani sulla rivista Nature, ed ha dimostrato che le staminali tumorali del glioblastoma hanno gli stessi meccanismi di controllo della moltiplicazione cellulare delle staminali cerebrali normai.
Chiave di questi meccanismi recettori di membrana localizzati sulla superficie cellulare che vengono attivati da ligandi specifici.
Questi ligandi sono chiamate proteine mofogenetiche ossee Bmp: quando le cellule staminali tumorali del glioblastoma vengono esposte alla BMP, si attiva un meccanismo che blocca la loro moltiplicazione e determina, in seguito, la loro maturazione in normali cellule del cervello.
"E' ora possibile identificare nuovi bersagli molecolari e genetici fino ad oggi insospettati da colpire nel tentativo di fermare questo cancro incurabile", spiega nella nota Angelo Vescovi, coordinatore del gruppo di ricercatori che hanno condotto lo studio, finanziato dall'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, Plurigenes Eec, Brain Tumours Funders' Collaborative, Neurothon Onlus, e da BMW Italia.
Vescovi invita per˛ alla prudenza, precisando che "prima di una possibile applicazione clinica saranno necessari almeno due anni, in cui verificare la possibilitÓ di una sperimentazione sull'uomo".

Approfondimenti: BMP

Redazione MolecularLab.it (07/12/2006)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: glioblastoma, BMP, staminali tumorali
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy