Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

L'interruzione della terapia con statine in pazienti colpiti da ictus è pericolosa

Compresse


Lo studio italiano ha stabilito che 'interruzione della terapia raddoppia il rischio di complicanze cardiovascolari

Uno studio italiano, condotto a livello clinico, ha dimostrato che nei pazienti colpiti da ictus ischemico è pericoloso interrompere la terapia con le statine.
Lo studio è stato condotto a Roma e si ha coinvolto l'IRCCS Fondazione Santa Lucia, il Dipartimento Cardiovascolare dell'Azienda Complesso Ospedaliero San Filippo Neri e il Dipartimento di Neuroscienze dell'Università degli Studi Tor Vergata.
Le statine sono dei farmaci utili per ridurre il colesterolo LDL (Low Density Lipoprotein) in eccesso nel sangue e sono molto utili nei pazienti colpiti da ictus. Il loro utilizzo nei pazienti favorisce una prognosi più favorevole e meno recidive ischemiche cardiovascolari. Spesso però succede che i pazienti o i medici curanti interrompano senza motivo la terapia con le statine e questo causa spesso delle ricadute in questi pazienti. Secondo i dati dello studio, i pazienti che interrompono la terapia dopo la dimissione hanno una probabilità doppia di avere delle ricadute cardiovascolari.
Lo studio è stato condotto tenendo in osservazione per un anno un gruppo di 631 pazienti (di cui 322 uomini e 309 donne, con un'età media di 70 anni) che avevano subito un recente ictus ischemico, dimessi con la prescrizione di statine per ridurre il colesterolo.
Al termine del periodo di 12 mesi, i ricercatori hanno verificato che il 38,9% (246) dei pazienti aveva sospeso la terapia a base di statine entro un anno dalla dimissione ospedaliera. Di questi 246 pazienti, il 71,2% lo ha fatto senza motivi precisi, quindi non per effetti collaterali o reazioni avverse. Questo conferma quello che già in passato era stato riscontrato, cioè che le terapie farmacologiche cardiovascolari di lungo periodo spesso vengono interrotte e le ragioni sono molte e molto complesse. In generale, si riscontra che i pazienti che interrompono le terapie con maggior facilità sono le donne, i pazienti depressi e i pazienti molto anziani. Al contrario i pazienti malati di diabete seguono più attentamente la terapia. Parallelamente la ricerca ha evidenziato come la sospensione dell'assunzione di statine raddoppi il rischio di subire complicanze cardiocircolatorie.
Lo studio è stato coordinato dal prof. Carlo Caltagirone, Professore Ordinario di Neurologia della Facoltà di Medicina dell'Università di Roma Tor Vergata e Direttore Scientifico dell'IRCCS Fondazione Santa Lucia. Inoltre sono co-autori del lavoro il dott. Massino Santini, Direttore del Dipartimento Cardiovascolare dell'A.C.O. San Filippo Neri, e il dott. Andrea Bassi, ricercatore presso la Fondazione Santa Lucia. I risultati sono disponibili on line e presto saranno pubblicati su 'Stroke', la rivista ufficiale dell'American Heart Association.

Redazione MolecularLab.it (11/09/2007)
Pubblicato in Biochimica e Biologia Cellulare
Tag: statine, colesterolo, ictus, cuore
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy