Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

La tutela brevettuale in Italia e nel mondo

Brevetto


I dati delle richieste di brevetto all'Ufficio Europeo dei Brevetti mostrano parecchie ombre nel ruolo dell'Italia rispetto ad altri paesi europei e non

L'ufficio brevetti ha diffuso i dati relativi alle richieste dei brevetti nel e l'Italia non brilla. Sebbene nel ci sia stata una crescita record nel numero delle richieste fatte, in Italia sono state mandare all'ufficio di Monaco di Baviera 4662 richieste pari ad un caldo del 2.7%. Una diminuzione che segue quella del 2012 che era pari al 3.4%.
Ne consegue che nonostante sia la quarta economia per prodotto interno lordo, risulta essere l'undicesimo posto in Europa per numero di richieste di brevetti. In particolare il settore delle tecnologie medicali nel 2013 rappresentava il 5% delle richieste, il settore farmaceutico invece ha avuto una crescita percentuale di punto rispetto al 2012 passando al 4%, un comportamento che ha avuto anche il settore della chimica organica fine.
Rispetto a tutte le richieste ricevute dall'Ufficio Europeo il settore delle tecnologie medicali rappresenta il principale con 10.668 richieste, in notevole calo il settore farmacutico con -14% e quello biotecnologico -4%.
Nel mondo l'Europa è al primo posto con quasi 94 mila richieste, sostanzialmente stabile rispetto al 2012, seguita da Stati Uniti (65 mila) e Giappone (52 mila), ma è la Cina con il 16.2% di richieste in più rispetto al 2012 a crescere maggiormente seguita dalla corea (15 mila richieste ed un aumento dl 14%).
In particolare le richieste maggiori sono arrivate da Stati Uniti (33k), Germania (27k) e Giappone (23k), colpisce però come rispetto agli abitanti la Svizzera sia al primo posto con 831.79 richieste ogni mln di abitante rispetto alle 328.35 della Germania e le 60.24 dell'Italia.
Un paese quindi che non investe in tecnologia ed innovazione? O che ha una minor cultura nella protezione brevettuale?
Un passaggio della reazione programmatica sulla partecipazione italiana all'Unione Europea recita che "è in corso un'attività di valutazione sui suoi effetti per gli agenti economici interessati".
Si evidenzia quindi una resistenza sul piano politico ad un sistema giuridico europeo che punta ad offrire uno strumento unico per la protezione di marchi ed invenzioni.

Redazione MolecularLab.it (07/03/2014)
Pubblicato in Analisi e Commenti
Tag: brevetti, tutela, Italia, protezione brevettuale
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy