Feed RSS: Molecularlab.it NewsiCalendar file
Categorie

Impiantato in topi fegato coltivato in laboratorio


Sono stati impiantati in topi e ratti frammenti di tessuto del fegato coltivati in laboratorio. Lobiettivo e ricostruire, direttamente nellorganismo, un organo nuovo, un organo completo e sano. Si

Sono stati impiantati in topi e ratti frammenti di tessuto del fegato coltivati in laboratorio. L'obiettivo e' ricostruire, direttamente nell'organismo, un organo nuovo, un organo completo e sano. Si tratta del primo passo di una strada ancora molto lunga e difficile, ha detto il responsabile della ricerca, George Michalopoulos, del dipartimento di Patologia dell'universita' americana di Pittsburgh, oggi a Palermo per l'inaugurazione della nuova sede dell'ISMETT.
L'obiettivo e' arrivare a costruire in laboratorio un fegato umano a partire da un gruppo di cellule, ma ''nessuno e' in grado di prevedere quando cio' sara' possibile'', ha osservato Michalopoulos, al quale si deve la scoperta del fattore di crescita delle cellule del fegato (epatociti), chiamato HGF (Hepatocyte Growth Factor). Una scoperta che ha aperto la via alla possibilita' di rigenerare il fegato, visto che e' un cocktail di fattori di crescita e sostanze nutrienti a permettere di coltivare in laboratorio le cellule epatiche.
''Gli esperimenti sugli animali sono in corso, e contemporaneamente si stanno coltivando in laboratorio cellule di fegato umano, ma - ha rilevato il ricercatore - c'e' ancora molta strada da fare prima di arrivare ad ottenere un nuovo organo.
Nessuno e' in grado di prevedere quando questo sara' possibile''.
Quello che invece oggi e' realistico, secondo Michalopoulos, e' capire come si organizza un tessuto complesso come il fegato. ''Ci interessa capire il modo in cui il fegato si rigenera'', ha aggiunto. Se quindi ottenere e poter impiantare nell'uomo un fegato costruito in laboratorio richiedera' ancora moltissimo lavoro, nel frattempo si osserva osserva cio' che accade nelle cellule di fegato umano in coltura. L'obiettivo e' capire il meccanismo complesso con cui gli strati delle cellule che compongono l'organo (epatociti e cellule biliari) si organizzano con il tessuto connettivo fino a formare una struttura complessa.
Nel frattempo si lavora alla rigenerazione del fegato seguendo una seconda strada, piu' vicina a trasformarsi in una futura terapia. Sono infatti in corso, fra Stati Uniti e Giappone, le prime sperimentazioni sull'uomo del fattore di crescita HGF scoperto nel 1989 da Michalopoulos e contemporaneamente da due gruppi giapponesi, e il cui recettore e' stato individuato dall'italiano Paolo Comoglio, direttore scientifico dell'Istituto per la ricerca e la cura del cancro di Candiolo (Torino). ''L'obiettivo dei test in corso - ha detto il patologo americano - e' utilizzare il fattore di crescita per rigenerare il fegato colpito da malattie croniche, come la cirrosi''.

Fonte: Ansa (29/03/2004)
Pubblicato in Medicina e Salute
Tag: impiant, fegato, rigenera
Vota: Condividi: Inoltra via mail

Per poter commentare e' necessario essere iscritti al sito.

Registrati per avere:
un tuo profilo con curriculum vitae, foto, avatar
messaggi privati e una miglior gestione delle notifiche di risposta,
la possibilità di pubblicare tuoi lavori o segnalare notizie ed eventi
ed entrare a far parte della community del sito.

Che aspetti, Registrati subito
o effettua il Login per venir riconosciuto.

 
Leggi i commenti
Notizie
  • Ultime.
  • Rilievo.
  • Più lette.

Evento: Congresso Nazionale della SocietÓ Italiana di Farmacologia
Evento: Synthetic and Systems Biology Summer School
Evento: Allosteric Pharmacology
Evento: Conference on Recombinant Protein Production
Evento: Informazione e teletrasporto quantistico
Evento: Into the Wild
Evento: Astronave Terra
Evento: Advances in Business-Related Scientific Research
Evento: Conferenza sulle prospettive nell'istruzione scientifica
Evento: New Perspectives in Science Education


Correlati

 
Disclaimer & Privacy Policy