Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Microbiologia e Immunologia
 AIDS e strumentalizzazione
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Microbiologia & Immunologia: Relazioni Blog InsideMicro Protocolli Siti di Microbiologia e Immunologia Ultimo notizie
Pagina Successiva

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione
Pagina: di 2

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 25 ottobre 2010 : 22:46:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao

quest'anno per il diploma ho fatto una tesina sull'HIV e mi sono reso conto che questo virus è il più strumentalizzato della storia

tutte le malattie, perlomno quelle causate da m.o. vengono tenute sotto controllo, mediante farmaci, vaccini e altre terapie che sconfiggono definitivamente il virus. a me sembra molto strano il fatto che dopo 20 anni e più non si sia ancora riusciti a trovare un farmaco, un vaccino che uccida defitivamente il virus che ha contagiato una persona


voi cosa pensate a riguardo?

ho sempre preso questa questione con molta razionalità, però non posso fare a meno di interrogarmi e di convincermi che l'AIDS fa mangiare (oltre a far morire)

i costi dei farmaci sono esorbitanti, da essi provengono in gudagni maggiori, in tutto il mondo, soprattutto in USA vengono organizzante campagne per raccolgiere fondi, molto spesso utilizzati per altri scopi

sembra strano che dopo 20 anni che l'HIV sia l'unico virus (che io sappia) per il quele non si è riusciti a fare qualcosa di vermente concreto e a volte nasce il dubbio

forse tutti sanno i modi per trovare una cura valida, ma nessuno la metterà mai in pratica, perché ciò porterebbe meno soldi

negli stati uniti 50 giovani al giorno prendono l'AIDS, 50 giovani che ogni mese spenderanno stipendi interi per comprarsi i farmaci (ci sono anche quelli delle marche minori, ma sono pur sempre strumentalizzati) per tutta la vita. se esitesse una cura permante questi ragazzi darebbero meno soldi alle case farmaceutiche solo per un breve periodo

voi cosa pensate a riguardo?

chim2
Utente Attivo

Death Note



2110 Messaggi

Inserito il - 25 ottobre 2010 : 23:23:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chim2 Invia a chim2 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non è il più strumentalizzato è semplicemente molto pericoloso
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6925 Messaggi

Inserito il - 25 ottobre 2010 : 23:41:46  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
intanto ormai son quasi 30 gli anni, piuttosto che 20, comunque...

Citazione:

tutte le malattie, perlomno quelle causate da m.o. vengono tenute sotto controllo, mediante farmaci, vaccini e altre terapie che sconfiggono definitivamente il virus.



Falso come una moneta da 3 euro. Ti faccio l'esempio più stupido del mondo: il raffreddore. Non c'è cura, non c'è vaccino, e l'unico motivo per cui rhinovirus non ha estinto il genere umano è che il virus è termosensibile e non riesce a replicarsi oltre i 35°C, quindi per lui è impossibile infettare con successo altre cellule che non siano quelle delle vie aeree superiori. Potrei farti altri mille esempi di malattie infettive che non hanno cura, batteriche, virali, parassitarie, fungine...

Citazione:

a me sembra molto strano il fatto che dopo 20 anni e più non si sia ancora riusciti a trovare un farmaco, un vaccino che uccida defitivamente il virus che ha contagiato una persona


In realtà la ricerca ha fatto talmente tanti passi avanti che si è quasi giunti alla parità tra speranza di vita di sieropositivi e sieronegativi, anche senza eliminare il virus dall'organismo (attualmente le previsioni più ottimistiche parlano di 30 anni). Direi che comunque questa è una grande vittoria

Citazione:

i costi dei farmaci sono esorbitanti, da essi provengono in gudagni maggiori, in tutto il mondo, soprattutto in USA vengono organizzante campagne per raccolgiere fondi, molto spesso utilizzati per altri scopi


In realtà, nonostante i costi sicuramente alti, anche sul piano farmacologico e sociale ci sono stati grandi passi avanti: una volta si dovevano assumere 20 pasticche al giorno, stando attenti agli orari, all'essere a digiuno o a stomaco pieno, con conseguenze sulla vita sociale pesantissime. Ora ce la si cava a volte anche con solo una pasticca al giorno, cosa che fa anche diminuire i costi.

Citazione:

sembra strano che dopo 20 anni che l'HIV sia l'unico virus (che io sappia) per il quele non si è riusciti a fare qualcosa di vermente concreto e a volte nasce il dubbio


Come detto sopra, non è vero.

Citazione:
forse tutti sanno i modi per trovare una cura valida, ma nessuno la metterà mai in pratica, perché ciò porterebbe meno soldi


Un uomo che vive fino a 100 anni è un uomo che compra farmaci fino a 100 anni, quindi conviene anche alle case farmaceutiche farci vivere di più

Citazione:

negli stati uniti 50 giovani al giorno prendono l'AIDS, 50 giovani che ogni mese spenderanno stipendi interi per comprarsi i farmaci (ci sono anche quelli delle marche minori, ma sono pur sempre strumentalizzati) per tutta la vita. se esitesse una cura permante questi ragazzi darebbero meno soldi alle case farmaceutiche solo per un breve periodo

dipende da quanto costa quella cura... in ogni caso, per dirla in maniera elegante, con i se e con i ma la storia non si fa. In futuro spero di poter vedere la cura definitiva per l'AIDS, attualmente abbiamo farmaci che fanno sopravvivere per 30 anni.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

Dionysos
Moderatore

D

Città: Heidelberg


1913 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 01:03:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Dionysos  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Dionysos Invia a Dionysos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
sembra strano che dopo 20 anni che l'HIV sia l'unico virus (che io sappia) per il quele non si è riusciti a fare qualcosa di vermente concreto


Al contrario è forse il virus per cui si è fatto di più e per cui si è investito di più:
intorno a un centinaio di farmaci tra trial clinici e commercio, con un miglioramento
della prospettiva di vita decisamente invidiabile rispetto all'inizio della pandemia negli 80's.

Pensa invece che chi si prende la rabbia non ha scampo. Chi si prende l'ebola
non ha (quasi nessuna) terapia disponibile. Chi si prende la panencefalite subacuta
sclerosante da morbillo non ha risorse. Niente farmaci d'uso neppure contro la SARS.

Tanti, troppi virus sono ancora definiti "non trattabili". Vecchi o nuovi non importa.
E' l'incidenza statistica a dettare la diversa disponibilità di risorse: (triste) legge di mercato.

Volere libera : questa é la vera dottrina della volontà e della libertà
(F.W. Nietzsche)

Less Jim Morrison, more Sean Morrison!


Torna all'inizio della Pagina

_pietro_
Nuovo Arrivato

Città: Lund


104 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 11:56:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di _pietro_ Invia a _pietro_ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Credo che ognuno di voi abbia ragione, a seconda del punto di vista con cui l'argomento viene analizzato. Ma dal basso della mia diffidenza (e dei libri che ho letto e delle testimonianze che ho ascoltato), mi viene da pensare a una massima che sostanzialmente dice:

Qual é il lavoro di un medico? E' mantenerti in agonia. Se muori o se guarisci lui perde un cliente...

Non credo che le case farmaceutiche siano cosi' ingenue da non pensare a questo...
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6925 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 12:35:23  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la domanda sorge spontanea: che libri? :-)

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

Iside
Utente Attivo

Iside_paradise

Città: Napoli


1375 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 12:37:50  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Iside  Invia a Iside un messaggio Yahoo! Invia a Iside un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da _pietro_



Qual é il lavoro di un medico? E' mantenerti in agonia. Se muori o se guarisci lui perde un cliente...





questa è una gran bella frase ad effetto che andrebbe detta a tutti i medici impegnati nei paesi in via di sviluppo o anche semplicemente a tutti i medici ospedalieri del mondo. Il mio consiglio però è quello di dartela a gambe poi.

per favore, riflettere prima di scrivere (una sciocchezza).

...we're just two lost souls swimming in a fishbawl...year after year...
Torna all'inizio della Pagina

Caffey
Utente Attivo

ZEBOV

Città: Perugia


1496 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 13:04:02  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Caffey Invia a Caffey un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Qual é il lavoro di un medico? E' mantenerti in agonia. Se muori o se guarisci lui perde un cliente...

Sai che un po' mi offende questa frase? Spero che non sia la tua idea sulla categoria dei medici.
Io sto studiando medicina per prendermi cura della salute delle persone ed essere pagato di conseguenza perché offro un servizio alla comunità come fanno tutti gli altri lavoratori.
Non lo faccio certo solo per i soldi, altrimenti avrei intrapreso altre strade più semplici e non meno remunerative.

[...] Hunc igitur terrorem animi tenebrasque necessest
non radii solis neque lucida tela diei
discutiant, sed naturae species ratioque. [...]

Titus Lucretius Carus
Torna all'inizio della Pagina

_pietro_
Nuovo Arrivato

Città: Lund


104 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 13:14:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di _pietro_ Invia a _pietro_ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ragazzi, please..

ho preso a pretesto un adagio per dire un altra cosa, per accusare indirettamente le multinazionali farmaceutiche di una cosa che tutti sanno. che non gliene frega niente della nostra salute e che lavorano solo per fare soldi..

I medici non c'entrano niente... INTESI?

Che libri Giuliano? BIG PHARMA prima di tutto.. potrei anche citarti Bad Science (ma non so il titolo in italiano)...
Torna all'inizio della Pagina

chim2
Utente Attivo

Death Note



2110 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 13:26:33  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chim2 Invia a chim2 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da _pietro_

ragazzi, please..

ho preso a pretesto un adagio per dire un altra cosa, per accusare indirettamente le multinazionali farmaceutiche di una cosa che tutti sanno. che non gliene frega niente della nostra salute e che lavorano solo per fare soldi..

I medici non c'entrano niente... INTESI?

Che libri Giuliano? BIG PHARMA prima di tutto.. potrei anche citarti Bad Science (ma non so il titolo in italiano)...


be è la realtà quindi il discorso è diverso!premettendo che in europa non ci sono i problemi esposti da more more vista che abbiamo la mutua!
del resto non vedo nulla di male,scusate....ingegneri che progettano anche schifezze elettroniche servono per far soldi,oppure molti apparecchi biomedici,è normale che anche le industrie farmaceutiche lo facciano,cosa facciamo ora?mettiamo in discussione il sistema occidentale solo perchè qualcuno ha interessi diversi dai nostri?una cosa sono le truffe e ne ho riportata una....ma guarda caso queste riguardano proprio quel sistema molto pubblico della sanità...è normale che un industria accumula capitali per continuare a investire...del resto i numeri so chiari su 100 molecole individuate in un anno solo 2 vanno a finire in studi biochimici e poi vengono scartate spesso dopo....quando si trovò il fullerellene,oltre ai grandi sviluppi ipotizzati in altri campi,c'è anche quello farmaceutico (premettendo che si fa pochisssimo)ma all'epoca dei pochi microlitri costavano milioni di lire..solo ora i costi si sono abbattuti)...sapete quando può costare un reagene stupido come il tetrossido di osmio?o piombo puro?quindi c'è bisogno di soldi è una triste realtà ma è cosi'
Torna all'inizio della Pagina

_pietro_
Nuovo Arrivato

Città: Lund


104 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 14:57:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di _pietro_ Invia a _pietro_ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:

del resto non vedo nulla di male,scusate....ingegneri che progettano anche schifezze elettroniche servono per far soldi,oppure molti apparecchi biomedici,è normale che anche le industrie farmaceutiche lo facciano,cosa facciamo ora?mettiamo in discussione il sistema occidentale solo perchè qualcuno ha interessi diversi dai nostri?



Io non trovo niente di male che un'azienda/compagnia faccia soldi.. se non lo farebbe andrebbe in fallimento e buonanotte al secchio. Non sono un anticapitalista, ma se il loro diritto di fare soldi si scontra contro il mio diritto alla salute e al benessere allora non ci siamo piu'. Quando le compagnie modificano i parametri per il quale tu possa essere considerato sano o malato solo per vendere farmaci, questo non e' piu' capitalismo. Quando togli il diritto alla cura a persone (tipo i malati di AIDS dell'africa che si sono prestati a cavie umane) che hanno per legge non e' piu' il loro diritto di fare soldi.

Il mio discorso comunque era molto piu' superficiale e sono sicuro che la gran parte degli utenti sono d'accordo con me: AIDS e strumentalizzazione? Certo, perche' no, sorprende?
Torna all'inizio della Pagina

chim2
Utente Attivo

Death Note



2110 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 15:11:30  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chim2 Invia a chim2 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ma il discorso è un altro ma mica solo l'AIDS?quasi tutto viene strumentalizzato...ti faccio un es banale i prodotti cosiddetti biologici e poi cresciuti su un terreno vicino l'autostrada ma ti pare?poi biologici in che senso che ci sono anche i batteri e i parassiti?però poi alla fine questi costano di più di altri...il discorso lo si può fare pure superficialmente ma non ne usciremmo più...
Torna all'inizio della Pagina

_pietro_
Nuovo Arrivato

Città: Lund


104 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 15:17:04  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di _pietro_ Invia a _pietro_ un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sono assolutamente d'accordo, non ho molto da aggiungere..
Torna all'inizio della Pagina

kORdA
Utente Attivo

newkORdA

Prov.: Milano
Città: Monza


1303 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 16:35:57  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di kORdA  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di kORdA Invia a kORdA un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da _pietro_
Qual é il lavoro di un medico? E' mantenerti in agonia. Se muori o se guarisci lui perde un cliente...



Per quanto possa apparire offensiva questa frase, e' triste osservare che non ci si discosti molto dalla realta'. Basterebbe chiederne conferma ad un qualsiasi informatore scientifico

http://www.linkedin.com/in/dariocorrada
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 21:06:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
lo spaevo anch'io che c'era la mutua... però sono sempre soldi che entrano nelle casse delle cause farmaceutiche, non rispettando, talvolta nemmeno i principi etici

a mandare avanti la ricerca in campo farmceutico sono solo i probabli gudangi, ci sono malattie per cui non esistono farmacici semplicmente perché questi colpiscono solo persone dell'Africa o di altri Paesi poveri, oppure sono patologie rare (nessuno produrebbe un farmaco per 5000 casi al mondo)

l'Ebola: per questo virus il discorso è analogo, questo virus si trova in Africa. La gente che abita in queste zone non hanno i soldi per pagare i farmaci e quindi non si possono curare, nessuno si sognerebbe di produrre farmaci gratis, per le case farmaceutiche certi paesi non esitono. se l'ebola fosse pià comune in Europa, dove i soldi girano la ricerca per questo virus sarebbe molto più attiva, chissà magari in questo caso il vaccino esisterebbe. Il discroso è analgo per l'AIDS peccato che tutti i lati negativi dell'ATZ(il fatto che dangesse anche le cellule umane) e di altri farmaci sono stati scoperti usando come cavie gli africani (ora l'ATZ è di nuovo in commercio), molte persone si sono prestate alla cura credendo che poi le case farmceutiche avrebbero mantenuto le promesse fatte (se il farmaco funziona tu che ti sei prestato per essere una cavia avrai il farmaco gratis), il caso più eclatante è stato quello delle menti africane gravide, lo scopo di valutare se l'ATZ dangesse il feto (migliai di donne si sono prestate come cavie e alla fine non hanno avuto nulla in cambio)

il discroso per il raffredore non regge molto, anzi è analogo a quello che faccio; le casue farmaceutiche sfruttano proprio la "debolezza del virus", molte persone infatti curano il virus con dei farmaci, visto che comunque il rafferddore è persistente e quindi tutti prefriscono togliersolo dai piedi nel giro di 2- 3 giorni. se ci fosse un vaccino i gudagni sarebbero minori, perché le persone una volta vacinate non spenderebbero più soldi per curare questi farmaci, idem per l'herpes labbiale

un uomo che campa un secolo spende soldi per i farmaci per tutta la vita, su questo non c'è dubbio, peccato che però questi farmaci non valgno dai 400$ ai 1000$ a confezione

per non parlare poi di tutte le campagne per raccogliere fondi per la ricerca, tutti soldi che poi vengono usati per altri scopi...

sicneramente penso che nel caso dell'AIDS le case farmaceutiche hanno perso l'etica, lo sapevo anch'io che i siorpositvi in Europa campano quasi come le persone non affette, in Africa no. Penso che gli africani meritano di più di una semplice indifferenza visto che hanno fatto e continueranno a fare le cavie.

anche se ci fosse un vaccino sull'AIDS, secondo me non accadrà mai, non cambierbbe nulla: 1000$ a dose, nessuno sconto neanche all'Africa dove tutti sono cavie e molti non si rendono nemmeno conto di esserlo, che vivono nell'illussione di trarre anche un miniomo vantaggio da tutta questa strumentalizzazione che ha superato i limiti dell'etica
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 21:21:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
il discroso per il raffredore non regge molto, anzi è analogo a quello che faccio; le casue farmaceutiche sfruttano proprio la "debolezza del virus", molte persone infatti curano il virus con dei farmaci, visto che comunque il rafferddore è persistente e quindi tutti prefriscono togliersolo dai piedi nel giro di 2- 3 giorni. se ci fosse un vaccino i gudagni sarebbero minori, perché le persone una volta vacinate non spenderebbero più soldi per curare questi farmaci, idem per l'herpes labbiale

Veramente ci sono vari vaccini per l'herpes già in fase III.
Per i virus influenzali i vaccini ci sono. Sul perchè si debba rifare annualmente ti consiglio di leggere un libro di immunologia.

Citazione:
l'Ebola: per questo virus il discorso è analogo, questo virus si trova in Africa. La gente che abita in queste zone non hanno i soldi per pagare i farmaci e quindi non si possono curare, nessuno si sognerebbe di produrre farmaci gratis,

Se vuoi fare quel discorso usa la malaria come esempio, non certo l'Ebola. Se le case farmaceutiche avessero trovato un rimedio per l'ebola l'avrebbero venduto a caro prezzo a molti governi del mondo, specialmente quelli un po' fissati con il terrorismo.

Citazione:
un uomo che campa un secolo spende soldi per i farmaci per tutta la vita, su questo non c'è dubbio, peccato che però questi farmaci non valgno dai 400$ ai 1000$ a confezione

L'AIDS non è poi un così grande mercato per le big pharma. Il diabete e le malattie cardiovascolari sono molto ma molto più remunerative.

Citazione:
per non parlare poi di tutte le campagne per raccogliere fondi per la ricerca, tutti soldi che poi vengono usati per altri scopi...

Che prove hai di questo?

Citazione:
sicneramente penso che nel caso dell'AIDS le case farmaceutiche hanno perso l'etica, lo sapevo anch'io che i siorpositvi in Europa campano quasi come le persone non affette, in Africa no. Penso che gli africani meritano di più di una semplice indifferenza visto che hanno fatto e continueranno a fare le cavie.

In Africa muoiono di infezioni secondarie, che potrebbero essere curate con molti meno soldi. Il problema non sono (solo) le aziende farmaceutiche. Ci sono i governi del "primo mondo" che non eliminano i debiti, i governi del "terzo mondo" che usano i soldi (che ci sono) per altro, o perchè no, le orribili campagne che dicono che i profilattici sono inutili... E' facile dare la colpa alle aziende farmaceutiche, ma forse non è solo lì il problema.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6925 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 21:42:36  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E poi credi a Gelmini e Brunetta, mah... comunque:


Citazione:
Messaggio inserito da more more


l'Ebola: per questo virus il discorso è analogo, questo virus si trova in Africa. La gente che abita in queste zone non hanno i soldi per pagare i farmaci e quindi non si possono curare, nessuno si sognerebbe di produrre farmaci gratis, per le case farmaceutiche certi paesi non esitono. se l'ebola fosse pià comune in Europa, dove i soldi girano la ricerca per questo virus sarebbe molto più attiva, chissà magari in questo caso il vaccino esisterebbe.


Ebola è un fo**uto bas*ardo. Lavorare con quel virus vuol dire avere una struttura apposita, moltissimi soldi e gente disposta a farlo, non è per niente banale. Marburg è stato isolato in Germania (a Marburg, appunto), il ceppo Reston di Ebola in USA (a Reston), le sue comparse, seppur sporadiche, le ha fatte anche nel mondo ricco. E' che è un fo**uto bas*ardo.
Citazione:
Il discroso è analgo per l'AIDS peccato che tutti i lati negativi dell'ATZ(il fatto che dangesse anche le cellule umane) e di altri farmaci sono stati scoperti usando come cavie gli africani (ora l'ATZ è di nuovo in commercio)

fonte? No perché i primi casi si son trovati a Los Angeles...
Citazione:
molte persone si sono prestate alla cura credendo che poi le case farmceutiche avrebbero mantenuto le promesse fatte (se il farmaco funziona tu che ti sei prestato per essere una cavia avrai il farmaco gratis), il caso più eclatante è stato quello delle menti africane gravide, lo scopo di valutare se l'ATZ dangesse il feto (migliai di donne si sono prestate come cavie e alla fine non hanno avuto nulla in cambio)

come sopra: fonte?
Citazione:

il discroso per il raffredore non regge molto, anzi è analogo a quello che faccio; le casue farmaceutiche sfruttano proprio la "debolezza del virus", molte persone infatti curano il virus con dei farmaci, visto che comunque il rafferddore è persistente e quindi tutti prefriscono togliersolo dai piedi nel giro di 2- 3 giorni. se ci fosse un vaccino i gudagni sarebbero minori, perché le persone una volta vacinate non spenderebbero più soldi per curare questi farmaci, idem per l'herpes labbiale


nessun farmaco cura il raffreddore. Quello che fanno i farmaci è curare i sintomi, niente di più. E poi davvero credi che non si farebbero soldi con la cura per il raffreddore? Ingenuo...
Citazione:

un uomo che campa un secolo spende soldi per i farmaci per tutta la vita, su questo non c'è dubbio, peccato che però questi farmaci non valgno dai 400$ ai 1000$ a confezione

secondo te si guadagna di più con l'aspirina o con il cisplatino? No, così, giusto per chiedere. Prima di rispondere però considera che l'aspirina, in paesi non proprio ininfluenti come gli USA, è venduta anche nei supermercati.
Citazione:

per non parlare poi di tutte le campagne per raccogliere fondi per la ricerca, tutti soldi che poi vengono usati per altri scopi...


E per la terza volta: fonti?
Citazione:

sicneramente penso che nel caso dell'AIDS le case farmaceutiche hanno perso l'etica, lo sapevo anch'io che i siorpositvi in Europa campano quasi come le persone non affette, in Africa no. Penso che gli africani meritano di più di una semplice indifferenza visto che hanno fatto e continueranno a fare le cavie.


In africa HIV è uno dei problemi, e la sua diffusione va al di là delle cure farmaceutiche, visto che si fa fatica a combattere l'ostruzionismo della Chiesa contro il preservativo e le superstizioni locali che vogliono che se stupri una vergine guarisci da HIV... In ogni caso hai ragione quando dici che lì i farmaci non sono così scontati come da noi, ma la loro condizione è molto più complicata di così.
Citazione:

anche se ci fosse un vaccino sull'AIDS, secondo me non accadrà mai,


Ehm... cioè...
http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=6980
Citazione:

non cambierbbe nulla: 1000$ a dose, nessuno sconto neanche all'Africa dove tutti sono cavie e molti non si rendono nemmeno conto di esserlo,


uff... fonte?
Citazione:
che vivono nell'illussione di trarre anche un miniomo vantaggio da tutta questa strumentalizzazione che ha superato i limiti dell'etica


Ribadisco che la condizione africana è molto più complicata di quello che credi

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 21:48:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
avrei voluto uccidre in Papa quando se andava in giro a dire che il preservativo non serviva che cavolata

sinceramente non odio le case farmaceutiche, anzi vorrei lavorarci, cmq il discorso per la malaria è indetico, il farmaco non è più in produzione semplicemente perché in Europa non è più diffusa, ho ustato l'ebola per rispondere all'utente sopra

sinceramente non credo che la cuase farmaceutiche siano disposte ad aiutare i terroristi, bisognerebbe essere senza cuore per aiutare un terrorista, sapendo che ucciderà un sacco di persone, ma sopratutto per una questione di vantaggi, insomma un attentato e pur sempre un attentato, gli agenti segreti sono molto perseveranti su certi questioni, le possibilità che possano arrivare a scoprire che una casa farcetucihe ha venduto un rimedio contro l'ebola hai terroristi sono molto alte e vediamo poi la casa farmaceutica che fine fa; basta semplicemnte trovare un'apprtente alla cellula teorrisitica disperso per l'Europa e promettergli uno sconto di pena (le cellule teorristiche non dicono tutto, ma lasciano cmq l'intuzione dice De Gennarao)

il fatto dei fondi nessuna prova, l'ho letto su un sito, ma prendeva alla larga l'argomnto, cmq mi sembra ovvio che ci siano truffe anche su questo

non ci sono solo le cause farmaceuriche però mi sembra che loro non aiutiano molto, ci sono persone che muoiono per infezioni secondarie, ma il discorso è sempre lo stesso, i farmaci li non arrivano perché non ci sono soldi, per quel che so il nuov governatore del Congo si sta impegnado molto. poi anche gli africani hanno le sue colpe, anche su questo ci sarebbe molto da dire, in parte sostengo il tuo discorso (i paesi del 3 mondo spesso usano fondi per altro)
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6925 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 22:26:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da more more


sinceramente non credo che la cuase farmaceutiche siano disposte ad aiutare i terroristi,/quote]
Si parlava di paesi... mica possono vietare alle case farmaceutiche di vendere vaccini in Iran per dire, ti pare?
Citazione:

il fatto dei fondi nessuna prova, l'ho letto su un sito, ma prendeva alla larga l'argomnto, cmq mi sembra ovvio che ci siano truffe anche su questo


ecco, occhio ai siti a cui si da retta. Esigi sempre le fonti e che queste siano affidabili, in caso contrario prendi tutto con le pinze (lunghe due metri, possibilmente).
Le truffe ci sono ovunque, però considerare il commercio dei farmaci in toto una truffa mi sembra un tantino esagerato
[quote]
non ci sono solo le cause farmaceuriche però mi sembra che loro non aiutiano molto, ci sono persone che muoiono per infezioni secondarie, ma il discorso è sempre lo stesso, i farmaci li non arrivano perché non ci sono soldi, per quel che so il nuov governatore del Congo si sta impegnado molto. poi anche gli africani hanno le sue colpe, anche su questo ci sarebbe molto da dire, in parte sostengo il tuo discorso (i paesi del 3 mondo spesso usano fondi per altro)


Ci sono anche medici senza frontiere, emergency e altre ong che aiutano, però. La situazione è critica per mille motivi, ma credere in Big Pharma colosso mondiale senza scrupoli è una scemenza

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 23:13:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non dico che è senza scrupoli, ovviamente le truffe ci sono, ma con questo non volgio dire che bih pharma è un'associazione a delinquere

ovvimante ognuno ai suoi intressi... leciti sono sicuro che in big pahrma ci siano persone disposte a perdere qualche milione ma sono la minoranza, i soldi possono cambiare la mentalità delle persone ho perso due amici per una banale partita a poker, gente che conoscevo da 10 anni, magari anch'io non penserei ai bambinai dell'africa in certe situazioni

il fatto che i farmaci dell'HIV vnegano sperimanti in Africa non è una novità (il virus inventato. it ecco la fonte tuffa e AIDS un'latra fonte) premetto che non sostengo interamente quello che die il sito, i primi casi sono nati in America, cosa che sapevo anch'io, ma i medici in Africa avevano già un idea chiara dei sintomi, ma non spavano cosa li causava la notizia dell'isolamento del virus nel giro di un girono è arrivata ai gorvetaori africani che hanno chiesto aiuto all'Europa per trovare i famaci, è cosi che partita la sperimentazione in Africa

per l'Ebola il discorso è un pò diverso, i governi finaziano la ricerca per questo virus visto per la paura del terrorismo biologico, in caso contrario nessuno si sbaterebbe molto. nessuna casa farmaceutica si sognerebbe di vendere un rimedio in Iran, il terrorismo è ovunque miaca solo li, non è una questione di paesi, ma globle


il mio discroso sembra un pò anticapitalista, ma in realtà io sostengo il capitalismo, lascimo furoi la politica spiccia da certe situazioni (credo alla riforma glemimi, quello si, da qualche parte bisogna pur cominciare, no? mi sembra che una riforma, per quanto contestata sia già un passo avanti. Brunetta... mai nominato)

il vaccino non cambia le cose è proprio il presidente del Congo a drilo ecco la fonte

si gudagna di più con asprina.... quanto costa una cofezione di aspirne? quante confezioni di aspirine devi predndere per raggiungere il prezzo di una scatola di farmaci contro l'HIV. forse si vendono meno farmaci di questo tipo di aspirne, ma il loro costo è talmente alto che alla fine il ricavo è simile

una cura permante contro il raffreddore ridurebbe di molto i guadagni, perché le persone invece di spendere soldi per una volta sola per quesi sintomi li spendaranno per sempre, tu mi dirai che ci sono sempre altre malattie che danno sintomi analoghi, su questo sono d'accordo... il fatto che neussn farmaco curi il raffredore in se,bhè... è tutto di guadgnato, un farmaco per ogni sitomo e qundi più soldi

nella mia tesina di 80 pagine la questione sui vaccini è stata trattata, lo sapevo anch'io che erano in sperimantazione, mi sono espresso male io... il vaccino ci sarà, ma temo che per l'Africa non cambirebbe molto, i medici senza frontiere fanno molto, ma non abbastanza, non per colpa loro

come dici tu la situazione è complicata...

la fonte dei costi dei farmaci: le povere persone malate di HIV che dialogno su sieropositivo.it non sapevo gli effetti colatterali dei farmaci e come venissero distribiti, quindi ho chiesto a loro e già che c'ero ho chiesto anche i corsi (per non parlare della mia prof boiologa che eseguiva test elisa e molto informata) mola gente di quel sito mi ha paragonato alle cause farmaceutiche, nel senso che molti mi sono vuenuti a dire che io li sfruttavo per i miei scopi personali.
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6925 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 23:29:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
il virus inventato. it ecco la fonte


Ecco, quella è una fonte da evitare. Ogni cosa scritta in quel sito è solo spazzatura fatta bit.

Citazione:
è cosi che partita la sperimentazione in Africa


fonte? Sempre lo stesso sito?

Citazione:
visto per la paura del terrorismo biologico


personalmente credo che Ebola sia un pessimo agente biologico per il terrorismo: è talmente veloce e letale che è poco controllabile, inoltre è facilmente circoscrivibile (quarantena del palazzo/quartiere/città). Meglio affidarsi a qualcosa di più subdolo come influenza. Personalmente credo che userei un batterio, se dovessi pensare di fare un attentato biologico.

Citazione:
è proprio il presidente del Congo a drilo ecco la fonte


Dove? Link?

Citazione:
ma il loro costo è talmente alto che alla fine il ricavo è simile


non sono d'accordo. La diffusione di un farmaco, la possibilità di comprarlo senza ricetta e l'ossessione della cura a tutti i costi credo che facciano dell'aspirina, dell'aulin e di altri farmaci da banco una manna dal cielo per le case farmaceutiche, molto più di farmaci specifici.

Citazione:
mola gente di quel sito mi ha paragonato alle cause farmaceutiche, nel senso che molti mi sono vuenuti a dire che io li sfruttavo per i miei scopi personali.


E che gli hai chiesto?!?

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

more more
Utente Junior



518 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 23:31:10  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di more more Invia a more more un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
per quanto rigarda il terrorismo biologico, non è una minaccia tanto per l'Iran, ma per l'Eruopa, le uniche persone su cui gli estrmesiti possono contatare sono quelle con la loro cultura e da esse che ricavano il conseso, per questo sarebbe imporobabile l'uso di m.o. killer in iran, visto che a morire sarebbero per lo più iraniani e meno iranaini ci sono e più è difficle ottenere conseso.

questo spiega perché si fa ricerca sull'Ebola
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6925 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2010 : 23:43:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
no, dicevo che un farmaco puoi venderlo ovunque, non c'è bisogno di trattare con i terroristi. E ho detto Iran perché se l'Iran ha il vaccino è coperto e può usare il virus come vuole. Fermo restando che io non userei Ebola.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 27 ottobre 2010 : 08:54:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Evidentemente non sei mai entrato in un CBS negli USA. La quantità di farmaci senza prescrizione che la gente compra (e non solo aspirina e paracetamolo...) è veramente preoccupante.
Per non parlare delle pubblicità dei farmaci che trovi dappertutto, anche sull'autobus. Anche per farmaci molto pesanti (sono rimasto sconvolto di recente quando ho visto la pubblicità di un farmaco per l'ADHD).

Ribadisco comunque che le figure per il mercato del cardiovascolare sono molto più grandi di quelle dell'AIDS.

Solo i farmaci per la dislipidemia nel 2007 hanno avuto un mercato di 52.9 miliardi di dollari. Aggiungici, anticoaugulanti, antifibrillanti, costi per le operazioni chirurgiche, etc etc e penso che almeno quadruplicherai questa figura.

Il mercato per l'HIV nel 2006 era di ~9 miliardi di dollari, quando gli USA rappresentavano il 60% del mercato.

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina

kORdA
Utente Attivo

newkORdA

Prov.: Milano
Città: Monza


1303 Messaggi

Inserito il - 27 ottobre 2010 : 10:45:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di kORdA  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di kORdA Invia a kORdA un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da more more


cmq il discorso per la malaria è indetico, il farmaco non è più in produzione semplicemente perché in Europa non è più diffusa



Questo non vuole assolutamente dire che non si studia per lo sviluppo di farmaci contro la malaria. Anzi, qui a Milano c'e' un gruppo di studio molto attivo sul drug discovery e drug design nei confronti della malaria, guidato dalla professoressa Taramelli (ti ricordi di patologia, vero chick?!) i cui progetti sono portati avanti nel contesto del VII programma quadro europeo

http://www.linkedin.com/in/dariocorrada
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 27 ottobre 2010 : 11:16:05  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Chiaro, mi ricordo benissimo della Prof. Taramelli, e non sto assolutamente dicendo che la ricerca non si faccia, anzi, esistono ottimi progetti come http://www.malariacontrol.net/

solo che non è un segreto che a livello industriale la malaria non è un buon target economicamente parlando. Ed le industrie farmaceutiche sono delle industrie, non degli enti di carità...

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina