Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

La chemioterapia attuale non elimina le cellule staminali del cancro al seno

Formazione tumorigena in un seno


Il frequente insuccesso della chemioterapia nell'eliminazione totale del cancro al seno si spiega soprattutto col fatto che non distrugge le cellule staminali del tumore, ed e' per questo che

Il frequente insuccesso della chemioterapia nell'eliminazione totale del cancro al seno si spiega soprattutto col fatto che non distrugge le cellule staminali del tumore, ed e' per questo che poi ricompare, segnala uno studio pubblicato il 29 aprile.
Se i farmaci oncologici convenzionali distruggono la disseminazione del cancro, lasciano pero' intatte le sue cellule staminali, spiegano gli autori avvalendosi della metafora del giardiniere che taglia "le erbacce del giardino ma non le loro radici".
"Uno dei motivi per cui la chemioterpia che si utilizza oggi non e' coronata frequentemente da successo, si spiega col fatto che il trattamento distrugge il tumore ma lascia intatte le sue cellule staminali", ha detto Michael Lewis della facolta' di medicina Baylor (BCM) a Houston (Texas), principale autore dei lavori pubblicati nella versione online del Journal of The National Cancer Institute.
"Sembra che queste cellule, per loro natura siano resistenti agli effetti dei trattamenti anticancerogeni attuali", ha spiegato. Percio', mettere a punto dei medicinali da indirizzare specificatamente verso le cellule staminali del cancro e', secondo l'oncologo, la via da seguire per combattere piu' efficacemente i tumori. Come primo atto, Lewis prevede di sviluppare dei recettori biologici per le cellule staminali cancerose del seno, in modo da distruggerle sistematicamente. Sostiene che il farmaco lapatinib o TYKERB del laboratorio britannico GlaxoSmithKline, combinato con altri anticancerogeni, parrebbe efficace nella distruzione sia delle cellule staminali cancerose sia dello stesso tumore. Il promettente farmaco, ancora in fase di sperimentazione, e' stato studiato per trattare forme di cancro al seno che hanno fatto metastasi, e contiene il recettore di una proteina chiamata HER2.



Fonte: Aduc (05/05/2008)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia
Tag: Her2, lapatinib, tykerb, chemioterapia, seno
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy