Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Scoperto meccanismo di azione dei linfociti T

Linfociti T killer contro cellula cancerosa


Conoscere i meccanismi di azione delle cellule B e T del sistema immunitario apre la strada verso la messa a punto di vaccini e terapie contro i tumori

Due ricercatori italiani hanno scoperto in vivo, uno dei meccanismi con cui i linfociti T si attivano per velocizzare le azioni di difesa immunitaria contro virus e cellule tumorali. Questa scoperta potrebbe rivelarsi di grande importanza nello studio e nella realizzazione futura di vaccini più efficaci contro i tumori.
L'organismo umano possiede un sistema molto sofisticato e altamente efficace in grado di riconoscere tutti gli agenti infettivi a cui è già venuto in contatto. Il sistema immunitario utilizza le armi già rivelatesi efficaci nel combattere i virus e i batteri la prima volta, per impedire che l'organismo si riammali della stessa malattia. Su questo principio di basa l'efficacia dei vaccini.
Nel sistema immunitario esistono due tipi di cellule in grado di sconfiggere i microrganismi patogeni: i linfociti B e i linfociti T.
Le cellule B producono immunoglobuline efficaci nel prevenire malattie dovute ad agenti infettivi ma non altrettanto in grado di curare infezioni virali e tumori già in corso, azione nella quale sono invece più efficienti i linfociti T.
Le cellule T (60% di tutti i linfociti) riescono ad identificare le cellule infettate da virus e le cellule cancerose e le uccidono direttamente o attraverso i macrofagi. Per questo risultano più efficaci nel curare infezioni i corso rispetto alle cellule B. Francesco Ria, professore associato di Patologia generale alla Cattolica di Roma e coautore dello studio, spiega: “Da tempo conoscevano il meccanismo di azione dei linfociti B. Ogni cellula B produce una sola immunoglobulina, che è in grado di modificarsi leggermente se l'agente patogeno muta. Ad esempio, se un anno si è infettati da una forma violenta, gli anni successivi di è abbastanza protetti negli anni successivi anche se il virus è livemente mutato. Ma dopo qualche tempo ci sarà un cambiamento maggiore nel virus, e la variabilità genetica dell'immunoglobulina non sarà più sufficiente per legarsi al virus e bloccarlo”. Quindi ogni linfocita B è figlia di quella che in origine ha incontrato l'agente patogeno, e volta per volta il sistema immunitario seleziona, fra le nuove varianti, quella più efficace. “Le cellule T utilizzano un sistema diverso e grazie al nostro lavoro condotto in vivo sui topi abbiamo dimostrato che anche le cellule T si adeguano rapidamente, anche se in maniera diversa. Le prime cellule T, molto specifiche per il virus o il batterio originale, ma meno per la forma mutata, si attivano subito e facilitano la formazione di nuove cellule T attivate, più specifiche per la forma mutata”. Quindi per le cellule B il sistema immunitario moltiplica le cellule figlie modificate della cellula originaria che si rivelano più efficaci contro le infezioni; le cellule T invece vengono utilzzate tutte per combattere l'infezione o le cellule tumorali, ma nello stesso momento viene facilitata e velocizzata la formazione di nuove cellule T più adatte al nuovo agente patogeno.
Lo studio è stato condotto all'Università Cattolica di Roma da Francesco Ria, Romina Penitente e altri collaboratori dell'Istituto di Patologua generale diretto dal professor Tommaso Galeotti ed è stato pubblicato sul Journal of Immunology.


Redazione MolecularLab.it (16/05/2008)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: linfociti, sistema immunitario
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy