Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Al via la clonazione terapeutica


clonazioneLautorita etica britannica e pronta a dare il via libera alla clonazione umana a fini scientifici. La Human Fertili

clonazioneL'autorita' etica britannica e' pronta a dare il via libera alla clonazione umana a fini scientifici. La Human Fertilisation and Embryology Authority (Hfea) avrebbe gia' deciso di autorizzare la sperimentazione, inizialmente per la cura del diabete, anche se ha iniziato la discussione il 16 giugno della richiesta, presentata da un'Úquipe di scienziati dell'universita' di Newcastle.
Lo Stem Cell Group guidato da Miodrag Stojkovic dell'Istituto di genetica umana dell'Universita' di Newcastle, scienziato arrivato nel 2001 in Inghilterra dall'universita' tedesca di Monaco, e da Alison Murdoch del Newcastle Fertility Centre pensano di usare la stessa tecnica utilizzata per creare la pecora Dolly. Questa metodica prevede il prelievo del nucleo di una cellula adulta di un individuo (in futuro dovrebbe essere il paziente che si vuole curare) e il suo inserimento in un ovulo di donatore: l'embrione che si sviluppa verrebbe distrutto prima del quattordicesimo giorno e le sue cellule verrebbero utilizzate per la ricerca, almeno in un primo tempo. Nel giro di una decina di anni, secondo i ricercatori, potrebbero diventare la terapia risolutiva per il diabete. A maggio il Fertility Centre dell'universita' di Newcastle aveva presentato la richiesta di autorizzazione di creare embrioni umani da utilizzare per la ricerca di una cura del diabete.
Per lo studio, hanno precisato i ricercatori, saranno utilizzati ovuli non utilizzati in procedure di fertilizzazione e per farlo sara' chiesto il consenso alle donatrici.
L'Observer riferisce di aver appreso che la Hfea in linea di principio ha gia' approvato la ricerca e che ora sta lavorando con l'universita' di Newcastle per fare un pubblico annuncio il mese prossimo.
E' probabile, secondo le previsioni dei media, che l'Hfea dia il via libera all'utilizzo di questa tecnica, che inizialmente verrebbe applicata dall'Úquipe di scienziati per trovare una cura contro il diabete. Se le previsioni della vigilia saranno confermate, si trattera' di una svolta epocale per la ricerca biologica.
Questa ricerca costituisce una delle 'aree piu' eccitanti mai esplorate nel campo dello sviluppo medico', ha commentato il professor Alison Murdoch. 'Se un bambino di dieci anni si ammala oggi di diabete dovra' prendere l'insulina per il resto della sua vita. Quando riusciremo a mettere a punto la clonazione terapeutica, potremo prelevare il nucleo di una cellula della pelle di questo bambino, clonarla e ottenere staminali in grado di trasformarsi, una volta trapiantate nel suo organismo, in cellule produttrici di insulina'. Senza il rischio di rigetto, senza necessita' di somministrare farmaci immunosoppressivi. Perche', a detta di alcuni esperti, le cellule staminali prodotte con la clonazione, avrebbero proprio questo vantaggio: appartengono al paziente stesso e non a un'altra persona e quindi non vengono riconosciute come estranee dall'organismo.
Il solo annuncio del progetto ha gia' riaperto il dibattito. Secondo Ann Widdecombe, deputata conservatrice e cattolica 'questo e' l'inizio della china. Non occorre usare cellule staminali ricavate da embrioni quando molti scienziati ritengono che si possano usare quelle prelevate dagli adulti'. 'La Chiesa Cattolica sostiene in maniera univoca che tutti gli embrioni umani hanno una dignita' e una santita' inviolabile', ha precisato la Conferenza Episcopale dell'Inghilterra e del Galles. Un gruppo anticlonazione chiamato Human Genetics Alert ha scritto direttamente all'Hfea segnalando che il tipo di ricerca che intendono avviare gli scienziati dell'Universita' di Newcastle 'e' irresponsabile, non etica, debole dal punto di vista scientifico, non necessaria e giustificata unicamente da motivazioni politiche'.
Mentre Alistair Kent, del Genetics Interest Group che rappresenta le famiglie di individui affetti da malattie genetiche, dice: 'Ci vorra' ancora molto tempo prima che queste tecniche possano produrre nuove terapie ma prima si agisce prima saranno a disposizione dei pazienti'.
'Una tecnologia che dovesse funzionare sarebbe, senza dubbio, diffusa ovunque e capillarmente', spiega il professor Arturo Falaschi, genetista, professore di biologia molecolare alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Diffusa percio' anche in quei Paesi che vietano la clonazione terapeutica e la ricerca con gli embrioni, che secondo Falaschi in qualche modo supereranno lo 'scoglio' ad esempio 'si compreranno le linee gia' prodotte altrove e se ne inietteranno le cellule'. Un comportamento 'senza dubbio' ipocrita, 'ma arrivati a certi traguardi, bisognera' prendere una decisione. Finora, comunque, non c'e' evidenza che la clonazione terapeutica funzioni. Uno studio statunitense, per esempio, ha dimostrato che pazienti con scompenso cardiaco ai quali erano state iniettate cellule prelevate dal loro stesso midollo osseo, sono migliorati. Ma non si sa perche', visto che le cellule del midollo non erano affatto diventate cellule muscolari'.

Un emendamento, del gennaio 2001, allo Human Embryology Act consente di clonare esseri umani a scopo terapeutico nel Regno Unito, previa autorizzazione dell'Hfea. Mentre la clonazione riproduttiva e' proibita dalla legge, ed e' punibile con 10 anni di carcere e multe ingenti.

Fonte: Aduc (30/06/2004)
Pubblicato in Biotecnologie
Tag: terapeutica, clonazione
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy