Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Staminali cordonali contro broncodisplasia

Feto e cordone ombelicale


Riparare con un particolare tipo di cellule staminali i polmoni dei bambini malati di broncodisplasia, una grave malattia respiratoria che puo' avere conseguenze cosi' gravi da portare ad inva

Riparare con un particolare tipo di cellule staminali i polmoni dei bambini malati di broncodisplasia, una grave malattia respiratoria che puo' avere conseguenze cosi' gravi da portare ad invalidita' o addirittura alla morte nei primi anni di vita. E' la speranza di alcuni ricercatori del Policlinico Ospedale Maggiore di Milano, e che ha gia' dato i primi risultati incoraggianti sui modelli animali della malattia. La broncodisplasia, spiegano gli esperti, e' una patologia che colpisce soprattutto i bambini nati prematuri, e i suoi sintomi sono il respiro frequente e difficile, i sibili e dei rumori caratteristici all'auscultazione del torace. La sua incidenza e' compresa tra il 4,2% e il 40% dei neonati sottoposti a ventilazione meccanica (a cui si ricorre quando i bambini prematuri hanno bisogno dell'aiuto delle macchine per poter respirare) ed e' inversamente proporzionale al peso alla nascita e all'eta' gestazionale.
L'idea di usare le staminali per limitare i danni della malattia e' nata dalla collaborazione, al Policlinico, tra il reparto di neonatologia e terapia intensiva neonatale diretto da Fabio Mosca, e dalla Cell Factory del centro trasfusionale diretta da Paolo Rebulla. Gli scienziati, in particolare, hanno ricavato un particolare tipo di cellule staminali (chiamate totipotenti autologhe) dai vasi sanguigni del cordone ombelicale di neonati prematuri, procedura che non solleva alcun problema etico perche' non ha a che fare con feti o embrioni. 'La potenzialita' di queste cellule, che sono precursori nella rigenerazione dei tessuti, per la messa a punto di una terapia cellulare della broncodisplasia - spiegano i ricercatori - e' stata da noi valutata in una prima fase con studi in provetta, che hanno dimostrato come queste cellule prelevate dopo la nascita siano in grado di trasformarsi in cellule polmonari con, quindi, un potenziale riparativo'. La fase attuale della ricerca, naturale conseguenza degli esperimenti in provetta, consiste nell'iniettare le cellule staminali prelevate dal cordone ombelicale nella trachea di un animale da laboratorio, che rappresenti il modello umano della broncodisplasia. I risultati di questa sperimentazione 'sono incoraggianti e lasciano intravedere la possibilita' di prevenire e curare la broncodisplasia del neonato pretermine. Dopo il completamento dello studio sul modello animale, si ritiene che i risultati possano essere trasferiti nell'uomo, con la disponibilita' di cellule staminali di questo tipo ottenute da cordone ombelicale da poter somministrare ai neonati prematuri ad alto rischio, al fine di prevenire e curare il danno polmonare con conseguente miglioramento in termini di sopravvivenza e qualita' di vita'.

Fonte: Aduc (23/04/2008)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: broncodisplasia, staminali cordonali, staminali, polmoni
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Neuroni Specchio
Evento: Science & You
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy