Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Studio sull'erceptina che aggredisce le cellule staminali del cancro al seno

Tumore al seno


L'erceptina è efficace nel trattamento dei tumori alla mammella positivi al recettore HER2 riducendo di circa l'80% il numero delle cellule staminali del cancro

L'erceptina, utilizzata nel trattamentro del cancro positivo al recettore HER2, attacca e distrugge le cellule staminali del cancro, indicano i risultati di uno studio del Centro oncologico dell'Universita' del Michigan. I risultati dello studio, pubblicato nell'edizione online della rivista Oncogene, "suggeriscono che la ragione per cui i medicinali indirizzati al recettore HER2, quali erceptina e lapatanib, sono tanto efficaci nel cancro della mammella, e' che attaccano la popolazione delle cellule staminali nel cancro", spiega Max S. Wicha, oncologo, direttore del Centro oncologico dell'Universita' del Michigan e autore della ricerca. Egli ritiene inoltre che "le conclusioni avvalorano piu' che mai l'ipotesi delle cellule staminali del cancro". Quest'ipotesi sostiene che i tumori si formano in un piccolo numero di cellule, chiamate cellule staminali del cancro -rappresentano meno del 5% delle cellule in un tumore-, e che sarebbero responsabili della formazione e della crescita del tumore.
I ricercatori hanno osservato il farmaco erceptina utilizzato nel cancro al seno positivo all'HER2 e hanno rilevato che essa riduce di circa l'80% il numero delle cellule staminali del cancro, riportandolo agli stessi livelli registrati nelle linee di cellule negative al recettore HER2. Cosi', hanno notato che quando l'HER2 non e' in eccesso (sovraespresso) nelle coltivazioni di cellule, la popolazione delle cellule staminali del cancro non cresce. E che l'erceptina non ha nessun effetto sulle cellule negative all'HER2, cio' che e' coerente con il suo impiego clinico.
Viceversa, lo studio ha dimostrato che le cellule del cancro della mammella con l'HER2 in eccesso hanno quattro o cinque volte piu' cellule staminali oncologiche rispetto alle cellule del cancro negativo all'HER2. Per di piu', le cellule positive all'HER2 fanno si' che le cellule staminali del cancro invadano il tessuto circostante, cio' che suggerisce che l'HER2 stimola l'integrazione e la diffusione del cancro. Cosi' hanno osservato che gli HER2, che appaiono in eccesso nel 20% dei tumori al seno, fanno si' che le cellule staminali del cancro si moltiplichino e si propaghino, e cio' spiega perche' l'HER2 e' legato al tipo piu' aggressivo di cancro al seno e alla metastasi.

Fonte: Aduc (17/07/2008)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: HER2, erceptina, lapatanib, seno
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy