Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Scoperto come procurare coma a cellule del melanoma


Anziche rimuovere chirurgicamente un tumore della pelle, o ucciderlo con i farmaci, un gruppo di scienziati inglesi e riuscito a rendere le sue cellule inoffensive, costringendole a una sorta di com

Anziche' rimuovere chirurgicamente un tumore della pelle, o ucciderlo con i farmaci, un gruppo di scienziati inglesi e' riuscito a rendere le sue cellule inoffensive, costringendole a una sorta di coma indotto. A sperimentare questa innovativa strategia d'azione contro il melanoma sono stati i ricercatori del Marie Curie Research Institute nel Regno Unito che hanno annunciato oggi i risultati di uno studio apparso sulla rivista Cancer Research.
Secondo Thomas Hughes-Hallett, alla guida dell'equipe, e' possibile riattivare un sistema di difesa naturale che nelle cellule tumorali e' 'spento', un meccanismo che le forza a uno stato di senescenza, o di coma, impedendo in questo modo la proliferazione cellulare e la crescita del melanoma.
I ricercatori hanno inizialmente osservato che il gene Tbx2 era iperattivo nel melanoma, la forma piu' grave di cancro alla pelle.
Lo stesso gene e' implicato anche nei processi di controllo dell'invecchiamento cellulare. In particolare, gli scienziati hanno notato che, inibendo Tbx2 nelle cellule neoplastiche, queste invecchiavano e smettevano di dividersi.
Il gene agisce, a detta dei ricercatori, come una sorta di pedale che accelera la proliferazione cellulare alla base della crescita tumorale. In condizioni normali, ossia nelle cellule sane, esiste un freno per regolare di volta in volta la velocita' e cioe' far invecchiare le cellule che devono smettere di proliferare. Sarebbe quindi proprio l'assenza di un freno molecolare, o la sua disattivazione, a permettere la crescita del melanoma. I ricercatori si sono accorti che, bloccando l'azione di Tbx2 in cellule di melanoma in provetta l'invecchiamento cellulare non veniva impedito, cioe' il freno molecolare era riattivato.
Ora si cerchera' di capire in che quantita' si puo' indurre la senescenza delle cellule del melanoma e di altre forme tumorali tramite nuovi farmaci. Un risultato simile, finalizzato a colpire solo le cellule malate riattivando il loro ciclo vitale naturale, potrebbe tuttavia richiedere almeno 10 anni di studi.
Secondo le stime della International Agency on Cancer Research (Airc), sono circa 133.000 i nuovi casi di melanoma maligno diagnosticati ogni anno nel mondo, di cui l'8% in Nord America, Europa, Australia e Nuova Zelanda.

Fonte: Ansa (15/03/2005)
Pubblicato in Cancro & tumori
Tag: Tbx2, melanoma, pelle
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy