Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Nuove linee guida etiche internazionali per ricercatori che si avvalgono delle biobanche

Piastre


Alcuni ricercatori svedesi hanno elaborato alcune linee guida etiche per l'utilizzo delle banche di materiali biologici

Alcuni ricercatori svedesi del Centro di bioetica (Center for Bioethics - CBE) hanno elaborato insieme a eminenti ricercatori che operano nell'ambito delle biobanche alcune linee guida etiche applicabili praticamente alle attività di ricerca che si avvalgono di biobanche.

Nell'ultimo numero della rivista «Nature Biotechnology» i ricercatori presentano per la prima volta un manuale completo che affronta le questioni centrali riguardanti le attività di ricerca su biobanche nelle scienze della vita.

Le biobanche sono collezioni sistematiche di materiali biologici, importanti sia per la ricerca sia per i trattamenti medici. Quando i campioni di tessuto sono accompagnati da validi dati clinici, diventano indispensabili per la scienza medica. Al contempo si pongono diverse questioni etiche legate all'utilizzo di questi campioni.


«È fondamentale poter valutare gli interessi divergenti, in modo che la regolamentazione delle attività di ricerca che si avvalgono delle biobanche non diventi un problema per la sicurezza del paziente in termini di diagnosi, assistenza e cura», dichiara Mats G. Hansson, professore di etica biomedica e direttore del Centro di bioetica al Karolinska Institute e all'Università di Uppsala (Svezia).

In passato gli scienziati impegnati in progetti collaborativi internazionali nell'ambito delle biobanche hanno affrontato l'ardua sfida di destreggiarsi tra una serie di linee guida e normative di ampia portata in diversi paesi. Ora, per la prima volta, i ricercatori avranno accesso a un quadro etico di riferimento che fornisce loro una soluzione organica che risponde alle loro preoccupazioni rispettoalle cure mediche e integrità della persona.

Secondo il professore Hansson, è importante che le questioni etiche riguardanti la ricerca medica vengano discusse e prese in esame nella stessa sede in cui hanno luogo le discussioni scientifiche.

«È anche importante che le proposte riguardanti l'equilibrio etico dei vari interessi vengano sottoposte allo stesso tipo di analisi indipendente tramite una revisione tra pari svolta su riviste scientifiche affermate, proprio come accade per la ricerca medica», sostiene Hansson.

«Il quadro normativo non è soltanto uno strumento per i ricercatori, ma può anche fungere da guida per i comitati di bioetica dell'intera Europa», ha aggiunto Hansson.



Fonte: Cordis (19/09/2007)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: biobanca, ricerca
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy