Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Il meccanismo neurologico per l'analisi numerica

Equazioni


Come fa il cervello a decidere se un numero o la quantita' che esso indica e' di poco oppure molto piu' grande di un'altra? Lo fa utilizzando una linea virtuale sulla quale i numeri pi

Come fa il cervello a decidere se un numero o la quantita' che esso indica e' di poco oppure molto piu' grande di un'altra? Lo fa utilizzando una linea virtuale sulla quale i numeri piu' piccoli vengono immaginati alla sinistra di quelli piu' grandi. In pratica, un righello virtuale. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori italiani la cui ricerca e' stata pubblicata su Nature Neuroscience. Nella nostra mente proiettiamo infatti una sorta di righello graduato, simile a quelli usati a scuola, e grazie a questo decidiamo il valore dei numeri che prendiamo in considerazione. Con uno studio svolto presso il Centro Ricerche di Neuropsicologia della Fondazione Santa Lucia, Fabrizio Doricchi e i suoi collaboratori della Facolta' di Psicologia dell'Universita' La Sapienza di Roma, hanno per la prima volta individuato le aree cerebrali che consentono l'uso di questo righello mentale numerico, localizzate nel lobo frontale destro.
L'indagine ha inoltre evidenziato che la capacita' di confrontare quantita' numeriche diverse dipende fortemente da quella di ricostruire mentalmente la collocazione degli oggetti nello spazio. Per il loro studio i ricercatori hanno esaminato alcuni pazienti con una lesione dell'emisfero destro, i quali tendono a trascurare tutto cio' che fisicamente o mentalmente e' collocato alla loro sinistra. A tali pazienti e' stato chiesto di rispondere a delle semplici domande come, ad esempio, 'quale numero sta a meta' tra 3 e 9?'. Attraverso un'accurata procedura di localizzazione e misurazione delle lesioni cerebrali e' stato osservato che solamente i soggetti nei quali queste coinvolgevano la parte anteriore destra del cervello - il lobo frontale spostavano il centro dell'intervallo compreso tra i due numeri verso la cifra piu' grande collocata a destra, trascurando la parte sinistra di tale intervallo. Gli stessi pazienti mostravano di avere gravi difficolta' nel ricordare semplici itinerari spaziali (come la serie di caselle sulle quali era stata appena spostata una pedina) ma non nell'individuare il centro di linee visive orizzontali o nel ricordare delle serie di numeri casuali.
La ricerca effettuata da Doricchi e dai suoi collaboratori presso il Centro Ricerche di Neuropsicologia diretto dal Luigi Pizzamiglio, ha potuto avvalersi dell'impiego clinico e sperimentale di sofisticate tecniche di visualizzazione del cervello, tra cui la risonanza magnetica cerebrale.

Fonte: Ansa (15/11/2005)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: numeri, matematica, pensiero
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy