Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

La Commissione Europea ha approvato 4 nuovi ogm tra cui il mais Herculex

Mais


Tre varietà di mais e una di barbabietola geneticamente modificati sono stati approvati dalla Commissione Ue, nonostante l'opposizione di molti Paesi membri

La Commissione europea ha autorizzato definitivamente il commercio di nuovi OGM: una varietà di barbabietola da zucchero ('H7-1) e di tre varietà di mais (il 1507xnk603 e il 603xmon810 e il 59122, chiamato anche Herculex Rw) destinati all'alimentazione umana e animale. Sulla questione i 27 Stati membri non sono riusciti ad ottenere una maggioranza né favorevole né contraria e con questa decisione termina la lunga procedura di autorizzazione. La Commissione ha stabilito che queste varietà transgeniche potranno essere importate in Europa da Monsanto, Pioneer e Dow AgroSciences, ma non potranno essere coltivati sul territorio europeo. Questa scelta è stata duramente contestata dai governi e dalle associazioni anti-OGM che hanno accusato Bruxelles di avere ignorato l'opposizione della maggior parte delle capitali all'approvazione delle nuove varietà transgeniche.
Dal 2004, sono 15 i nuovi OGM autorizzati nella UE per l'importazione mentre nessun OGM è stato autorizzato per la coltivazione. E a proposito di ciò la Commissione non si è ancora pronunciata sull'approvazione o meno della coltivazione della 'superpatata' biotech prodotta dalla Basf. Il sì alla coltivazione della patata Basf rappresenterebbe davvero una vera rivoluzione nei confronti della politica europea nei confronti degli OGM.
Inoltre, l'approvazione della patata Amflora causerebbe anche una serie di timori legati all'inizio delle coltivazioni transgeniche sul territorio europeo e legati anche alla salute. Su questa varietà di patata infatti gravano ancora seri dubbi sulla sua sicurezza in quanto si pensa che causi una resistenza dell'organismo agli antibiotici. Inoltre, attualmente l'Ue non ha delle regole contro la contaminazione accidentale delle culture biologiche da parte di quelle geneticamente modificate. Il commissario Ue alla Salute, Stavros Dimas, con il sostegno molte capitali, Roma e Parigi in testa, sta bloccando la decisione con una serie di richieste di accertamenti sui rischi per i consumatori.
Mario Capanna, presidente della fondazione diritti genetici, ha affermato: 'Ancora una volta la Commissione europea decide di autorizzare la commercializzazione di un prodotto ogm nonostante la maggioranza dei Paesi membri abbia già espresso la propria contrarietà, è un fatto molto grave. Questa decisione dimostra in modo evidente come alcuni tecnocrati si sostituiscano nella decisione alla volontà dei popoli europei che attraverso i loro governi hanno espresso a più riprese e in più sedi la loro contrarietà a una alimentazione contenente ogm».
Il ministro italiano delle Politiche Agricole, Paolo De Castro, ha sottolineato che insieme ad un numero crescente di colleghi farà di tutto per spingere la Commissione a tornare sui suoi passi. Alfonso Pecoraro Scanio, ministro dell'Ambiente, sostiene che il via libera di ieri dimostra ancora una volta 'l'urgenza di riformare profondamente il sistema di autorizzazione degli OGM'.
Secondo Ludger Fischer, responsabile del tavolo agroalimentare della Ue vi sono altri alimenti OGM che possono entrare nella nostra alimentazione, magari attraverso una pizza. Spiega l'esperto che non basta affidarsi all'etichetta: 'La farina di granturco non ha OGM approvati in Europa e quindi ha pochi obblighi di etichettatura. Il lievito è quasi tutto OGM, per aumentarne il potere di lievitazione e anche in questo caso non vi sono obblighi di etichettatura. Per quanto riguarda il formaggio, potrebbe contenere enzimi OGM ma, siccome sono distrutti nel processo produttivo, non c'è l'obbligo di dichiararlo in etichetta. Per quanto riguarda invece, additivi del gusto, enzimi e acidi di soia, sono approvati dall'UE e il produttore ha l'obbligo di riportarlo nell'etichettatura. L'olio conclude Fischer è un punto delicato. Gli olii di colza e di soia hanno una grande produzione OGM a livello mondiale, mentre in Europa non vengono prodotti ma è consentita importazione ed esportazione'.

Redazione MolecularLab.it (25/10/2007)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: Europa, mais, patata, Monsanto, Basf, ogm
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della Societ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy