Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Fisiologia
 Ipotesi su una possibile causa del morbo di Alzheimer.
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

Fronzi
Nuovo Arrivato

Città: Ancona


47 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 08:28:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Fronzi Invia a Fronzi un Messaggio Privato
Le teorie di seguito esposte non hanno alcuna base scientifica e devono quindi essere trattate come speculazioni non provate. MolecularLab.it si dissocia completamente da quanto scritto dall'autore

-------------------------------------------------------------

Se sarà considerato meritevole di attenzione, dopo una ricerca che ho svolto da autodidatta per capire le cause delle malattie neurodegenerative, aggiungo il mio parere riguardo alle cause della malattia morbo di Alzheimer.

Quando siamo giovani e/o allenati fisicamente e mentalmente, abbiamo delle passioni per merito delle quali possiamo trarre entusiasmo, questo stato di benessere è dovuto al nostro Cervello, gratificato a sua volta da un afflusso Cerebrale sano ed efficace.

Infatti, grazie al regolare allenamento psico-fisico, camminare a passo sostenuto e allenare il Cervello con una costante attività di pensiero, esercitiamo al meglio il sistema Cardiovascolare, e Cerebrovascolare, in questo modo il nostro Cervello ottiene delle costanti EMOCOMPENSAZIONI, cioè un maggiore apporto di sangue-ossigeno ottenuto tramite i NEUROTRASMETTITORI e gli ASTROCITI, i quali hanno il compito della VASODILATAZIONE delle arterie Cerebrali.

Nel tempo, le sane e costanti EMOCOMPENSAZIONI, diventano una dipendenza per il nostro Cervello, il quale si abitua al costante afflusso Cerebrale intenso ed efficace.
Quando poi negli anni, se diventiamo pigri, E RIDUCIAMO LE NOSTRE ATTIVITA' MENTALI E FISICHE, SI RIDURRANNO ANCHE LE EMOCOMPENSAZIONI CEREBRALI, causando però un danno al nostro Cervello, il quale essendone dipendente, NON PUO' ADATTARSI alla riduzione delle emocompensazioni di sangue-ossigeno, INIZIANDO COSI' LA NEURODEGENERAZIONE PROGRESSIVA, iniziando in questo modo il morbo di Alzheimer e le altre malattie simili.

Scusandomi per l'insistenza ripeto ancora che, penso sia proprio il PARAMAGNETISMO dell'ossigeno disciolto presente nel sangue, svolgendo l'indispensabile ruolo di COMBURENTE ELETTRICO, a permettere agli elettroliti e le membrane cellulari polarizzate, di generare gli impulsi elettrochimici che determinano tutte le funzionalità Cerebrali-Organiche.

Si comprende l'importanza di continuare negli anni della nostra vita, ad esercitarci in un tranquillo allenamento fisico e mentale, in questo modo, le emocompensazioni soprattutto dell'ossigeno disciolto nel nostro sangue permarranno intense ed efficaci, le nostre cellule vivranno più a lungo, e potremo beneficiare di una sana esistenza.


Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6879 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 09:13:32  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato
la piantiamo con queste teorie che di fondato non hanno nulla? Vai in laboratorio, fai esperimenti in vitro, passa alle cavie e poi passa agli uomini. Nel frattempo studia.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

Lucaleo
Nuovo Arrivato



100 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 10:42:33  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Lucaleo Invia a Lucaleo un Messaggio Privato
trolling.... you're doing it right
Torna all'inizio della Pagina

Fronzi
Nuovo Arrivato

Città: Ancona


47 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 11:05:12  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Fronzi Invia a Fronzi un Messaggio Privato
OK Giuliano, ti ringrazio di aver risposto.

Scrivo in questo forum quello che penso di aver capito, anche e soprattutto perchè può essere controllato da persone come voi moderatori, laureati e dunque competenti in queste materie.
Le vostre risposte sono state molto apprezzate da me, capisco però, che quello che scrivo è ancora difficile da accettare.

Giovani, permettetemi questa battuta, con un minimo di pazienza, facendo passo dopo passo, controllate se in quello che ho scritto ci può essere qualcosa che risulta anche a voi.

Nel caso pensiate che non cè niente che meriti un'ulteriore approfondimento, ringraziando comunque per le vostre risposte, Vi saluto sinceramente.

ps.
Se cè una qualsiasi cosa che vorreste sapere, sarò lieto di descriverla più compiutamente.





Torna all'inizio della Pagina

Fronzi
Nuovo Arrivato

Città: Ancona


47 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 11:15:50  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Fronzi Invia a Fronzi un Messaggio Privato
Grazie Lucaleo,

controllando tramite il traduttore sul compiuter, ho avuto l'impressione che la tua risposta sia stata positiva.

Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6879 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 11:23:33  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato
Citazione:
Messaggio inserito da Fronzi


ps.
Se cè una qualsiasi cosa che vorreste sapere, sarò lieto di descriverla più compiutamente.



No grazie, ci basta così.

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

biocandy
Utente Junior

frangipani



370 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 11:28:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di biocandy Invia a biocandy un Messaggio Privato
Citazione:
Messaggio inserito da Fronzi

Grazie Lucaleo,

controllando tramite il traduttore sul compiuter, ho avuto l'impressione che la tua risposta sia stata positiva.





Torna all'inizio della Pagina

M111
Utente

Pleiadi

Prov.: Lucca
Città: Guamo


838 Messaggi

Inserito il - 17 giugno 2011 : 11:33:08  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di M111 Invia a M111 un Messaggio Privato
Con tutto il rispetto, ha idea della definizione delle parole che ha scritto in maiuscolo? che, tra parentesi, ha urlato?

Se queste sono solo parole buttate li in arricchimento, non è riuscito nel suo intento perchè si continua a notare l'approccio approssimativo.

Guardi che la scienza è molto più bella della parascienza, magari più complessa, ma molto più eccitante.
Mi dia retta anche se sono molto più giovane di Lei, si vede quando una persona, ancorchè brillante, è proprio ai primi passi e pensa di avere magari idee sensazionali ed innovative, dopo due o tre mesi, aumentate le proprie nozioni quella stessa persona con ogni probabilità arrossirà.

Questo suo intervento è secondo me un elogio dell'esercizio fisico, penso che questa sia la parte migliore del suo elaborato, parte che modestamente sottoscrivo.
Torna all'inizio della Pagina

Fronzi
Nuovo Arrivato

Città: Ancona


47 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2011 : 16:14:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Fronzi Invia a Fronzi un Messaggio Privato
Augurandomi di non infastidire, vorrei aggiungere alcune mie riflessioni che riguardano il maggior rischio di ammalarsi del morbo di Alzheimer.

Le ricerche Epidemiologiche ci indicano che le donne purtroppo, si ammalano un pò più frequentemente degli uomini dell'Alzheimer.

Perchè questa minima, negativa prevalenza?

La prima riflessione mi suggerisce che, le donne svolgendo il loro lavoro di casalinghe, si abituano ad un minore esercizio fisico rispetto agli uomini, di conseguenza il sistema Cardiovascolare essendo meno allenato, permette un afflusso Cerebrale poco intenso,
causando in questo modo un danno da insufficiente efficacia nell'apporto di sangue-ossigeno al Cervello.

Quindi, è molto importante che le casalinghe, e in genere tutte le donne, come gli uomini, svolgano un tranquillo e regolare esercizio fisico, è sufficiente camminare a passo leggermente rapido, mezz'ora per alcuni giorni la settimana, per ottenere una sana ossigenazione Cerebrale che renderà immuni all'Alzheimer.

Attualmente io stesso svolgo questo esercizio che continuo da alcuni anni, ho cominciato a fare attività fisica perchè avevo l'ipertensione e un'abbondante sovrappeso, ora, la pressione del sangue si è stabilizzata, e sono normopeso, i livelli di ossigeno nel sangue sono aumentati, e svolgo questa ricerca con passione ed entusiasmo, perchè sono certo, prima o poi sarà confermata dalla scienza di medicina.
Torna all'inizio della Pagina

M111
Utente

Pleiadi

Prov.: Lucca
Città: Guamo


838 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2011 : 16:31:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di M111 Invia a M111 un Messaggio Privato
Premettendo che anch'io giudico essenziale l'esercizio fisico.

Ricordandole che è libero di spedire tutto il suo materiale ad una rivista, le consiglio ufficialmente di chiedere alla moderazione di modificare il suo intervento con dei condizionali.
Chiunque sarà in grado di trovare i punti in cui servono.

Non commento nemmeno quello che c'è scritto, ma se si pensa di lasciarlo, che almeno si mettano dei potrebbe. E' imbarazzante.
Torna all'inizio della Pagina

chick80
Moderatore

DNA

Città: Edinburgh


11491 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2011 : 17:08:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di chick80 Invia a chick80 un Messaggio Privato
Come ho già detto in passato, evitiamo di fare della pseudoscienza.
Chiudo questa discussione, il che significa chiaramente che questo tipo di fantascienza non è ben accetto su questo forum. Ogni nuova discussione a riguardo sarà chiusa o cancellata senza preavviso alcuno.

Inoltre stiamo discutendo di cosa fare di questa discussione, che sarà probabilmente cancellata nei prossimi giorni.

Giusto per concludere, nomino 5 famose persone malate di Alzheimer, che evidentemente non camminavano 30 minuti al giorno...

Joe Adcock, giocatore professionista di baseball
Tom Fears, giocatore professionista di football americano
Betty Schwartz, centometrista. Medaglia d'oro alle Olimpiadi di Amsterdam 1928
Sugar Ray Robinson, pugile professionista
Bill Quackenbush, giocatore di hockey professionista

Sei un nuovo arrivato?
Leggi il regolamento del forum e presentati qui

My photo portfolio (now on G+!)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Discussione Bloccata Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina