Forum

Nome Utente:
Password:
Riconoscimi automaticamente
 Tutti i Forum
 Laboratorio
 Microbiologia e Immunologia
 ma quali virus rimangono sempre?
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Risorse di Microbiologia & Immunologia: Relazioni Blog InsideMicro Protocolli Siti di Microbiologia e Immunologia Ultimo notizie

Aggiungi Tag Aggiungi i tag

Quanto è utile/interessante questa discussione:

Autore Discussione  

bree
Utente Junior



186 Messaggi

Inserito il - 01 luglio 2012 : 09:57:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di bree Invia a bree un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mi vergogno anche a fare questa domanda ma..quali sono le infezioni da virus che rimangono tutta la vita? c'è un criterio o vanno mandati a memoria? Posto che infezione è diverso da malattia e bla bla bla, per es so che rimangono per tutta la vita i virus erpetici, hpv..ma quelli respiratori per esempio no..capito?

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6911 Messaggi

Inserito il - 01 luglio 2012 : 10:28:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
che io sappia non c'è un criterio, dipende dalla biologia del virus. Si potrebbe anche dire che HIV, ad esempio, rimane per tutta la vita (ma essendo una malattia terminale che se non curata porta a morte in pochi mesi, direi che è lapalissiano, però ora come ora ci si convive anche per 30 anni)

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

Dionysos
Moderatore

D

Città: Heidelberg


1913 Messaggi

Inserito il - 02 luglio 2012 : 10:56:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Dionysos  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Dionysos Invia a Dionysos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Se vogliamo stabilire un criterio, possiamo distinguere i virus
che danno luogo a infezione persistente da quelli che danno luogo
a infezione transiente. Alla fine della fiera, comunque, è una
classificazione su base biologica e quindi è esattamente come
dice Giuliano. Cioè: dipende da caso a caso.

Di solito l'infezione persistente è tipicamente associata alla
capacità del virus di dare luogo a latenza virale, e per ragioni
comprensibili è stata molto più spesso associata a virus a DNA
(come i virus erpetici o i due virus dell'epatite B e D)
oppure dotati di un intermedio a DNA (come HIV, appunto.)

Tuttavia non è assolutamente una regola universale, così come
non puoi dire che i virus respiratori ne siano esclusi!

Il virus dell'epatite C è a RNA, ma persiste per tutta la vita.
Il virus del morbillo, pur essendo un virus a RNA e pure trasmesso
per via respiratoria, può dar luogo a persistenza nel sistema
nervoso centrale, con manifestazioni cliniche anche molto gravi
a distanza di tanti anni (e.g. panencefalite sclerosante subacuta).
Il fenomeno è ben noto, ma il meccanismo completamente sconosciuto.

Volere libera : questa é la vera dottrina della volontà e della libertà
(F.W. Nietzsche)

Less Jim Morrison, more Sean Morrison!


Torna all'inizio della Pagina

kORdA
Utente Attivo

newkORdA

Prov.: Milano
Città: Monza


1303 Messaggi

Inserito il - 02 luglio 2012 : 12:05:06  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di kORdA  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di kORdA Invia a kORdA un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Forse, e ripeto forse, si potrebbe fare una classificazione su base filogenetica o evolutiva. Si potrebbe parlare di una questione di adattamento? Io mi fermo qui, perche' di questo argomento specifico non ne so abbastanza.

http://www.linkedin.com/in/dariocorrada
Torna all'inizio della Pagina

Giuliano652
Moderatore

profilo

Prov.: Brescia


6911 Messaggi

Inserito il - 02 luglio 2012 : 15:45:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giuliano652 Invia a Giuliano652 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
evvai, è tornato Dionysos!

Uno strumento utile per l'utilizzo del forum: cerca

Se sei nuovo leggi il regolamento e, se vuoi farti conoscere, presentati qui

Link utili alla professione:
FAQ su nutrizione e dietistica
[Raccolta link] cosa bisogna sapere del lavoro del biologo
Burocrazia per lavorare come biologi
Dà più sbocchi biologia delle posidonie o biotech suine?
Torna all'inizio della Pagina

Dionysos
Moderatore

D

Città: Heidelberg


1913 Messaggi

Inserito il - 02 luglio 2012 : 15:55:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Dionysos  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Dionysos Invia a Dionysos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
:P directly from the grave

Volere libera : questa é la vera dottrina della volontà e della libertà
(F.W. Nietzsche)

Less Jim Morrison, more Sean Morrison!


Torna all'inizio della Pagina

Dionysos
Moderatore

D

Città: Heidelberg


1913 Messaggi

Inserito il - 02 luglio 2012 : 16:04:25  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Dionysos  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Dionysos Invia a Dionysos un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Da un punto di vista evolutivo si può forse parlare di adattamento all'infezione
persistente da parte di quei virus che si trasmettono meno efficientemente, e quindi
hanno bisogno di numerosi tentativi prima di infettare un nuovo individuo (ad es. HCV
ha bisogni di un numero enorme di unità infettanti per colonizzare una nuovo fegato).
Si basa soprattuto sull'abilità del virus di ingannare il sistema immunitario.

L'infezione transiente invece potrebbe essere uno step iniziale, pre-selezione
e quindi pre-adattativo. Il virus si lascia spazzare via dal sistema immunitario
perchè è così efficiente da trasmettersi ad una velocità notevole (ad es. influenza,
morbillo, rosolia, raffreddore) e quindi fa a tempo a "saltare" su un altro ospite.

Tutte belle ipotesi. Non so se ci sia qualcosa di provato



Volere libera : questa é la vera dottrina della volontà e della libertà
(F.W. Nietzsche)

Less Jim Morrison, more Sean Morrison!


Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  

Quanto è utile/interessante questa discussione:

 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi Aggiungi ai Preferiti Aggiungi ai Preferiti
Cerca nelle discussioni
Vai a:
MolecularLab.it © 2003-18 MolecularLab.it Torna all'inizio della Pagina