Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Microfossili di antiche alghe


La loro struttura interna fornirÓ informazioni sul clima del paleozoico

I ricercatori dell'UniversitÓ di Montpellier II in Francia e dell'Accademia Cinese delle Scienze Geologiche sono riusciti a identificare alcuni misteriosi fossili del periodo Devoniano (circa 400 milioni di anni fa) come fruttificazioni di alghe carofite, piante di terra che vivono in acqua dolce e che esistono ancora oggi. Il risultato consentirÓ agli scienziati di comprendere meglio l'evoluzione di queste antichissime piante del Paleozoico e del clima di quel periodo. Gli autori hanno potuto decifrare la struttura interna dei fossili grazie all'utilizzo di potenti fasci di raggi X presso l'European Synchrotron Radiation Facility (ESRF), ottenendo microtomografie ad alta risoluzione. Lo studio Ŕ stato pubblicato sulla rivista "American Journal of Botany".
Sin dalla loro scoperta nel 1934, nessuno aveva ben compreso che cosa fossero in realtÓ questi misteriosi fossili.
Erano stati definiti come "semi" di felci, coralli o persino piccole uova di crostaceo. Grazie alla microtomografia ad alta risoluzione con raggi X e luce di sincrotrone, gli scienziati sono riusciti a fare chiarezza sulla loro struttura tridimensionale. I campioni usati variavano da 500 micron a 4 millimetri e provenivano da tutto il mondo. La radiazione di sincrotrone Ŕ stata fondamentale per rivelare dettagli microscopici dell'anatomia interna dei fossili senza danneggiarli. Al momento, nessun altra tecnica consente di studiare queste strutture in maniera non distruttiva.
Le fruttificazioni delle carofite esibiscono un'evoluzione complessa. Hanno tutte una forma arrotondata, ma sulla superficie esterna le pi¨ vecchie mostrano strutture verticali e le pi¨ recenti a spirale. I ricercatori hanno anche osservato con sorpresa la presenza di un utricolo (uno strato protettivo supplementare), finora noto soltanto in alcune carofite del Mesozoico. Il fatto che queste antiche alghe abbiano acquisito durante l'evoluzione questa struttura, che si ritiene proteggesse lo zigote dall'essiccazione, suggerisce che probabilmente vivessero in un ambiente rigido. La struttura potrebbe essere interpretata come un adattamento a stagioni caratterizzate da estati secche.
La ricerca apre le porte all'uso della microtomografia con raggi X e luce di sincrotrone in paleontologia. In effetti, le carofite sono soltanto uno di numerosi gruppi di fossili molto piccoli le cui strutture tridimensionali potrebbero essere studiate con questo tipo di analisi non distruttive.
Monique Feist, Junying Liu, Paul Tafforeau, "New insights into Paleozoic charophyte morphology and phylogeny". American Journal of Botany 92 (7): 1152-1160, 2005.

Fonte: Le Scienze (28/07/2005)
Pubblicato in Ecologia e Ambiente
Tag: alghe, clima, paleozoico, plancton
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy