Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Cresce l'allarme per i batteri resistenti agli antibiotici

Batteri MRSA2: Stafilococchi resistententi ad anti


Prima la resistenza di alcuni batteri agli antibiotici era rara e spesso limitata agli ospedali, ora invece i ceppi resistenti attaccano anche all'esterno e sono sempre di più

Già qualche mese fa il CDC di Atlanta ha lanciato l'allarme sulla presenza sempre più preoccupante di batteri resistenti agli antibiotici. Il CDC aveva segnalato la morte di sei bambini colpiti da una di queste gravissime infezioni, in particolare si trattava di infezione da MRSA, stafilococco aureo resistente alla meticillina. Nonostante questi problemi, finora, riguardassero solo i reparti ospedalieri, ora questi microrganismi resistenti si trovano ovunque. Nel caso dei bambini deceduti, segnalato dall'ente statunitense, nessuno di loro era entrato in un ospedale.
Dopo questo primo allarme, un secondo richiamo all'attenzione è stato fatto, sempre dal CDC, riguardo la difficoltà sempre maggiore di trattare i pazienti affetti da intossicazioni alimentari causati da salmonella.
Anche questo batterio infatti è diventato resistente a causa dell'esteso utilizzo di antibiotici negli allevamenti. Dei ceppi resistenti del microrganismo, in Thailandia, sono passati dai polli all'uomo e iniziano a diffondersi anche in occidente attraverso l'importazione dei cibi dal paese orientale. Secondo un articolo di BMJ, anche il Clostridium difficile inizia a diventare pericoloso; si tratta do un microrganismo sensibile solo a due antibiotici e solitamente diffuso e limitato alle corsie ospedaliere, ora però è diffuso anche all'esterno. Streptococchi ed enterococchi già da alcuni anni stanno iniziando a difendersi dagli antibiotici. Lo studio alla base dell'annuncio di CDC è stato pubblicato su JAMA. Secondo questo lavoro, tra il luglio 2004 e il dicembre 2005, nei nove siti di rilevamento considerati sono stati individuati quasi 9.000 casi di infezione da MRSA, che hanno causato il decesso di quasi 1600 pazienti in ospedale. Estrapolando il dato a tutti gli Usa, è stato calcolato che i casi di infezione nel 2005 siano stati quasi 95.000 e che abbiano provocato più di 18.600 vittime.
Sempre sullo stesso numero di JAMA è segnalato anche il pericolo di un ceppo di pneumococchi responsabili di otiti nei bambini che sono resistenti agli antibiotici e per i quali non funziona neanche il vaccino attuale preventivo antipneumococcico.

Redazione MolecularLab.it (22/10/2007)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: MRSA, Clostridium difficile, salmonella, antibiotici, batteri, resistenza
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy