Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

400 embrioni sovrannumero alla Biobanca a Milano

Zigote in falsi colori


Sono circa 400 in tutta Italia e da fine gennaio abiteranno nella casa costruita per loro al Policlinico di Milano. Gli embrioni orfani, prodotti in sovrannumero negli interventi di fecondazione assis

Sono circa 400 in tutta Italia e da fine gennaio abiteranno nella casa costruita per loro al Policlinico di Milano. Gli embrioni orfani, prodotti in sovrannumero negli interventi di fecondazione assistita, congelati e non piu reclamati dai genitori, saranno conservati dentro sei contenitori in una sala dedicata interna alla Biobanca italiana del Crb (Centro di risorse biologiche). Lintera struttura e stata inaugurata oggi al Padiglione Marangoni di via Sforza, alla presenza dei vertici della Fondazione, dellex ministro della Salute, Girolamo Sirchia, e del direttore del Crb, Paolo Rebulla.
Il censimento avviato dallIstituto superiore di sanita (Iss) per accertare lo stato di abbandono di questi embrioni e praticamente completo - ha spiegato ai giornalisti Sirchia, ideatore della casa - Gli embrioni orfani sono circa 400, o forse qualcuno in piu, considerando che la legge sulla procreazione assistita dava tempo un anno per cercare di rintracciare le coppie e che alcune famiglie non sono ancora state contattate. Nel frattempo, comunque, a fine gennaio verra data la disposizione per trasferirli e tenerli in qui, in attesa di definire meglio la loro sorte. In particolare mettendo a punto metodi in grado di appurarne la vitalita, cioe di capire se sono vivi oppure no. Lex responsabile della Sanita italiana si e detto soddisfatto del traguardo raggiunto: Limpegno preso, con un investimento di 400 mila euro, e stato rispettato.
Venticinque operatori, 38 congelatori ad azoto liquido e 12 congelatori meccanici, complessivamente in grado di stoccare circa un milione e 250 mila provette di cellule, siero e acidi nucleici.
Questi i numeri del Crb, che fa capo al Dipartimento trasfusionale e di riferimento per il trapianto di organi e tessuti ed e parte del consorzio Mico fra i tre Irccs pubblici di Milano (Fondazione Policlinico, Istituto nazionale tumori e Istituto neurologico Besta).
La missione del centro e raccogliere, caratterizzare, conservare e distribuire diversi materiali biologici a scopo di ricerca e terapia, ha affermato Rebulla. Il tutto grazie a quattro unita, in cui medici e biologi lavoreranno al fianco di un bio-giurista: una figura nuova, ma fondamentale, dati i molti risvolti etici legati alle nostre attivita. Il Crb, ha continuato lematologo, raggruppa strutture diverse, che ospitano cose apparentemente prive di interesse, ma che tutte insieme potranno produrre unimmensa ricchezza per cittadini e malati. Tre di queste unita - la Milano Cord Blood Bank (Banca lombarda del sangue placentare), la Cell Factory (Fabbrica delle cellule) intitolata a Franco Calori e il Laboratorio di citometria e di epatologia sperimentale - sono attive al Policlinico gia da alcuni anni. Ma a queste si aggiunge ora la neonata Biobanca italiana, con la sala degli embrioni orfani.
La Banca del sangue placentare e nata nel 1993 - ha ricordato Rebulla - e nei 10 anni dal 1995 al 2005 ha raccolto 5.800 donazioni permettendo circa 260 trapianti in 20 Paesi del mondo. E ancora. La Fabbrica delle cellule, nata nel 2000 grazie al contributo della Fondazione Cariplo e della Fondazione Sangue, e il quartier generale degli studi sulle cellule staminali per riparare i tessuti danneggiati e ha gia consentito interventi contro talassemia, infarto e malattie neurologiche. Infine, il Laboratorio di citometria ed epatologia punta allo sviluppo di bioreattori per i pazienti con insufficienza epatica in attesa di trapianto di fegato, e la Biobanca ha a suo attivo nove programmi di raccolta e di conservazione materiali.
Numerose le collaborazioni del Crb, fra cui un accordo di aiuto reciproco con una Biobanca privata situata vicino a Linate. Sirchia ha ribadito limportanza di sinergie e cofinanziamenti. Molte industrie hanno gia mostrato grande interesse per il Crb, ha riferito. E questo tipo di alleanza e benvenuta, pensando agli elevati costi della ricerca e alla necessita di raggiungere una massa critica di materiali e progetti per accelerare i risultati da trasferire al paziente. Lunione fa la forza e anche il motto di Rebulla: LUe pensa a un network di tutti i centri come il nostro, una rete gestita dallOcse di cui saremmo felici, ha concluso.

Fonte: AdnKronos (18/12/2005)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: Biobanca, embrioni, fecondazione eterologa, Crb
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy