Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Un gel per guarire il cervello

Cervello


Proteggendo i tessuti cerebrali e promuovendo la formazione di nuovi vasi sanguigni l'hydrogel rappresenta la nuova frontiera della terapia del trauma cranico

Una nuova tecnica nel campo della terapia dei traumi cranici è ciò che emerge da una ricerca presentata presso il Military Healt Research Forum di Kansas City nel corso della conferenza indetta dal Dipartimento della Difesa statunitense.
La ricerca condotta dal team di bioingenieri guidati dalla prof.ssa Ning Zhang, finanziata con una sovvenzione di 220 mila dollari dal Dipartimento della Difesa statunitense, muove dall'aumento dei casi di trauma e di lesione cerebrale grave riscontrati fra i militari coinvolti in attività di guerra o di combattimento sui campi militari.
In seguito ad un trauma cranico, infatti, il tessuto cerebrale tende a dilatarsi provocando una compressione che danneggia le cellule del cervello, con conseguente perdita delle funzioni correlate all'area cerebrale danneggiata.
Il trattamento tradizionale è mirato alla contenzione dei danni tramite tecniche quali l'ipotermia o la neuroprotezione che cercano di limitare la compressione del tessuto cerebrale, ma con risultati solo lievi.
Ora grazie al nuovo trattamento messo a punto dall'equipe di bioingegneri statunitensi tali metodi risulterebbero superati.
I ricercatori hanno messo a punto un materiale detto hydrogel, un biomateriale composto di sostanze naturali e sintetiche che, iniettato nel cervello in forma liquida, fornisce al tessuto cerebrale le sostanze necessarie al processo di cicatrizzazione.
La presenza dell'hydrogel stimola poi la crescita delle cellule staminali neurali, dello stesso paziente o provenienti da un donatore, permettendo così la riparazione della lesione dall'interno.
Gli esperimenti condotti su animali hanno dato esito positivo.
La prof.ssa Zhang e la sua equipe ha condotto la sperimentazione utilizzando un pungolo pneumatico per colpire il cranio delle cavie in modo da causare un trauma cranico con conseguente distruzione di parte della corteccia cerebrale e parte del tessuto muscolare striato.
Procedendo in tal modo risultano danneggiate le regioni preposte alla memoria, all'apprendimento, al movimento muscolare e alle informazioni sensoriali.
Le parti danneggiate del cervello delle cavie sono state, quindi, irrorate con l'hydrogel incapsulato in speciali nanoparticelle biodegradabili. Il liquido iniettato si tramuta in gel, attivato dal calore corporeo, e promuove la formazione di nuovi vasi sanguigni con il risultato che nelle successive otto settimane, al termine del trattamento, i topi avevano riacquistato quasi tutte le funzioni comprese quelle della memoria e dell'apprendimento.
Nel corso della conferenza la prof.ssa Zhang ha precisato che "la strategia può essere applicata anche ai traumi alla testa causati da incidenti d'auto, cadute e colpi di pistola. I risultati che abbiamo visto in ratti adulti di laboratorio sono i primi di questo tipo e mostrano un sostenuto recupero funzionale in modelli animali di lesione cerebrale traumatica. Questo rappresenta anche uno dei pochissimi tentativi di riparazione strutturale delle lesioni con un approccio di ingegneria tissutale"
Secondo la Zhang entro un periodo di tre anni l'hydrogel potrebbe essere testato anche sull'uomo.

Redazione MolecularLab.it (21/10/2009)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: hydrogel, cicatrizzazione, cervello, neuroprotezione
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy