Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Per trapianto di faccia solo un primo rigetto

Struttura di un viso


Da Tucson in Arizona, dove sono arrivati per partecipare ad una Conferenza scientifica, alcuni dei medici francesi che hanno effettuato il primo storico trapianto di faccia, declamano a chiare lettere

Da Tucson in Arizona, dove sono arrivati per partecipare ad una Conferenza scientifica, alcuni dei medici francesi che hanno effettuato il primo storico trapianto di faccia, declamano a chiare lettere il successo dell'operazione.
Ma rivelano anche, per la prima volta, che la paziente - una donna di 38 anni che ha ricevuto mento,naso e labbra da un cadavere dopo essere stata sfigurata dai morsi di un cane - ha sofferto una grave crisi di rigetto che e' stata superata solo grazie a massicce dosi di steroidi.
Nel frattempo da Lione, il chirurgo principale autore dell'intervento - Jean-Michel Dubernard - ha fatto sapere che ''ci sono gia' piani per cinque nuovi trapianti di faccia dello stesso tipo'' . E gli specialisti Usa che stanno lavorando nello stesso campo hanno a loro volta confermato che i progetti per offrire il primo trapianto di faccia negli Stati Uniti ''si stanno muovendo''.
Gli esperti americani ribadiscono pero' che il loro approccio sara' tentare tutte le strade possibili, gia' disponibili prima di far ricorso all'intervento molto rischioso, sia per i problemi di rigetto che per quelli degli effetti collaterali dei farmaci somministrati per evitare appunto il rifiuto del nuovo organo.
''Vogliamo essere sicuri che i pazienti siano completamente a conoscenza dei rischi che corrono e che scelgano non in base al bisogno disperato di avere un aspetto migliore'', ha dichiarato Maria Siemionov della Cleveland clinic, la ricercatrice piu' vicina ad effettuare il trapianto negli Usa.
''E' dall'autunno che sto esaminado potenziali candidati - ha precisato - e la scelta si sta rivelando ancora piu' difficile di quanto mi aspettassi''.
Quanto alla paziente francese, che in questi ultimi giorni e' anche uscita di casa,le ultime analisi rivelano che sta riguadagnando sensibilita' nella zona del viso che le e' stata trapiantata.
Ma l'episodio della sua crisi di rigetto e' appena emerso.
Circa 3 settimane dopo l'intervento - hanno rivelato da Tucson alcuni rappresentanti dell'equipe che la segue - i medici hanno notato che la pelle si stava arrossando, e dopo aver escluso la presenza di un'infezione hanno verificato l'inzio della crisi di rigetto.
Dopo aver tentato per alcuni giorni di aumentare semplicemente le dosi dello steroide a cui la donna era gia' sottoposta hanno dovuto far ricorso il 30 dicembre a dosi massicce dello stesso farmaco a base di 'prednisone'. Il 2 gennaio la crisi e' stata dichiarata superata.

Fonte: Ansa (20/01/2006)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: trapianti, faccia
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy